“Chicken Little” di Cory Doctorow (ediz. ebook, 40K, 2011)

Cory Doctorow è un noto giornalista, blogger e scrittore canadese, sostenitore della liberalizzazione del copyright e dunque delle licenze Creative Commons. Per questo la maggior parte dei suoi scritti è scaricabile gratuitamente da Internet.

Chicken Little è un romanzo breve distopico, ambientato in un futuro in cui tutto è fabbricabile a costo zero e dunque l’unica vera ricchezza è l’innovazione; per questo solo alcuni ricchissimi personaggi, la cui essenza giuridica vacilla tra la persona fisica e la nazione sovrana, possono permettersi di acquisire idee nuove.

In quest’ambito si muove la storia Leon, creativo dalla fervida immaginazione, pagato profumatamente per una missione impossibile: trovare qualcosa di interessante per una di queste mostruose entità economiche.

Il racconto si può situare tra quelle novelle di fantascienza concettuale in cui un futuro, generalmente distopico, fa da cornice per affrontare un tema attualissimo, come quello del consumismo e della produttività in serie.

Per questo il lettore non deve aspettarsi azione né suspense, ma piuttosto uno spunto di riflessione sulle tante strade che tecnologia e mercato stanno aprendo nella nostra vita. Lo stile agile ed elegante rende la lettura assai scorrevole e piacevole, nonostante il tema piuttosto difficile.

In Italia Chicken Little è edito in formato ebook dall’editrice 40k (traduzione a cura di Elena Cantoni e illustrazioni di Franco Brambilla). Il formato è epub e viene distribuito con social DRM (watermark) dai maggiori ebookstore italiani e internazionali.

In conclusione la parola all’autore: ecco quanto dice Cory Doctorow nel dar notizia dell’iniziativa editoriale in lingua italiana.

Tags:
Trovato questo articolo interessante?
Condividilo sulla tua rete di contatti Twitter, sulla tua bacheca su Facebook o semplicemente premi "+1" per suggerire questo risultato nelle ricerche di Google. Diffondere contenuti che trovi interessanti aiuta questo blog a crescere. Grazie!

2 Comments

  1. Io l’ho visto su bookrepublic, ma a pagamento….

  2. Anche su Amazon è a pagamento, avranno sicuramente la scusa di averlo dovuto produrre in formato Kindle…