Amazon: illuminanti novità

Da oltreoceano giunge la notizia che Amazon il prossimo 6 settembre ha convocato giornalisti e testate specializzate in hi-tech per una conferenza stampa nella quale verranno rivelati al pubblico i suoi nuovi prodotti.

Rumors in Rete parlano del tablet Kindle Fire 2, ma anche di una nuova tavoletta a 10 pollici (Kindle Tablet) e di un lettore di ebook a inchiostro elettronico da 6 pollici con lo schermoilluminato”. Le attese sono molto alte e da tempo in Rete circolano le più svariate indiscrezioni sulle caratteristiche e sul numero dei nuovi modelli che saranno presentati.

Con particolare riferimento all’inchiostro elettronico, Amazon si trova a rincorrere l’offerta di Barnes&Noble che da tempo è uscita sul mercato con il Nook Touch GlowLight, il cui schermo – lo ricordiamo per chi si avvicina per la prima volta a questo mondo – è “illuminato” e non retro-illuminato come i classici tablet (ne abbiamo parlato diffusamente qui).

E’ lecito quindi immaginare che il modello Kindle e-ink con l’illuminazione allo schermo sostituisca proprio i modelli touch? Forse è solo una coincidenza, ma in questi giorni su Amazon Italia il Kindle Touch Wi-Fi+3G non è più disponibile per l’acquisto.

La product page del Kindle Touch WiFi+3G

Nel momento in cui chiudiamo questo articolo il modello Kindle Touch Wi-Fi (da 129 euro) è ancora acquistabile, come anche il modello “base” da 99 euro.

.

Tags:
Trovato questo articolo interessante?
Condividilo sulla tua rete di contatti Twitter, sulla tua bacheca su Facebook o semplicemente premi "+1" per suggerire questo risultato nelle ricerche di Google. Diffondere contenuti che trovi interessanti aiuta questo blog a crescere. Grazie!

34 Comments

  1. Automaticjack says:

    Non vedo l’ora!
    Speriamo che la soluzione con la luce non sbiadisca leggermente i caratteri come sembrerebbe accadare per il Nook e che magari (finalmente) conservino il tasto meccanico per le pagine anche sul touch.

  2. Sottoscrivo in toto Automaticjack! Sarei disposto a tollerare anche un leggero sbiadimento dei caratteri pur di avere un e-ink con fonte luminosa integrata.

  3. non siete gli unici…
    ho provato un Nook Glow e forse è vero che c’è un leggero sbiadimento del nero ma per me l’effetto è stato irrilevante e mi sono trovato molto bene. Considero lo schermo illuminato una vera comodità perché il reader è utilizzabile praticamente in tutte le condizioni.

    • Automaticjack says:

      Grazie, era quello che volevo sapere. A questo punto non resta che avere ancora un po’ di pazienza.

  4. Se l’illuminazione venissrcapplicata a un ebook reader da 9 pollici sarebbe proprio il top!

  5. piergiorgio mosetti says:

    il massimo sarebbe illuminazione+standard epub incorporato

    • Automaticjack says:

      Credo che con Amazon non ci sia verso su questo fronte (epub)! per fortuna c’è Calibre. :)

    • Massimiliano says:

      EH INFATTI!! MA AMAZON NON FA USCIRE NIENTE DI NUOVO SUL FRONTE EBOOK READER DA 9 POLLICI? CONTINUO A DIRE FINO ALLA NOIA CHE IL 6 POLLICI MI VA DAVVERO STRETTO…. :-(

  6. Sono usciti presunti prototipi che introdurrebbero addirittura un contrasto simile alla carta stampata! Se davvero così fosse, Amazon sbaraglia definitivamente la concorrenza una volte per tutte!

    • The_ugly_man says:

      Non saprei, e sinceramente non ci spero, ti spiego il perché, la concorrenza nel – quindi senza monopoli – costringerà gli altri produttori a proporre modelli più funzionali.

      Quindi, ben vengano novità come queste, se Amazon ne trarrà un vantaggio equo, lo troverò del tutto giustificato :)

      • Non ho detto di sperare in un monopolio. Dico solo che -ad oggi- uscire con un prodotto del genere rende Amazon il leader, sia per qualità, sia per convenienza, sia soprattutto per la vastità di prodotti proposti. Io stesso mi sono sempre tenuto lontano da Amazon, ma con una certa stupida snobberia che di recente ho avuto modo di constatare essere del tutto ridicola e basata su opinioni che mi ero fatto leggendo critiche varie. Averla provata personalmente mi ha fatto capire che si tratta di un’azienda che ha davvero a cuore lo sviluppo di caratteristiche decisive per migliorare la qualità di lettura. Finora, non ho trovato schermi e-ink altrettanto nitidi e funzionali (parlo del K4 base). Vedo vari produttori continuare a mantenere alti i prezzi e implementare funzioni di dubbia utilità, trascurando la prima vera caratteristica su cui dover puntare la ricerca e lo sviluppo: la leggibilità. Penso al nuovo Sony, ad esempio. Che senso ha spendere soldi per un prodotto del genere? Può far gola ai neofiti o ai frequentatori casuali di un centro commerciale, ma chi vuole qualità di lettura e ne capisce un minimo, non può non constatare che ci sono prodotti migliori e a meno. Lo scopo principale deve restare la lettura. Il resto, se c’è, può solo essere un valore aggiunto. A pari prezzo, preferisco di gran lunga dare i miei soldi a chi mi offre maggiore comfort di lettura piuttosto che funzioni aggiuntive quali mp3, giroscopio e quant’altro.

    • Automaticjack says:

      scusa, dove hai letto la notizia?

      • http://gizmodo.com/5939418/here-is-what-the-next-kindle-might-look-like

        Su vari altri siti se ne parla. Credo siano solo supposizioni. Così come potrebbero essere dei fake. Ritengo che non si discosti troppo dalla realtà e credo che le risorse tecnologiche ci siano per creare lettori simili. Spesso, però, ho la sensazione -come ho spesso esternato- che le case produttrici tendano a tirar fuori migliorie col contagocce, quasi a voler sfruttare più a lungo un filone innovativo che altrimenti rischierebbe di fermarsi prima del tempo. E ci troveremmo a comprare nuovi lettori solo quando il nostro ha davvero smesso di funzionare. Ora come ora, vedo tanti -me incluso- che cambiano alla ricerca del lettore ottimale, dando via prima del tempo il proprio non appena una caratteristica migliore ne rende un altro più appetibile. Al momento, se penso a un ereader, non mi viene nulla in mente che si possa aggiungere per migliorarne l’appeal al pubblico. Se non forse la velocità di refresh, cosa fatta da Bookeen col suo Odyssey -che posseggo- ma che poi ha tantissime pecche perché privo di innovazioni veramente utili (dizionari, schermo ben contrastato, ecc.). Pur essendo un tecnomaniaco, infatti, trovo inutile e controproducente questa ‘lotta’ tra e-reader e tablet, secondo la quale molti cercano di integrare nei primi funzioni tipiche degli ultimi. Ne consegue che nell’era dell’HD molti -ignorantemente- guardano ai lettori elettronici come a qualcosa di superato per via del loro ‘schermo in b/n’. Sarà che sono tra quelli per cui l’unico vero grande pregio è il libro in sé, il contenuto. L’e-reader è un mezzo per arrivare a perdersi nella lettura, non un gadget polifunzionale da tenere nei negozi di Audio e Video!
        D’accordissimo con te sul mercato libero e le migliorie che spingerebbe i produttori a ricercare. Non sempre però accade. Ho citato Sony proprio per questo. Dopo che Amazon ti tira fuori un K4 a 99, come si fa a proporre qualcosa di poco dissimile a un prezzo così alto? Come sperare di competere quando altri propongono la stessa qualità a meno?

        • L’ultimo capoverso era per dire che ero d’accordo con The_ugly_man in merito al monopolio. Chiedo venia.

  7. Quoto amssimiliano 6 pollici è un formato ridicolo e caro anche a 99€ :-(

  8. Io possiedo un Sony prs t1,sicuramente un buon prodotto peró il nuovo reader Amazon con luce integrata sarà probabilmente il mio secondo reader finché non troveró da vendere il Sony. Per quanto riguarda le funzioni di un reader concordo pienamente con Patrizio.

  9. Ma guarda un po’, forse che Amazon si sia ispirata ad un mio commento del 16.06.2011 su questo bellissimo blog (vedasi la prima risposta nel post http://www.ebookreaderitalia.com/domanda-risposta-tablet-ereader/ ) per questo brevetto di cui Repubblica.it dà notizia? http://www.repubblica.it/tecnologia/2012/08/31/foto/amazon_brevetta_un_tablet_con_due_schermi-41742747/1/?ref=HRESS-31

  10. Alberto, io stesso da tempi non sospetti penso a un dispositivo del genere, ma dubito che se esca avrà un prezzo abbordabile. Il fatto di avere due lati e due schermi un po’ mi lascia perolesso quanto a design ed ergonomicità però penso pure che se si inizia a muoversi in quel senso le strade si troveranno. Sempre che alle masse interessi, altrimenti rimarrà un costoso prodotto di nicchia. Vedasi il Kindle DX, abbandonato a se stesso ad un prezzo spropositato!
    Se viaggio con la fantasia, penso ad un LCD sul quale -all’occorrenza- far semplicemente scorrere uno schermo e-ink flessibilissimo, a mo’ di piccola saracinesca, che chiuda lo schermo LCD con uno schermo adatto alla lettura di libri. Puro e semplice nero su bianco, nulla di più. Per il resto, basterebbe ‘aprire’ lo schermo sottostante. Magari adesso sembra utopia, ma da qui a 5/8 anni, se ve ne fosse richiesta, chissà…
    A me il 6 pollici come formato non dispiace. Per l’uso che ne faccio io, i 10 di un tablet li trovo utili solo in caso di giornali e riviste, dove comunque serve quasi sempre lo zoom per leggere davvero bene. Forse proverei a imporre il 7/8 pollici per gli e-reader. Sembra poco, ma entrerebbero decisamente più caratteri per schermata e non ci si troverebbe a fare 18.000 cambi pagina per leggere un libretto da 200 pagine. A patto che il peso rimanga sotto ai 170 gr., ovviamente!
    È curioso notare come ognuno di noi abbia la propria idea di dispositivo ‘perfetto”. Forse proprio per questo si tende a creare tanti modelli diversi. Alla fin fine, non siamo mai del tutto contenti.

    • Automaticjack says:

      Ti quoto in pieno, l’unica sarebbe avere le Capsule di Dragonball così all’occorrenza tiri fuori dal taschino quella che ti serve “et voila”! Tutti i dispositivi che vuoi in una mano! :) :):)
      Ieri ho misurato le dimensioni occupate nella pagina dal testo di un economico Mondadori e risulta 10×16,8h per cui basterebbe circa un pollice in più per avere lo stesso formato su un reader! Purtroppo, il monopolio di schermi porta a una standardizzazione di formati che impedisce di sperimentare nuove vie.

  11. Cercate con Google “entourage eDGe” e rimarrete sorpresi dal fatto che Amazon stia tentando di brevettare qualcosa che entourage ha prodotto piu’ di due anni fa. (Misteri dello USPTO.)

    In Italia ci sono almeno una ventina di “felici” possessori di tali dualbook; cercate nel forum SBF.

    Purtroppo entourage e’ fallita, forse per errate scelte commerciali, non certo per mancanza di idee…

  12. per ora, la ragione ufficiale per cui il KT3G non è disponibile è la semplice mancanza di scorte -insomma, ha venduto oltre le previsioni!
    Per il resto, sono d’accordo con l’idea di un nuovo Kindle Fire, magari con schermo in grafene ‘srotolabile’ su quello retroilluminato. Due dispositivi in uno renderebbero il tutto troppo pesante e ‘goffo’ da utilizzare, senza contare i costi eccessivi. Sì, conosco l’Entourage, e infatti le scarse vendite ne hanno costretto il ritiro dal mercato. La comodità principale del Kindle è la sua estrema praticità, ed è meglio che così rimanga, visto che è un lettore di libri elettronici, uno ottimo per di più.

  13. Adesso sono ancora più confusa. Stavo dando un’occhiata al sito Amazon dal quale è sparito il Kindle da 199 euro. Mi sono imbattuta nel forum di lettori infrociti per la pessima qualità degli ebook che Amazon propone. Soprattutto quelli di autori stranieri, molti dei quali sono tradotti (se così si può dire) semplicemente con il traduttore di google. Dicono comunque peste e corna anche di molti titoli italiani. Nella mia ignoranza pensavo che fosse la casa editrice a rilasciare l’ebook e che questi equivalesse al cartaceo. Insomma, vale la pena acquistare Kindle e subire (un po’) di angherie da Amazon o è meglio comprare altro e vagare tra ibs etc etc per l’acquisto? Illuminatemi come sempre. Grazie :-)

    • Automaticjack says:

      Quella della traduzione dei titoli stranieri è una diatriba che durerà nei secoli. Come diceva qualcuno “ogni traduzione è un tradimento”. Ho letto di lamentele simili anche su alcune edizioni curate da Mondadori (dai fumetti da “Asterix e Obelix” a opere di G.G.R. Martin).
      In effetti, pare che alcuni titoli presenti su Amazon, sopraattutto quelli molto economici o offerti gratis, soffrano di traduzioni approssimative. In ogni caso se non si è sicuri dell’edizione conviene sempre verificare prima l’estratto, in ogni caso entro una settimana dall’acquisto puoi subito essere rimborsato tramite un’opzione presente sul kindle e poi ci sono le segnalazioni/giudizi degli utenti che hanno già letto il libro a darti un’idea (e pare che Amazon intervenga subito in caso di curatori/autori “furbetti”).

    • sì, margherita, il problema si pone soprattutto per ebook gratuiti e autopubblicati (cioè un ebook che puoi fare tu come privato digitalizzatore e pubblicare su Amazon, ovvero affidarti a loro per distribuirlo). il fatto che siano in vendita su un grande distributore dal nome tanto altisonante non è garanzia di qualità, ahimé.
      sta a te leggere i commenti degli altri lettori, giudicare le anteprime e saperti districare tra i nomi degli editori o degli autori in selfpublishing.
      al momento io però, che pur riconosco ai Kindle un buon primato tra i lettori e scelte di marketing davvero notevoli, non sceglierei un ereader che non legge epub, né Drm Adobe (se non a costo di conversioni e roba varia). Soprattutto ora che è in arrivo ottobre con il Kobo Touch a 99 euro: non avrei dubbi a prendere il Kobo. Oppure il Nook che è in procinto di arrivare.

  14. Pardon, errore di battitura o refuso di stampa dir si voglia: alla terza riga leggere “INFEROCITI” please.

  15. mi chiedo perchè Onyx Boox M92 non venga mai citato

  16. Automaticjack says:

    Un piccolo antipasto prima della cena prevista per le 19:30 (ora italiana)
    http://www.gadgetblog.it/post/23729/nuovi-kindle-touch-kindle-fire-e-kindle-phone-tutto-quello-che-ce-da-sapere-sui-lanci-di-stasera

    al 17° secondo si vede il nuovo kindle. :)

  17. Automaticjack says:

    Ok, è fatta! Appena disponibile in Italia prenoto il mio paperwhite! Ottima anche la notizia di un abbassamento dei prezzi della versione base, speriamo che ciò avvenga anche in Italia.

  18. Amazon è pessima, scusate! Su nessuno store europeo è possibile preordinare il Kindle Paperwhite! Solo i Fire e il modello base (rivisto e con prezzo ridotto). A voi sembra normale? Io la trovo una mossa stupida e priva di senso, a meno che non contino di smaltire da noi europei le copie dei vecchi Touch (l’unico device tattile disponibile al momento).
    Il ‘nuovo’ modello base meriterebbe di rimanere invenduto!

    • Alessandro says:

      Anch’io sono molto interessato al paperwhite… aspetto con ansia una prova sul campo

  19. Ho visto la presentazione di paperwhite, ma chissà in quale secolo arriverà in Italia! Siccome sono indeciso tra Kindle Touch e con tastierino voi quale suggerite? Perchè ci sono ben 50 euro di differenza ora, visto che hanno rivisto i prezzi…

    • Automaticjack says:

      Dipende dalle tue preferenze, alcuni preferiscono i tasti meccanici al lato della cornice. Recati ad un qualunque Euronics entro il 16 che ce l’hanno in volantino (quello coi tasti) e vedi come ti trovi e fai il paragone col Sony T2 (anche quello da Euronics) che ha entrambi i sistemi.