È disponibile Tolino Page, l’ereader “low cost” a sistema aperto

tolino page fronte retroÈ disponibile il nuovo ereader di casa Tolino. Si tratta del Tolino Page, che con i suoi 6 pollici e un prezzo base basso si manifesta sul mercato come un concorrente che insidierà da vicino il modello base del Kindle Amazon.

Per scegliere naturalmente è necessario avere presenti alcune caratteristiche e differenze.

Il Tolino Page ha una risoluzione del suo schermo touch a infrarossi 800 x 600 e una maneggevolezza assicurata dai suoi 170 grammi di peso. Viene proposto nella colorazione kaki al prezzo di 79 euro e fino al 15 marzo è compreso in regalo un caricabatteria da parete.

Trattandosi di un modello base, non integra l’illuminazione schermo, né il tap2flip (il sistema degli altri Tolino per sfogliare le pagine toccando il dorso dell’ereader).

Vanta un sistema aperto e un cloud da utilizzare per leggere ebook in sincronia su più dispositivi (fino a 5). Compatibile con i formati epub, txt, pdf.

La novità degna di nota da prendere in considerazione nel valutare l’acquisto di questo Tolino, ma pure dei suoi compagni di marchio, è l’integrazione con il prestito bibliotecario digitale: si può accedere alla lettura di libri digitali in prestito a tempo.

Per dare elementi di confronto possiamo dire che l’Amazon Kindle, schermo touch 6 pollici, ha un peso piuma di 161 grammi e una risoluzione di 167 ppi. L’ecosistema Amazon opera su un formato proprietario e non legge epub. Il Kindle viene proposto con scocca nera oppure bianca nelle due versioni:

Kindle modello con inserzioni pubblicità prezzo 69,99 euro

Kindle modello senza inserzioni pubblicità prezzo 79,99 euro


Tags: , ,
Trovato questo articolo interessante?
Condividilo sulla tua rete di contatti Twitter, sulla tua bacheca su Facebook o semplicemente premi "+1" per suggerire questo risultato nelle ricerche di Google. Diffondere contenuti che trovi interessanti aiuta questo blog a crescere. Grazie!

6 Commenti

  1. Configurazione hardware davvero scarsa. Va bene che un lettore nuovo alla tecnologia e-ink potrebbe essere maggiormente invogliato dal prezzo basso, ma è necessario considerare che il comfort di lettura è prioritario in questi dispositivi.
    La risoluzione 800×600 è ormai fuori dal mondo, la mancanza di illuminazione frontale un handicap di cui ci si pentirebbe dopo l’acquisto: personalmente consiglierei anche ai “niubbi” di spendere qualcosa in più per un Kobo Aura, il prezzo è comunque molto accessibile e la qualità decisamente più elevata.

    • Tieni conto che è volutamente basico, ha la stessa risoluzione del Kindle base, 167 ppi.
      Va bene per chi vuole iniziare o ha bisogno di un secondo ereader da trattare male (si fa per dire) in viaggio.
      Certo i base non sono consigliati a quanti hanno già l’occhio abituato a 300 ppi o cercano la luce integrata.

  2. Fabrizio Venerandi says:

    cosa intendi per ‘sistema aperto’? Android?