Concorso letterario Lingua Madre 2015/2016

Il racconto inedito per partecipare al Concorso Lingua Madre non va inviato in digitale. È da presentare invece in tre copie, stampate o scritte a mano in stampatello, proprio per dare possibilità a tutti, per abbassare la soglia di accesso anche a quanti non abbiano dimestichezza con la tecnologia o non possiedano un pc. Per scrivere basta foglio e penna… e immaginazione.

Lingua_Madre_2015Con il bando 2015/2016 il “Concorso letterario nazionale Lingua Madre” arriva alla sua undicesima edizione. Mette in gara racconti di donne straniere in Italia, o di origine straniera di seconda o terza generazione, purché residenti in Italia. È aperto anche ai racconti di donne italiane che vogliano narrare storie di donne straniere.

Gli elaborati non saranno superiori alle 5 cartelle (9 mila battute circa) e dovranno pervenire alla sede torinese del concorso entro il 31 dicembre 2015 esclusivamente a mezzo posta, il che potrebbe parere ad alcuni anacronistico, ma invece è pensato proprio per non escludere quanti non abbiano accesso alla tecnologia.

Si può partecipare come singole concorrenti, oppure in coppia o in gruppo. È infatti consentita, anzi incoraggiata, la collaborazione tra donne straniere e donne italiane nel caso l’uso della lingua italiana scritta presenti delle difficoltà.

Ecco i premi messi in palio per il Concorso Lingua Madre (le vincitrici saranno rese pubbliche entro il 30 aprile 2016):

– Per la sezione Le donne straniere raccontano: 1° classificata 1000 euro; classificata 500 euro (Premio Speciale Consulta Femminile Regionale del Piemonte); 3° classificata 400 euro.

– Per la sezione Le donne italiane raccontano le donne straniere: 1° classificata 400 euro.

– Per l’autrice straniera del racconto maggiormente ispirato ai temi legati al cibo e alla sua produzione verrà assegnato il Premio speciale SlowFood-Terra Madre, consistente nella pubblicazione online su entrambi i siti e un ingresso gratuito al Salone del Gusto o a Cheese.

– Per l’autrice straniera del racconto maggiormente adatto a essere trasposto in sceneggiatura cinematografica verrà tributato il Premio speciale Torino Film Festival, consistente nell’abbonamento gratuito a TFF 2016 e nell’inserimento del racconto prescelto nel programma AdaptLab.

– Per l’autrice straniera del racconto maggiormente ispirato ai temi della pace e della tolleranza sarà assegnato il Premio speciale Rotary Club Torino Mole Antonelliana del valore di 800 euro.

– Per l’autrice straniera del migliore scatto fotografico che esprima il rapporto tra la sua identità, le sue radici e il paese che la ospita, cioè l’Italia, verrà assegnato il Premio speciale Fondazione Sandretto Re Rebaudengo. Sono ammesse a questa sezione fotografica anche tutte le donne italiane che con uno scatto vogliano rappresentare le storie di donne straniere.

– Il Premio speciale Giuria Popolare consistente in alcune prestigiose pubblicazioni artistiche andrà al vincitore più votato tra i dieci racconti finalisti consultabili e sottoposti a voto sul sito del Salone del Libro fino al 30 aprile 2016. Fra il pubblico votante verrà estratto a sorte un nome che riceverà in premio i libri del Concorso Lingua Madre e l’ingresso gratuito al Salone del Libro 2016.

Se volete consultare il bando dettagliato lo trovate a questo link del Concorso Lingua Madre.

.

Tags: , ,
Trovato questo articolo interessante?
Condividilo sulla tua rete di contatti Twitter, sulla tua bacheca su Facebook o semplicemente premi "+1" per suggerire questo risultato nelle ricerche di Google. Diffondere contenuti che trovi interessanti aiuta questo blog a crescere. Grazie!

Un Commento

  1. Immagino avrete anche letto le notizie che riguardano il Salone del Gusto 2016
    http://tinyurl.com/nsgh5mq