È in pre-ordine il nuovo Kindle Oasis, uscita il 27 aprile a 289,99 euro

È disponibile da oggi in pre-ordine il nuovo Kindle Oasis che come avevamo detto va a posizionarsi tra i top di gamma degli ereader Amazon. Data di uscita prevista è il 27 aprile, ma è ordinabile fin d’ora a euro 289,99 per il modello wifi.

kindle_oasis_preordine27aprLe notizie hanno dunque trovato conferma:

– 6 pollici con schermo E-Ink Carta 300 ppi massima risoluzione

– novità di design, poiché una cornice laterale maggiorata nelle dimensioni diventa il punto di presa e l’ereader, a seconda se si usa la mano destra oppure si è mancini, potrà essere ruotato su se stesso per variare l’impugnatura

touch e insieme tasti volta pagina

– cover compresa nel prezzo, con batteria che prolunga l’autonomia d’uso del lettore ebook fino a più mesi (la custodia è nella gamma colori nero, noce, bordeaux)

Il peso è di 131 grammi (a cover esclusa), quindi la leggerezza è una delle sue caratteristiche.

Bisognerà vedere come sarà accolto da noi lettori ebook questo design asimmetrico e soprattutto la valutazione costi/funzionalità, dato che il comprendere la custodia e il raddoppiamento batteria nel prezzo fa sì che l’asticella si sposti tra i 289,99 e i 349,99 per il modello wifi+3G.

Tags: , ,
Trovato questo articolo interessante?
Condividilo sulla tua rete di contatti Twitter, sulla tua bacheca su Facebook o semplicemente premi "+1" per suggerire questo risultato nelle ricerche di Google. Diffondere contenuti che trovi interessanti aiuta questo blog a crescere. Grazie!

10 Comments

  1. Bellino, ma purtroppo sempre solo 6 pollici; dopo aver “allargato” la batteria, magari potrebbero anche decidersi di aggiungere 1 pollice allo schermo. Comunque € 290 non sono proprio pochini…

  2. Sì, Stefano, questi prezzi li ritengo anch’io decisamente alti, soprattutto di questi tempi e con la concorrenza dei tablet.

  3. Prezzi assurdi per un e-reader che in fin dei conti fa lo stesso servizio di uno da 90€. Uso un Kobo Glo da quando è uscito e non sento il bisogno di cambiarlo, forse spenderei qualche cosa in più per un pollice aggiuntivo, sicuramente 200 euro li spendo più volentieri in e-book…

  4. Mah, idea anche originale -per carità- ma prezzo decisamente fuori misura. La stessa Amazon vende tablet a molto meno. Quanto alla definizione e performance, non vedo perché uno non debba ‘accontentarsi’ di un Paperwhite o persino un Voyage. Lo schermo, in fondo, quello è. Fosse stato più definito, ci sarebbe stato pure. Sento odore di flop…

    PS Piuttosto, Elena, hai notizie dell’uscita del Tolino Vision 3 HD in Italia? Da quando mi hai segnalato che coi Tolino si può girar pagina con un ‘tap’ sul retro, non faccio che contare i giorni, ma non vedo luce! Ormai sarebbe inutile prendere il Vision 2, giusto?

  5. Pura follia… Anch’io come Carlo mi trovo ancora bene con il glorioso Kobo Glo e non penso di cambiarlo a meno di innovazioni davvero utili.
    Per dire: bello poter usare l’ereader in spiaggia senza preoccuparsi di sabbia ed acqua, ma quand’è che penseranno di progettare schermi e-ink che non subiscono ghosting quando si sta sotto il sole a 30 gradi? Il bello di leggere sotto il sole senza riflessi ad oggi è seriamente compromesso da questo limite tecnico.
    Sennò questi magnifici dispositivi possiamo usarli solo sulle spiagge del Baltico…

  6. Infatti quanti hanno il PaperWhite se lo terranno ben stretto.
    C’è da dire che se Amazon fissa questi prezzi è perché intravede acquirenti che non badano a spese, non solo ereader economici o medi.

  7. io ho preso un Tolino Shine a 69 euro. Vengo da un Kindle 4 che ha fatto il suo dovere x 4 anni (e continua a farlo, l’ho “girato” a mia figlia tredicenne).
    Mi trovo molto bene ed è un piacere leggere al buio.

  8. prezzo folle.

  9. Ciao a tutti, anch’io penso che il prezzo fissato sia un po’ fuori standard anche se include la cover e credo che l’Oasis sia indirizzato verso gli appassionati, verso coloro che cercano il top e la cura anche nei minimi dettagli, sia per il design che per il piacere che si trae dalla lettura quando i caratteri sono nitidi e la scala di grigi regala un bianco veramente… “bianco” e un nero altrettanto “nero”. Sono curioso di vedere le prime recensioni. L’estrema leggerezza, i tasti laterali, l’idea che la cornice quasi scompaia al centro concentrandosi su di un lato e bilanciando così il peso a beneficio dell’impugnatura (e della lettura) secondo me sono i punti di forza di una tecnologia piuttosto raffinata, il prezzo può trasformarlo in un clamoroso, e ingiusto, flop. Staremo a vedere..