10 cose che NON puoi fare con un ebook

Siete stanchi di essere troppo (o troppo poco) esperti nel campo degli ebook? Dedichiamoci allora insieme a un gioco, un contest di pura scrittura e creatività.

In  Rete  abbiamo  trovato  un  elenco  di  10 cose che con i libri di carta si possono fare, ma con l’ebook ce le possiamo scordare. E’ una lista scherzosa scritta da Christopher Hart – autore nel mondo dei manga, dei cartoon e dei fumetti – , ve la riproponiamo qui nella nostra libera traduzione.

In che cosa consiste il gioco? Chris Hart vi propone le prime 10 cose che NON potete fare con un ebook, a voi aggiungerne altre, una ad una, commento dopo commento.

Chissà che insieme non si riescano a scovare non altre 10, ma 100 cose che con l’ebook non potete proprio più fare (con buona pace dei nostalgici dei libri a stampa, che non appena sentono parlare di ebook sospirano “Ma vuoi mettere il profumo della carta…”). :-x

Allora, via al gioco. E c’è un’unica regola: siate intelligenti e sintetici.

10 cose che NON puoi fare con un ebook (by Chris Hart)

1 ) Fare l’orecchia alle pagine.

2 ) Usarlo come spessore sotto una sedia con una gamba corta.

3 ) Bruciarlo come combustibile di emergenza in un mondo post-apocalittico.

4 ) Strapparlo a metà per provare che razza di uomo forzuto sei.

5 ) Utilizzare i bordi delle pagine per toglierti pezzi di pollo tra i denti.

6 ) Sistemarli nella tua libreria in bella mostra per far vedere quanti ne leggi.

7 ) Svegliare tua moglie durante la notte accendendo l’abatjour.

8 ) Strappare una pagina che desideri conservare, e di nascosto rimettere il libro sullo scaffale della libreria.

9 ) Sfogliare svogliatamente le pagine avanti e indietro, e avanti e indietro, quando sei annoiato.

10 ) Sfilacciare la copertina di tela per farlo sembrare un oggetto da collezione.

Tags: , ,
Trovato questo articolo interessante?
Condividilo sulla tua rete di contatti Twitter, sulla tua bacheca su Facebook o semplicemente premi "+1" per suggerire questo risultato nelle ricerche di Google. Diffondere contenuti che trovi interessanti aiuta questo blog a crescere. Grazie!

40 Comments

  1. 1) Nascondere tra le pagine una cartolina, una lettera, un foglietto con un messaggio che ritroverai dopo anni

  2. 2) Scriverci sopra!

  3. 3) Farci seccare i fiori in mezzo!

  4. 4) Avrei da ridire sulla 7! Anche con un ereader senza retroilluminazione infatti avrei bisono di accendere l’abatjour. Comunque una cosa che potrei fare con il libro ma non con l’ebook è … usarlo come peso per “raddrizzare” i fogli usciti leggermente incurvati dalla mia stampante toner.

    :P

  5. 5) dimenticarmi a chi l’ho prestato !

  6. Luca Albani says:

    I punti 2, 4, 7 (ha ragione hartur) e 9 sono discutibili perché a mio parere possono corrispondere anche al normale utilizzo di un ebook reader (inseparabile dal suo contenuto). Così come una storia è inseparabile dal suo supporto cartaceo in un libro :-)

  7. Come ben sa qualcuno che conosco, addormentarti in divano senza averlo riposto per bene su un supporto stabile. O meglio: puoi anche farlo, ma è l’ultima cosa utile che farà il reader.

  8. - riempirlo di briciole o macchiarlo con il caffè/tè/cioccolata

    - bagnarlo nella vasca da bagno

    (ehi, io non lo faccio con i miei libri, ma conosco qualcuno che ritiene queste due esperienze inscindibili dalla lettura :D )

  9. Usare la carta per asciugare i vetri delle finestre.

    Fare book crossing.

    Valorizzare i vs. segnalibri belli colorati.

    Scrivere a bordo pagina.

  10. Spiaccicare le zanzare? ;-)

  11. Tirarlo in testa (tomo della TRECCANI) al figlio che tarda a laurearsi…

  12. Beh, scriverci “sopra” le note si può con molti e-reader! :)

    • Si certo ma io intendevo quelle piccoline scritte lungo i margini che si facevano a matita per riassumerte i libri di studio….cmq in effetti è differente il feeling e l’immediatezza ma si può fare…

  13. usarne una pagina (magari bianca) in caso di emergenza, in bagno

  14. elena asteggiano says:

    Sul frontespizio del volume farsi autografare una dedica dall’autore.

  15. cercare una frase saltando da una parte all’altra del libro a casaccio: http://www.ilpost.it/2011/09/03/ebook-lev-grossman-sant-agostino-lettura/

  16. Avere il riscontro fisico delle pagine già lette e ancora da leggere.

  17. Anzi, c’era un articolo di Saramago [mi pare] su questo aspetto della lettura, che proponeva pagine vuote, o piene di caratteri a caso alla fine del libro, in modo che non si sappia davvero dov’è la fine.

  18. annusare voluttuosamente l’e-paper

    fare capire agli altri cosa sto leggendo

  19. La 6 e la 7 sono le uniche che prenderei in considerazione.
    Quella del pollo e della sedia sono pazzesche, come anche sfilacciarlo o strapparne le pagine, MAI FATTO!

  20. elena asteggiano says:

    Dopo averlo letto venderlo per realizzo al mercatino dei libri usati.

  21. Due uova al tegamino

  22. Ritagliare i caratteri per scrivere una lettera anonima

  23. Fare i disegnini sui bordi delle pagine, in modo che si animino sfogliandole velocemente

  24. Lasciarlo sulla sdraio in spiaggia mentre vai a fare il bagno

  25. Realizzare un cartone animato sugli spigoli delle pagine

  26. Scrivere il nome del tuo amato in ogni spazio bianco, con cuoricini annessi. (Si ritrovano certe cose, sui libri, dopo anni! XD!)

  27. elena asteggiano says:

    Foderarne la copertina con la tua carta preferita, in modo che nessuno sappia che cosa stai leggendo.

  28. Scrivere sull’ultima pagina la data, il luogo dove l’hai finito di leggere e le tue impressioni sul libro…(io lo facevo con i libri cartacei)

  29. Pingback: 10 cose che NON puoi fare con un libro a stampa (ma con un ebook sì) | eBookReader Italia

  30. L’unico vero motivo che ancora oggi mi fa desistere dal comprare un e-reader e di conseguenza un ebook è il fatto che non posso prestarlo ad un amico o parente. E credo sia un limite da parte dei produttori di e-reader. Costituire un sistema di prestito ebook, spostare per un mese il mio ebook su dalla mia libreria a quella deql mio amico.

  31. Trovare mettendo in ordine in macchina, o sulla scrivania, un libro che ti aveva incuriosito in libreria, e che ti eri dimenticato di aver preso.

    O, più in generale, passeggiare in libreria, curiosando tra le quarte di copertina, in attesa del colpo di fulmine che ti fa scegliere un libro.

  32. Prestare ma vedo che fortunatamente ci ha già pensato. Poi sempre in ambito social, che sembra che siamo tutti social ma solo online mentre il buon vecchio social se lo dimenticano tutti: le biblioteche eh, come funzionerà?

  33. elena asteggiano says:

    fotocopiarlo!

  34. elena asteggiano says:

    New comment on your post “10 cose che NON puoi fare con un libro a stampa (ma con un ebook sì)”
    http://www.ebookreaderitalia.com/10-cose-che-non-puoi-fare-con-un-libro-a-stampa-ma-con-un-ebook-si/

    Author : Giuseppe

    Comment:

    “cosa non puoi fare,

    sentire l’odore della carta…
    toccare la carta…
    avere un Ex-libris…
    essere geloso del tuo libro preferito…
    vederlo consumare e fare di tutto per proteggere il tuo libro preferito…
    sbattere un libro sul tavolo per farsi ascoltare…
    mettere in bolla un vecchio tavolo…
    avere un libro stampato nel secolo passato…”

  35. Prendere in mano un vecchio libro e sentire l’odore delle pagine, frutto di un miscuglio di luoghi in cui è stato, persone che l’hanno letto,sfiorato e amato o forse odiato, borse in cui è stato messo, scaffali su cui è stato riposto…mi spiace, ma la sensazione di un dispositivo di plastica non ha nulla a che vedere con quella di un vecchio libro preso dalla biblioteca o trovato nell’armadio della nonna!