Due anime per la Nuova Bic: scrive e diventa touchscreen

Quando sessantasette anni fa il barone Marcel Bich decise di acquistare il brevetto della famosa biro dal giornalista e inventore Laszlo Jozsef Birò aveva intuito le potenzialità di un prodotto commerciale nuovo, innovativo ed economico, quindi alla portata di tutte le tasche.

Grazie al successo della prima penna prodotta, la Eterpen, decise in seguito di darle il suo nome (epurato della h finale di Bich, per evitare associazioni negative dato che nei paesi anglofoni avrebbe assunto lo stesso suono della non proprio edificante parola bitch).

Probabilmente la chiave di successo del marchio (non credo ci sia qualcuno che non conosca l’omino giallo dalla testa a sfera con la penna nascosta dietro le sue spalle!) risiede proprio nel rapporto qualità-prezzo più che equo, caratteristico delle penne BiC, che le ha rese un prodotto “familiare” nel tempo: chi da bambino non ha fatto scorrere tra le mani una BiC per “scaldarne” l’inchiostro o non l’ha strisciata più volte sulla suola di gomma delle scarpe quando non usata da tempo faceva un po’ fatica a scrivere?

Oggi, dopo centinaia di modelli per tutti i gusti (ma sempre basati sull’originale sistema a sfera), passati tra le mani di studenti, casalinghe e lavoratori, la classica BiC cambia, seguendo di pari passo la tecnologia che ne esige l’evoluzione.

Si chiama BiC Cristal Stylus ed è l’ultima arrivata dell’omonimo marchio. La sua particolarità? Sotto le “mentite spoglie” di classica Bic si nasconde una doppia natura. Da un lato l’ormai famigerato pennino a sfera a cui siamo abituati, con il suo caratteristico cappuccio forato in punta che (non tutti sapranno) nasce dall’esigenza di minimizzare i rischi di soffocamento a seguito d’ingestione, soprattutto da parte dei più piccoli. Dall’altro un pennino capacitivo – situato al posto del gommino di chiusura della biro – utilizzabile, quindi, su qualsiasi dispositivo touchscreen, iPhone e iPad compresi.

Bic_Cristal_Stylus_Pack12Annunciata ad agosto dello scorso anno la Bic Cristal Stylus inizia finalmente ad essere disponibile in Italia (prossimamente anche con il modello a punta retrattile), ma per ora con il contagocce rispetto ai pack da 3 o 12 venduti per esempio nel Regno Unito, e con qualche spesa di spedizione che grava sul prezzo abbordabile oscillante tra i 2,37 / 3 €.

È  2 in 1, penna a sfera e insieme stylus, la tradizione che sposa l’innovazione.

.

Tags: , ,
Trovato questo articolo interessante?
Condividilo sulla tua rete di contatti Twitter, sulla tua bacheca su Facebook o semplicemente premi "+1" per suggerire questo risultato nelle ricerche di Google. Diffondere contenuti che trovi interessanti aiuta questo blog a crescere. Grazie!

Comments are closed.