A domanda risposta: tablet, ereader o entrambi?

Sarà che l’estate si avvicina e così la voglia di leggere un buon libro, o forse già con la mente alle vacanze pensiamo a quali e quanti libri mettere in valigia, tant’è che in questi giorni al nostro blog arrivano molte email interessanti inviate da lettori che si stanno avvicinando alla lettura digitale e per questo chiedono consigli.

Così, oggi, vi proponiamo tra le tante l’email di Romano, alle prese con la scelta di un dispositivo che legga ebook (rispettando i suoi occhi) e al contempo sia abbastanza versatile da svolgere altre attività informatiche per lui importanti.

Ecco l’email da leggere e commentare insieme:

Carissimi amici di ebookreaderita,
io non sono un drago dell’informatica ma la uso come posso. Sono un discreto lettore di libri, circa una decina all’anno.
Però leggo molto giornali e riviste, in particolare le pagine di cultura dei maggiori quotidiani italiani. Mi interesso di arte e fotografia, letteratura e poesia e da vecchio fotografo in pensione le foto le vorrei di qualità decente.
Cerco uno strumento per la lettura di libri e giornali da portare sempre con me possibilmente tascabile o poco ingombrante. Leggere dove mi trovo la mia posta elettronica e inviare eventuali email. Leggere con la minor fatica, per i miei poveri occhi, ma senza perdere il piacere delle immagini. Poter fare qualche disegno, come pro memoria scrivere dei testi o continuare un mio racconto già iniziato scaricandolo poi sui miei 2 pc. Quando vado a conferenze come il Festival dell’Economia di Trento vorrei registrare le relazioni e i commenti dei relatori e di chi è in sala. Magari poi che la registrazione poi si convertisse in testo scritto?!?
Tutto questo con un solo apparecchio, chiedo troppo alla tecnologia esistente? O mi servono più apparecchi come un tablet e un ebookreader?
Il 10 pollici secondo me è troppo ingombrante un 8″ sarebbe giusto, il tutto si deve sposare con i miei pc: un fisso e un portatile da 15″.
Il tutto a un prezzo ragionevole intorno ai 200-250 € (per un apparecchio).
E’ una sfida a trovare la soluzione più razionale!
Grazie per la vostra attenzione e confido in una saggia risposta.
Distintamente
Romano O.

Forse quello che cerca Romano è un device multifunzione che ancora non esiste.
Il nostro consiglio allora è stato quello, in prima battuta, di valutare l’acquisto di un tablet, per soddisfare le esigenze di mobile-computing e, successivamente, di un dispositivo a inchiostro elettronico (ereader dedicato) da 6 pollici, più piccolo e più portabile rispetto a un tablet, certamente più limitato ma ottimo per lunghe sessioni di lettura.
Dopo l’acquisto di un tablet e un ebook reader probabilmente si vorrà mettere in comunicazione i due apparecchi, in particolare trasferendo ebook o documenti digitali da uno all’altro: cosa ne pensate allora dell’abbinata iPad di Apple e Kindle di Amazon?

Sarebbe interessante e utile sentire la voce di quanti, tra di voi, si sono trovati nella stessa situazione (e con gli stessi dubbi). Se poi ne nascerà una discussione utile e partecipata, potremmo pensare di far divenire A domanda risposta un appuntamento fisso.

Tags: , ,
Trovato questo articolo interessante?
Condividilo sulla tua rete di contatti Twitter, sulla tua bacheca su Facebook o semplicemente premi "+1" per suggerire questo risultato nelle ricerche di Google. Diffondere contenuti che trovi interessanti aiuta questo blog a crescere. Grazie!

31 Comments

  1. Ma non ci ha pensato ancora nessun costruttore a realizzare un tablet a doppia faccia? Da un lato schermo lcd tablet dall’altro schermo e-ink ebookreader. Non mi sembra difficile, solo un po’ più spesso.
    Saluti.

    P.s. ottimo blog, bravi!

    • già, così invece di uno schermo da proteggere te ne ritrovi 2!

    • In realtà Apple ha depositato un brevetto per uno schermo ibrido, LCD+EINK. In pratica due schermi sovrapposti.
      Funzionerà? chissà. La cosa più probabile però è in un’evoluzione degli schermi eink che li rendano più veloci e più simili agli lcd in fatto di prestazioni.
      Del resto i prodotti “duali”, ovvero con i due schermi piuttosto che con due tecnologie fuse, non hanno mai avuto grande fortuna.

  2. Non mi pare che nessuno pensi! Dalle sensazioni che ho, gli ebookreader non credo avranno un grande futuro. In pentola non c’è nulla di interessante; solo tablet per spendaccioni.

  3. io gli consiglierei un netbook.
    Sarebbe meglio un cellulare di ultima generazione con android e schermo a led da 4.3, ma supererebbe il suo budget.
    I tablet sono una (sco)moda e gli ebook reader è come se non fossero mai esistiti.

  4. Se dovessi scegliere per forza tra i due, tablet tutta la vita.
    I reader a E-Ink sembrano dei dispositivi teletrasportati dagli anni 80: vero, ci si legge molto bene (io uso un Sony Reader con grande soddisfazione degli occhi), ma sono troppo limitati.
    Se costassero 50 euro avrebbero un senso, così sono morti in partenza.

  5. Se uno(come me) e’ un lettore accanito
    deve prendere 2 dispositivi.
    tablet : consiglio ipad ma e’ fuori budget,
    per i giornali e riviste pero’ e’ eccezionale.
    per i libri e’ discreto ma di giorno
    non granche’.

    ebookreader: mi trovo bene con il -leggo ibs-
    lo schermo sara’ inferiore al kindle ma si possono caricare i libri italiani (con drm)
    evitando “smanetterie ” informatiche.

  6. Ciao Simone, Amazon + iPad è un’opzione scelta da molti, ma decisamente non rispetta il budget di Romano da 250/250 Eur. Certo é difficile ad oggi trovare un device che sia multimediale e a colori ma con schermo a inchiostro elettronico che non affatichi la vista. Secondo noi peró è solo questione di tempo, entro un anno cominceranno a diffondersi ebook reader a colori e con schermi piú fluidi, forse sono quelli i prodotti ideali per un lettore come Romano. E anche i prezzi continueranno a scendere.

  7. A mio avviso l’unico prodotto che soddisfa quasi tutte le esigenze è il Samsung Galaxy Tab. Non quello nuovo da 10 pollici, ma quello uscito a settembre, da 7 pollici.
    Tecnologia Android, è grosso quanto un kindle, forse meno sottile e più pesante.
    Permette di leggere sia formato kindle che epub, con appositi programmi gratuiti.
    Schermo touch capacitivo, permette di disegnare, leggere, usare la posta elettronica ma anche navigare. Ha anche microfono, videocamera e fotocamera.

    E’ un prodotto pressocheè completo che magari non eguaglia un pc come funzionalità, ma che sicuramente offre portabilità e comodità, e che costa all’incirca 300 euro nuovo.

    • concordo pienamente, però ci vogliono un centinaio di euro in più per il 3G, visto che in Italia il wi-fi pubblico è una chimera

    • Quello che intendi tu è il modello P1010, praticamente il Galaxy Tab senza il modulo 3G.
      L’ho comprato qualche giorno fa, e mi sento di condividere a pieno il tuo punto di vista.
      Ma il tablet non è un pc, come un ebook reader non è un tablet, come un netbook non è un tablet né un pc…
      Diciamo che il P1010 è un ottimo strumento per mobile computing, multimediale il giusto (lo schermo è ottimo ma non eccelso come quello dell’ipad), potente il giusto (android non è responsivo come iOS, all’apparenza, però non lo fa rimpiangere), non leggerissimo come il leggo ibs (per esempio).
      Ma i giornali si leggono, così come i PDF, nonostante lo schermo da 7″ (sul leggo puoi scordartelo, nonostante i 6″)…
      Insomma… credo che sia lo strumento che più si avvicina alle richieste di Romano.
      Non ha il 3G, ma solo il wifi. Che può essere compensato se, per esempio, hai anche uno strumento che ti permette di fare una WLAN personale (chi ha detto iPhone? :-) )

  8. entrambi, io ho ipad e sony650 e solo avendoli entrambi ci si rende conto di come siano complementari, fanno al meglio due cose diverse e pretendere che un solo prodotto li possa riunire allo stato tecnologico attuale è impossibile, in futuro si vedrà.

    • Quoto thomas: anche io presi tempo fà dagli US un PRS-950 sony, che mi ha fatto sostituire al 90% le letture su carta; per riviste o posta o operazioni fatte in rete, l’ipad lo trovo molto utile e reattivo per quello che fà.
      L’unico tablet che consente di avere una resa da display lcd/edeader è il Notion Ink Adam, che dispone di un pannello Pixel Qi che ne consente lo spegnimento della retroilluminazione, risultando molto molto simile ad un ereader (ma gli si avvicina soltanto).
      m.

  9. Simone Bonesini says:

    @tutti: il sig. Romano sicuramente troverà spunti interessanti in questi commenti

    @Re Ratto i prezzi sono per forza destinati a scendere se vogliono venderli (me lo auguro almeno). C’è qualche conferma in questo senso anche da parte di EINK
    che per il 2011 si aspetta una produzione raddoppiata rispetto al 2010 e, per i prossimi anni, anche costi di produzione dei display inferiori del 15/20%.
    Lo spazio per scendere ci sarebbe quindi.

    @Cristian: al Galaxy Tab da 7 pollici sinceramente non avevo pensato. Buona idea. Al momento del lancio aveva qualche problema di stabilità e lentezza, quelli di Samsung li hanno risolti ?
    Comunque potrebbe essere un giusto compromesso tra prezzo, funzionalità e portabilità. Certo il display è LCD probabilmente penalizzate nelle lunghe sessioni di lettura.

    @ebookgratis.it sembra che Hanvon sia pronta a partire con la vendita degli ereader a colori già a luglio, sul mercato cinese. Attendiamo Amazon e Sony per la diffusione di massa.

  10. Romano O. says:

    Vedo che nessuno parla del Asus Eee A 800. Mi sembra che ha delle buone caratteristiche. Mio nipote ha un Asus DR900 e lamenta una certa lentezza in tutto cambio pagina e cambio app. L800 come va? Lo avete testato sarebbe interessante anche per il prezzo (245€ ?) sembra decente per le caratteristiche e funzionalità.
    Aspetto vostre notizie grazie e un caro saluto
    Romano O.

    • lcd non retroilluminato? a vedere le prove sembra una schifezza. E poi non volevi accedere anche alla mail? Se non vivi in un luogo dove abbonda il wi-fi, potresti trovarti in difficoltà…

      • Romano O. says:

        L’Asus AE 800 mi sembra che sia a ink elett.con matita elettronica per disegnare e il registratore in voce, non è stereo. Ance altri non hanno il G3 e wiFi. Ma servono i collegamenti mi sembra che Sony 650 non li abbia
        Da questo punto di vista IBS leggo ha tutto questo, mi domando se servono tu che nici?

        • Io ho il Galaxy P1010, modello solo WiFi. Certo, se il wifi non c’è, è un po’ penalizzato. Nel mio caso, ho anche un iPhone che fa da AP personale (access point wifi), e quindi ho risolto.
          Serve? chissà. Su un ebook reader probabilmente ne puoi fare a meno; su un tablet…

        • leggo che Asus AE800 ha un LCD passivo da 8 pollici – 1024 x 768 px ed ho visto dei video in giro che ne mostrano la scarsa illuminazione.
          Per il resto, secondo me, ogni cosa in meno è limitante quindi devi essere tu a decidere a cosa vuoi rinunciare (avere tutto e a quel prezzo è impossibile)

  11. x Simone Bonesini

    Perche’ non menzionate mai il “KOBO”? ho visto che e’ uscito il nuovo modello,non e’ valido???

  12. Simone Bonesini says:

    @Davide:sì, è vero, possiamo parlare anche del nuovo Kobo, non sembra male. Lo faremo.
    (volevamo recensiere il modello attuale, quello da 99 dollari, ma LiberLiber non è stata in grado di spedirci un campione. In generale è difficile avere questi dispositivi, anche ad Asus abbiamo chiesto più volte il DR900 e l’EA800 senza successo. Idem per il PocketBook – ma questi vendono solo all’estero. Sembra quasi che ai produttori – in particolare Asus che vende direttamente in Italia – non interessi far conoscere i propri prodotti….)

  13. eBookLuke says:

    Il Kobo prima versione, quello che Liber-Liber non distribuisce più pare per problemi di approvvigionamanto, altro non è che che il solito Netronix EB600E, identico allo Shinebook e al Cool-ER, e che costituiva l’hardware base del Cybook Gen3 Gold.
    Luke

  14. Il dispositivo cercato da Romano sarebbe quello ideale, e lo vorrei anche io, eventualmente con budget un po’ piu’ altro, e persino Linux/Mac compatibile, ma non l’ho trovato. Kindle+netbook (gli eePC della ASUS) forse sarebbe la soluzione ideale e non sforerebbe eccessivamente il budget.
    Se non infastidisce leggere sullo schermo, magari solo il computer eePC e il software calibre, che e’ gratis.

    • Emanuela, la mia esperienza attuale mi vede leggere con un Tablet Samsung Galaxy Pad; schermo LCD di alta qualità, ma pur sempre LCD. Ci si può adattare, non provo fastidio a leggere qualche ora prima di addormentarmi.
      Un eeepc sarebbe poco maneggevole, a mio parere, per il formato. Lo “snodo” e la tastiera sono ingombranti e poco pratici.
      Il vantaggio, per ora, dei tablet è la velocità che ti permette, per esempio, di leggere tranquillamente un quotidiano in PDF facendo zoom in tempo reale, cosa che attualmente con gli e-paper non è possibile; tuttavia credo che per letture all’aperto o per durate superiori all’ora continuata, o senza la possibilità di una ricarica ogni 1-2 giorni, l’e-paper sia ad oggi ancora imbattibile.

  15. Ciao,
    sono un ignorante riguardo agli ereader e per questo volevo chiedervi un’aiuto,come ha fatto Romano,a voi che siete + ferrati sull’argomento.
    Faccio parte di un coro ambrosiano/gregoriano e durante le prove mi è venuta in mente un idea: ovvero utilizzare un ereader x leggere e passarci gli spartiti in formato elettronico (magari con bluetooth) ma anche per registrarci e riascoltarci.
    La domanda che vi pongo è un ereader può essere utile o meglio un tablet, insomma quale strumento mi consigliate?
    Grazie

  16. Pingback: A domanda risposta: da dove inizio con il Sony PRS 650? | eBookReader Italia

  17. Ma leggere sul pc no?