Amazon si affida a Soho, Thor e Apollo

No, non si tratta di un nuovo team di manager neoassunti dalla società americana, né di tre sconosciute startup acquistate per qualche milione di dollari dal vulcanico Jeff Bezos.
Soho, Thor e Apollo sono i tre singolari nomi (in codice) provvisori affibbiati dai progettisti Amazon ai prossimi nuovi modelli del tablet Kindle Fire.

I test ai quali sono stati sottoposti in questi giorni i tre dispositivi svelano qualche dettaglio sulle loro caratteristiche tecniche. Kindle Fire “Soho” non è che l’attuale versione del Kindle Fire HD, quindi con schermo da 7 pollici e risoluzione di 1280×800 pixel e Android versione 4.2

Parte dei risultati dei test del Kindle "Soho"

Parte dei risultati dei test del Kindle "Soho"

Stessa dimensione di schermo per il modello “Thor” ma con risoluzione innalzata a 1920×1200 pixel.
Kindle Fire “Apollo” sarà il modello di punta con schermo da 8.9 pollici e risoluzione spinta fino a 2560×1600 pixel, videocamera da 8M pixel, Ram da 2GByte e processore Qualcomm Snapdragon con frequenza di 2GHz. In pratica si tratta degli attuali modelli ma con schermo migliorato (nella risoluzione).

Come di consueto c’è da aspettarsi ancora una volta che Amazon personalizzi profondamente l’interfaccia utente di Android. Chi già possiede un Kindle Fire avrà senza dubbio notato che dell’interfaccia utente “base” di Android è rimasto ben poco. Nei tablet Fire uno slider a scorrimento con tutti gli oggetti recentemente aperti (ebook, applicazioni, clip video o canzoni) o consultati (pagine web) offre un approccio sensibilmente diverso da quello delle numerose home page che troviamo in uno smartphone o tablet Android based che fungono da raccoglitori di icone o di widgets applicativi. La soluzione di Amazon è forse più chiara per chi si approccia per la prima volta a questo genere di dispositivi (oltre a essere consistente con l’applicazione Kindle) e ha l’indubbio vantaggio – per Amazon – di liberare spazio prezioso nella parte bassa dello schermo da utilizzare per inserti pubblicitari mirati.

I tre tablet dovrebbero essere annunciati nei primi giorni di settembre insieme quasi sicuramente a un nuovo lettore di ebook a inchiostro elettronico.

.

Tags:
Trovato questo articolo interessante?
Condividilo sulla tua rete di contatti Twitter, sulla tua bacheca su Facebook o semplicemente premi "+1" per suggerire questo risultato nelle ricerche di Google. Diffondere contenuti che trovi interessanti aiuta questo blog a crescere. Grazie!

3 Comments

  1. Basta Tablet,facciano un buon ereader in formato 10 pollici,possibilmente con eink a colori e risoluzione decente e che si aprano agli epub,fino allora me ne starò lontano da amazon

  2. @Amigafever vediamo se Sony fa uscire il 13 pollici…

  3. Francamente tutto questo inmpegno sui tablet ha senso, se poi non si può avere un servizio come LOVEFILM a disposizione sul nostro mercato?
    Tante grazie, rimando volentieri l’acquisto