Con un’app sblocchi la bici e pedali

bici_obike_2017

Una oBike.

Scarichi sullo smartphone un’applicazione, localizzi una bici vicino a te, la raggiungi e ne sblocchi il lucchetto inquadrando il suo QR code, poi sei libero di usarla in giro per la città. La lascerai là dove arrivi e ti fa comodo, non in una stazione predisposta, basta bloccarla con il suo lucchetto. È questa la nuova mobilità sostenibile delle città. E passa attraverso il digitale e i nostri smartphone. Si chiama bike sharing senza stazioni o a flusso libero, ma fa più figo chiamarlo bike sharing free floating.

Le istruzioni per scansionare il codice QR e sbloccare una Gobee bike.

Le istruzioni per scansionare il codice QR e sbloccare una Gobee bike.

A Torino, da alcune settimane, sono entrate in servizio migliaia di biciclette di diverse società: Gobee.bike ItaliaoBike Italia e Mobike Italia.

bici_mobike

L’applicazione Mobike visualizza la mappa dei veicoli disponibili.

La novità è che gestisci il noleggio della bici dal tuo smartphone e non la devi parcheggiare in una stazione (come avviene invece, per intenderci, con il servizio ToBike) ma la lasci al tuo punto di arrivo, badando solo a non intralciare marciapiedi e uscite dei palazzi.

I costi sono contenuti (nell’ordine all’incirca di 50 cent alla mezz’ora), l’ambiente ve ne sarà grato e anche la vostra salute ne trarrà giovamento. Quanti vi dicono che siete sempre incollati allo smartphone, vedendovi pedalare questa volta non potranno dire che il digitale vi riduce a vita sedentaria.

(Per quanti invece non riescono proprio a usare una bici in condivisione restano sempre le bici pieghevoli, agevoli per gli spostamenti pendolari e trasportabili fino in ufficio per non lasciarle in strada alla mercé dei ladri.)

Tags: , ,
Trovato questo articolo interessante?
Condividilo sulla tua rete di contatti Twitter, sulla tua bacheca su Facebook o semplicemente premi "+1" per suggerire questo risultato nelle ricerche di Google. Diffondere contenuti che trovi interessanti aiuta questo blog a crescere. Grazie!

Comments are closed.