ADEI, la nuova associazione per editori indipendenti

È stata presentata al Salone del Libro di Torino la nuova associazione ADEI per piccoli e medi editori  indipendenti. In Italia l’associazione più nota degli editori è l’AIE, ma la nuova sigla nasce a rappresentare maggiormente le case editrici indipendenti, che non fanno parte di un gruppo editoriale. Dopo lo strappo attuato dai grandi gruppi editoriali che nel 2017 tentarono di portare il Salone a Milano, e non riuscendoci fondarono poi Tempo di Libri, alcuni piccoli e medi editori uscirono dall’AIE e si schierarono a difesa del Salone torinese.

Fin dalla sua conferenza di presentazione l’associazione ADEI si è dichiarata non in uno spirito di rottura ma di collaborazione e dialogo con l’AIE, per i fini comuni della preservazione e della promozione del campo editoriale. ADEI si propone di rappresentare gli editori indipendenti (ad oggi circa 250), di sostenere la bibliodiversità, di lavorare alla revisione della Legge Levi (che aveva previsto per il libro sconti massimi al 15%), di monitorare la filiera del libro e di promuovere la lettura. Intorno alla sigla si fondono enti già preesistenti: ODEI (Osservatorio degli Editori Indipendenti), FIDARE (Federazione degli Editori Indipendenti) e Amici  del  Salone  Internazionale  del  Libro  di  Torino. Presidente è Sandra Ozzola delle Edizioni E/O.

Qui di seguito il video su YouTube della conferenza di presentazione al Salone del Libro di Torino 2018 (durata 45 minuti).

.

 

Tags: ,
Trovato questo articolo interessante?
Condividilo sulla tua rete di contatti Twitter, sulla tua bacheca su Facebook o semplicemente premi "+1" per suggerire questo risultato nelle ricerche di Google. Diffondere contenuti che trovi interessanti aiuta questo blog a crescere. Grazie!

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>