A giugno in Italia arriva l’ereader 6 pollici Kobo Glo HD

È giunta ufficialmente da Kobo Rakuten la notizia dell’uscita di un nuovo ereader: il Kobo Glo HD. Si tratta di un 6 pollici Carta E-Ink touchscreen con risoluzione 300 ppi (1448 x 1072). Non adotta la soluzione schermo a filo. È dotato di illuminazione frontale ComfortLight.

Il prezzo dichiarato è di 130 dollari USA. Uscirà in Italia a giugno, come in Regno Unito, Paesi Bassi, Germania e Spagna. I primi ad averlo in distribuzione saranno Canada, Stati Uniti, Australia e Nuova Zelanda che lo vedranno sugli scaffali dal 1° maggio, mentre il 22 maggio uscirà in Francia.

Il sito neozelandese che pubblicando il Kobo Glo HD tra i prodotti ha dato le prime indiscrezioni intorno al nuovo 6 pollici di Kobo Rakuten.

Il sito neozelandese che pubblicando il Kobo Glo HD tra i prodotti ha dato le prime indiscrezioni intorno al nuovo 6 pollici di Kobo Rakuten.

La comunicazione ufficiale è seguita a una sorta di fuga di notizie da parte del sito neozelandese Mighty Ape che ha pubblicato on line il prodotto. Il prezzo di 220 dollari espresso in dollari neozelandesi NZD (non dollari USD) e comprensivo di cover è stato da alcuni siti rimbalzato come si trattasse di moneta statunitense, quindi confondendo cifre e paragoni tra reader diversi.

Anche lo spot pubblicitario dedicato al Kobo Glo HD è stato reso disponibile attraverso YouTube, ma su account non del marchio Kobo. Ora qui vi lasciamo alla visione invece dello spot ufficiale KoboBooks.

.

.

Fonte:

Kobo annuncia il Kobo Glo HD

.

 

Tags: , ,
Trovato questo articolo interessante?
Condividilo sulla tua rete di contatti Twitter, sulla tua bacheca su Facebook o semplicemente premi "+1" per suggerire questo risultato nelle ricerche di Google. Diffondere contenuti che trovi interessanti aiuta questo blog a crescere. Grazie!

17 Comments

  1. Possiedo il Kobo Glo da quando è uscito. La risoluzione è più che sufficiente per una lettura confortevole. Sono ben altri i problemi. La mancanza di pulsanti meccanici per esempio, che fa si che ogni 3-4 pagine il cambio non avvenga facendo perdere continuità alla lettura. L’illuminazione radente non è una soluzione! Lunghi periodi di lettura al buio stancano gli occhi, perchè comunque la superficie riflette fastidiosamente quasi come quella di un retroilluminato. Perchè nessuno dice mai queste cose? Perchè le case sfornano novità che non servono a nessuno?

    • Io possiedo il Kobo Glo da un anno esatto e mi ci trovo benissimo. Leggero, compatto, lo porto ovunque e leggo ovunque, anche su treni male illuminati o al crepuscolo :wink:
      A differenza di Carlo non sento la mancanza dei tasti fisici (all’inizio credevo che sarebbe stato un problema, invece scorrere le pagine con un semplice tap è molto comodo) e non condivido molto il discorso dell’affaticamento degli occhi al buio.
      E’ vero, succede, ma penso che “leggere al buio completo” fosse una trovata pubblicitaria di Kobo piuttosto che una pratica sensata: è evidente che una fonte di luce, anche se non direttaamete sparata verso gli occhi, nel BUIO TOTALE alla lunga stanca.
      A letto tengo sempre l’abat-jour accesa e la luce settata al 20%, zero problemi e riflessi minimi :wink:

      Non comprerò questo device perché il mio vecchio Glo fa ancora egregiamente il suo dovere, e quando si romperà – spero più tardi possibile – passerò probabilmente al 6,8” per godermi anche i fumetti.
      Comunque le caratteristiche tecniche sembrano buone, peccato per la mancanza della micro SD (fonte: Goodereader.com), che però è una caratteristica utile solo se si vogliono leggere fumetti.
      Scommetto che finirà per affossare del tutto l’Aura…

      • Concordo. Riguardo l’illuminazione, ci ricorro quando è proprio indispensabile e ciò è indubbiamente utile. Magari se la pagina fosse perfettamente bianca, l’illuminazione la userei ancora meno. Certo il reader potrebbe offrire molte più funzioni utili (e ce ne sarebbero…) e miglorare ma considerando il rapporto qualità/prezzo non si può pretendere più di tanto.

      • Allora: durante il giorno non ho tempo per leggere, ma la sera vado a letto molto presto e quindi leggo per circa 4 ore tutte le sere, nessuna esclusa (a volte anche di più se la lettura mi appassiona). Ho provato ad usare l’abat-jour, ma pur cambiando vari tipi di lampadine, non riuscivo a trovare l’optimum. La soluzione me la sono autocostruita con uno di quei braccetti a led usati per illuminare i computer portatili, fissato ad una piccola tavoletta su cui fisso il lettore. Il tutto lo sostengo con la mano sx, appoggiandola al petto. Uso quindi il pollice sinistro per il tap e posso assicurarti che spessissimo non cambia la pagina. Quando usavo il vecchio biblet, il tasto meccanico non mi dava questo problema (a parte che era molto lento nei cambi pagina). La risoluzione del Glo è perfetta già così com’è. L’illuminazione del dispositivo, concordo, è ottima quando esiste un’altra fonte di luce esterna, magari scarsa. Al buio da fastidio! Con la luce del giorno non stanca nemmeno il pc o il tablet…

        • carlo prova ancora a vedere come sono configurate le porzioni di schermo su cui puoi dare il voltapagina (intero schermo o fasce laterali o 2/3 di schermo).

    • Sai carloc54, ognuno di noi deve scegliere quale priorità riveste per lui la “novità” proposta dalla casa produttrice, per alcuni 300 ppi sono il meglio, altri preferiscono lo schermo a filo o la resistenza all’acqua. Sulle percezioni soggettive non c’è molto da sindacare.
      Certo io ricordo di avere avuto il mio primo ereader a inchiostro elettronico nel 2008 e su quello potevo scrivere con pennino e convertire lo scritto a mano in testo word, diciamo che dopo 7 anni le case di produzione non producono ancora nulla di simile e anzi paiono essersi fissate con l’idea che io preferisca leggere… sotto la doccia o in immersione subacquea.
      Come vedi, anch’io non è che sono proprio conquistata dal procedere così.

    • 1. hai fatto l’aggiornamento firmware? E soprattutto, potrebbe anche essere qualche libro mal formattato (Laterza sto guardando TE).

      2. per l’illuminazione non tutti hanno i tuoi problemi, si legge questo ed altro a consultare forum d’ogni genere, d’altro canto ci sono persone che si trovano benissimo a leggere su smartphone senza avere affaticamento agli occhi. Beati loro! Del resto, non siamo tutti fatti fisicamente con lo stesso stampino. Prova a variare l’intensità e/o cambiare il font, se ti stanchi…

      3. evidentemente servono a qualcuno. D’altro canto la novità rispetto al Glo è anche la risoluzione dello schermo.

  2. Possibile che non si riesca ad avere uno schermo un pò più grande dei soliti 6 pollici ?

  3. Stefano, ci sono i 6,8 pollici dell’Aura HD e dell’H2O.

  4. Si, lo sapevo, ma intendevo diagonali degli schemi che si avvicinino di più ai libri cartacei, attualmente possiedo il Kobo mini e un Opus, che non uso più. In un centro commerciale ho avuto modo di confrontare i 5 pollici del mio mini con i 6 e i 6,8 dei vari Glo, Aura etc… Devo dire che i pochi cm di differenza, …a mio avviso… non sono così significativi, l’illuminazione e gli altri gadget, non li ritengo necessari.. Sarei stato più interessato ad un reader di almeno 8 pollici.

    • Al di sopra dei 6,8 trovi modelli da 8 tipo il TrekStor Pyrus Maxi che però è piuttosto superato.
      Da 9,7 c’è l’Onyx Boox M96 ma ha altri prezzi ed è poco portabile.

    • Da 8″ c’è il Cybook Ocean, io ce l’ho e non mi trovo male.

      • Sì, Paolo, hai ragione. Non lo avevo citato perché Bookeen aveva avuto ritardi nella distribuzione, ma vedo che è disponibile.

        • Da ex cliente affezionata della Bookeen spero che abbiano aggiornato il firmware, altrimenti è da mal di testa…