eBookReader: come lo vorrei


In rete già da qualche tempo si parla della prossima versione del Kindle, quella che per continuità dovrebbe essere la numero 4. Amazon, sempre attenta a recepire le richieste dei clienti, ha aperto una discussione (thread) sul forum ufficiale dedicato all’ereader e-ink che ad oggi è il più venduto al mondo.

L’intento è chiedere agli utenti, o meglio ai lettori, quali nuove funzioni o caratteristiche vorrebbero vedere implementate sulla prossima versione del Kindle.

Rumours in Rete (da prendere quindi come tali) ipotizzano una data di rilascio del Kindle 4 compresa tra fine 2011 e i primi mesi del 2012.

Su iReaderReview (ottima fonte di news sul reading device di Amazon) questo post riporta la lunga lista dei desideri dei kindleisti di mezzo mondo.

Relativamente alle migliorie hardware (cioè ai componenti fisici del Kindle) le richieste più gettonate sono:

  • un processore più veloce (ne beneficerebbe la reattività dell’intero dispositivo)
  • un display da 7 pollici (Kindle ora è in vendita con schermo da 6 e 9.7 pollici)
  • un display con una risoluzione maggiore (il contrasto è già molto buono grazie alla tecnologia Pearl di E Ink)
  • un display touchscreen (il Kindle è l’unico tra gli ereader di fascia alta a non essere touch)
  • lo schermo a colori e/o pieghevole
  • l’introduzione di una tastiera slide-out (cioè a scomparsa, in stile cellulare)
  • la possibilità di usare gli auricolari wireless (in pratica è richiesto il supporto al bluetooth)

Dal punto di vista dell’utilizzo e delle funzionalità invece sono particolarmente caldeggiati questi miglioramenti:

  • introduzione delle collezioni “nidificate” (ossia collezioni all’interno di collezioni, che risponderebbero all’esigenzia di una maggiore precisione nella catalogazione degli ebook caricati sul dispositivo)
  • maggiore velocità nello scaricamento (download) delle pagine web (soprattutto se il collegamento a internet avviene con la connessione telefonica 3G)
  • attivazione del microfono, con la possibilità di impartire al Kindle comandi vocali
  • introduzione di più profili utente, in questo modo più lettori potrebbero quindi utilizzare e condividere lo stesso Kindle
  • migliore gestione dei file musicali caricati sulla memoria del dispositivo
  • introduzione del 1-click bookmark, opzione che consentirebbe di mettere un segnalibro su una pagina premendo un solo tasto della tastiera
  • maggiore flessibilità e possibilità di personalizzare l’attivazione dello screensaver

In attesa quindi della versione 4, Amazon con la solita costanza, continua a migliorare i dispositivi attuali. Proprio in questi giorni infatti è stato annunciato un nuovo aggiornamento del firmware che introduce essenzialmente tre novità: la numerazione reale delle pagine, la possibilità di condividere pubblicamente le note lasciate sul libro con la propria cerchia di contatti e il Before you Go, cioè uno spazio virtuale nel quale commentare e inserire note a caldo sul libro appena terminato, raccogliendo anche qualche spunto su possibili altri libri da leggere successivamente.

Dando uno sguardo invece al forum italiano di Sony, nella sezione dedicata ai Reader PRS troviamo discussioni analoghe a quelle che ci sono sul forum Amazon, nate spontaneamente grazie agli utilizzatori dei dispositivi (in questo caso italiani) e moderate dagli amministratori del forum che, probabilmente, riporteranno successivamente istanze e osservazioni varie al reparto marketing del produttore giapponese.

Anche il Sony PRS potrebbe migliorare:

  • la categorizzazione degli ebook in cartelle e sottocartelle
  • la disponibilità di un maggior numero di dimensioni di font (in questo momento è possibile scegliere tra 6 dimensioni)
  • l’aggiunta libera di altri font a quelli già incorporati nel dispositivo
  • la possibilità di attivare/disattivare la barra di stato
  • un accesso rapido al menù per l’inserimento di note ed evidenziazioni
  • l’organizzazione in cartelle e sottocartelle delle immagini/file musicali/audiolibri caricati nella memoria del dispositivo
  • la realizzazione di un dispositivo con display di 9.7 pollici (apprezzato probabilmente da chi legge PDF in formato A4)

Quelle che trovo più interessanti sono:

  • la richiesta di un Sony PRS da 9.7 pollici anche con le stesse funzioni dei dispositivi attuali, ma temo che il prezzo sarebbe forse eccessivo e tale da far entrare questo ipotetico nuovo ereader nell’orbita di comparazione con i tablet LCD
  • l’adozione da parte di Amazon (ma anche Sony o altri produttori) di processori più veloci che consentirebbero una maggiore reattività dell’interfaccia utente dei dispositivi (a volte però un processore più potente vuol dire anche maggior consumo di batteria)
  • il miglioramento della catalogazione degli ebook salvati nella memoria degli ereader con gerarchie di cartelle e sottocartelle, ma anche con l’introduzione di label (o tag) da “incollare” agli ebook per una ricerca più veloce.

Nel Bookeen Orizon, per esempio, possiamo categorizzare i nostri documenti digitali facilmente, creando cartelle e sottocartelle direttamente sulla memoria del dispositivo, in modo analogo a quanto facciamo con un normale disco su PC.

Tutte queste osservazioni possono valere ovviamente per qualunque altro ereader in commercio.

Vi ritrovate in queste esigenze elencate nelle due liste oppure ne avete altre non incluse, che magari vi stanno più a cuore e che pensate potrebbero aiutarvi/ci a migliorare l’esperienza complessiva di lettura? Proponetele e parliamone insieme.

.

Tags: , ,
Trovato questo articolo interessante?
Condividilo sulla tua rete di contatti Twitter, sulla tua bacheca su Facebook o semplicemente premi "+1" per suggerire questo risultato nelle ricerche di Google. Diffondere contenuti che trovi interessanti aiuta questo blog a crescere. Grazie!

26 Comments

  1. Io non sono molto daccordo sul touchscreen, per diverse ragioni, tra le quali il preservare al meglio lo schermo. Preferirei al posto del piccolo joystick un piccolo touchpad, che ne dici? troppo poco spazio?

    • Simone Bonesini says:

      sì, concordo sul fatto che il pannello touch non deve introdurre riflessioni al display, da questo punto di vista il touch a raggi infrarossi della Sony è un’ottima soluzione.
      Al posto del touchpad si potrebbe usare anche una trackball ottica, come quella in voga sul alcuni smartphone HTC.

      • Anche noi siamo dell’avviso che il touchscreen rappresenti più apparenza che sostanza. Quello che davvero aggiungerebbe valore al già ottimo lettore di Amazon sarebbe una logica più efficiente per muoversi all’interno dell’ebook che si sta leggendo senza necessariamente passare una pagina alla volta o doversi ricordare le location dove si vuole arrivare.
        D’accordissimo anche con Martin che il vero miglioramento sarebbe aprire a pi formati, in primo luogo l’epub (ma qui si apre un altro argomento ed il problema è comune a quasi tutti gli ebook reader)

  2. credo sia fondamentale creare un lettore da 7 pollici; con il 6 pollici un libro lo si legge troppo lentamente…

  3. Simone Bonesini says:

    e cosa ne pensate ad esempio del Nook Color. E’ quasi certa ad esempio l’apertura di un market Android targato Amazon e questo significherebbe l’arrivo a breve anche di un tablet

  4. personalmente non sono interessato ai tablet; anche se sono convinto che, in un giorno lontano, il Kindle diventerà un tablet non retroilluminato…

  5. Martin Sileno says:

    io vorrei una cosa molto semplice.
    vorrei scegliere l’hardware che preferisco e poter comprare i contenuti senza essere vincolato da formati, lucchetti e conversioni.
    migliorerei ancor di più il refresh, il candore degli schermi, un formato intermedio (7 pollici) e processori più veloci per l’avvio del device e per una consultazione con tempi di reazione rapidi.
    la multimedialità, i colori, la connettività 3G a mio modestissimo parere sono solo fumo negli occhi che renderebbero l’ebookreader un ibrido

  6. Stesse considerazioni di Martin…a parte lo schermo, che preferisco da 9 o 10 pollici. In più, vorrei poter fruire di un software interno che mi faccia interagire per la cosultazione con enciclopedie, dizionari, text-to-speech installati.

  7. Simone Bonesini says:

    ciao a tutti. concordo pure io con Martin, oltre a quanto scritto nel post per migliorare gli ereader attuali basterebbe uno schermo + bianco, processore + veloce e anche, a mio parere, un’interfaccia utente migliore e più friendly e in questo i produttori dovrebbero prendere spunto dalle ottime interfaccie degli smartphone Android e Apple.
    Personalmente non ritengo indispensabile il 3G nè il Wifi, però credo che la tendenza ad introdurre funzioni “social” sarà il tema dominante nei prossimi mesi (vedi anche l’ultimo aggiornamento del Kindle) oltre al fatto che con una connessione 3G che si collega solo ad un determinato negozio (IBS ad esempio) è un modo per “legare” i clienti. Sarà inevitabile quindi.
    Poi all’orizzonte, come dice Giovanni, forse ci aspettano tablet non-retroilliminati utilizzabili anche come ereader dedicati.

  8. Simone Bonesini says:

    …per ora Sony sta lavorando ad un tablet (sembra da 9.4 pollici): http://www.netbooknews.it/sony-s1-tablet-android-honeycomb/

  9. Trackball ottica ok! Ma ci vorrebbe pure la possibilità di poter espandere la memoria, di avere un sistema operativo più articolato (feed rss, ipertestualità), schermo tra i 7 e 8 pollici.
    Personalmente non mi interessa molto il colore, né lo streaming, nè la musica da ascoltare.
    Una domanda: avete la percezione di leggere più lentamente rispetto al cartaceo? A proposito: una gestione delle pagine più decente! è un delirio la numerazione del kindle….

  10. @Neuromancer

    Sì, si legge più lentamente rispetto al cartaceo.

    E la risposta è molto semplice: la maggior parte del “tempo di lettura” un essere umano lo perde nell’andare a capo dopo ogni rigo; in un lettore da 6” con una grandezza caratteri accettabile un rigo è molto più breve rispetto a una qualsiasi edizione cartacea in commercio. Prova a diminuire la grandezza dei caratteri e vedrai che leggerai più rapidamente (ma con fatica maggiore).

    Per questo vorrei un lettore da 7 pollici, ma non come l’ha fatto la sony che ha solo aumentato l’altezza e non la larghezza, non ottenendo così nessun beneficio per la lettura.

  11. Simone Bonesini says:

    Sì, la sensazione che ho io è quella di leggere più lentamente forse perchè, come dice Giovanni, il numero di parole di una riga ebook (con dimensione standard tale da non affaticarmi la vista) è inferiore a quello della corrispondente su carta (il numero di “ritorni a capo” è maggiore).
    Per questo motivo giro l’Orizon Bookeen in orizzontale ma cambia poco (in + per i formati ePub lo spazio bianco non sfruttato ai margini dx e sx è veramente tanto e quindi le righe sono comunque corte)

  12. A me piacerebbe molto un kindle touch, del tipo di quelli prodotti da sony dato che mi sembrano essere degli schermi molto validi che non rischiamo di rovinarsi (dovendoci leggere..!), poi magari cercherei di velocizzare il processore… Per tutto il resto (a parte forse i one-click-bookmark… forse.. nel senso che potrebbero essere comodi, ma non indispensabili) mi sembrano delle richieste un po’ assurde: ad esempio le cuffie wireless, i file musicali, i comandi vocali, lo screensaver… Ricorderei che è un ebook non un tablet, se è quello che si vuole, uno si compra un tablet!
    Per quanto riguarda il sony invece: se si decidessero sul serio a fare un modello con schermo da 9.7 pollici giuro che potrei comprarlo subito!

  13. @Francesca

    io ho provato il Sony e ti assicuro che è molto meglio il Kindle: i tasti fisici sono molto più veloci di quelli touch; sia per il cambio pagina, sia per le note… con il sony impieghi una vita per scrivere una nota di due parole!!

    per quanto riguarda la musica, premettendo che è una funzione che c’è già, per me è fondamentale: così quando leggo sul pullman, in treno o in una sala d’attesa posso “esiliarmi” dall’esterno attraverso le cuffiette…

  14. Ciao,
    Ho un kindle3
    Mi piacerebbe un accesso piu’ veloce al text2speech (forse lo faceva notare Lucio) e magari una maggiore facilità di accesso ai diversi vocabolari…
    Mi sono sempre chiesta perche’ Amazon non si fosse evoluta verso il touch screen e dai vostri commenti mi sembra di aver trovato la risposta.

  15. Ah… mi sono accorta che sono a corto di memoria già dopo sole 2 settimane di utilizzo. Pensavo fosse possibile portarmi in giro tutta la mia biblioteca ma a questo punto devo lasciarne parte sul pc di casa.

  16. @michela

    evidentemente ci hai messo su troppi pdf, trasformali in azw

  17. Dopo aver avuto fra le mani un paio di ebook readers ed aver letto diverse schede tecniche di altri con relative recensioni, sono arrivato alla conclusione che un dispositivo nato per immgazzinare libri e farli leggere dovrebbe offrire soprattutto il miglior schermo allo stato dell’arte della tecnologia del momento, la massima duttilità di lettura dei formati esistenti ed il miglior software per la catalogazione e la gestione dei libri, lasciando la possibilità all’utente di implementare, con altri softwares, la capacità del singolo reader. Ognuno di noi ha esigenze e sensibilità diverse, impossibili da soddisfare per il costruttore. E’ inutile inserire segnalibri e note non personalizzate, text-to-speecch improbabili e dizionari, magari neppur interattivi, di trascurabile livello filologico. Più qualità semplice di base e più libertà per le sofisticazioni, laddove servano. Scusate la lunghezza…ma era quasi uno sfogo…

    • giuste osservazioni. Tralasciando Amazon e i suoi DRM, che per chi legge prevalentemente in inglese è probabilmente il top, il Sony forse è quello che offre di più per qualità dello schermo, software e formati supportati. Manca però di Wifi (serve ?), text to speech, di catalogazione e dizionario.

  18. il wi fi serve eccome: sia per leggere articoli web senza accendere il pc, sia per inviare articoli al lettore quando non si ha il lettore a portata di mano, e infine per cercare rapidamente su google una notizia storica, una sigla, o qualsiasi altra cosa che non si conosce che si è trovata sul libro che si sta leggendo…

  19. Un giudizio sul Sony Reader Daily Edition 7″.A parte il prezzo (in vendita negli states a 300 usd)le qualita’ tecniche sono simili al PRS 650? In un sito americano ho letto una recensione che dice no good contrast.Dovrei comperare il mio primo ebook reader.Una domanda.C’e'molta differenza nella lettura fra un 6 ed un 7 pollici??(Leggo solo libri)Grazie

    • Simone Bonesini says:

      ciao mario, non abbiamo avuto modo di provare il PRS950, comunque differisce dal 650 essenzialmente per il display, 1 pollice più grande, e per la connettività wifi/3G.
      Il 3G è inutilizzabile qui in Italia perchè è legato ad operatori USA, il Wifi invece funziona bene.
      Il display è, in questo momento, quanto di meglio offre la tecnologia ad inchiostro elettronico, si tratta dell’EINK “Pearl”.
      A mio avviso è un ottimo schermo, meno grigio rispetto ad altri e ben contrastato (tra l’altro il touchscreen è molto sensibile). Puoi farti un’idea delle differenze con altri schermi qui: http://www.ebookreaderitalia.com/ebookvizplex-pearl-o-sipix/
      Il software è uguale, dizionari, gestione dei PDF, font ecc.. Unico problema ma per il Sony 650 è che da noi è quasi introvabile (a tal proposito guarda su http://www.ebookreaderitalia.com/recensione-sony-prs-650/ l’ultimo commento di oggi di Dario63).
      Per atre info sul Sony PRS950 guarda anche qui: http://www.ebookreaderitalia.com/video-recensione-dellasus-dr900/
      tutti i commenti di BigKahuna

  20. DruidoBianco says:

    A chi dice che legge più lentamente per via delle righe corte, do ragione e consiglio di leggee con lo schermo girato in modalità landascape. Le righe diventano più lunghe di unn libro normale, e il tempo di lettura è paragonabile al cartaceo. Il tasto avanto pagina poi non è scomodo mai, potendo scegliere tra quello sopra o alla base.

    Il sony da 7 pollici è davvero una presa in giro. Come già detto lascia molto spazio vuoto sopra e sotto, è il formato che non va bene non il numero di pollici.

    Sul kindle 4 mi piacerebbe vedere uno schermo a colori, possibilità di tagliere i margini dei pdf, text to speech in italiano, schermo 7 pollici. No al touchscree: anche se funzionasse been con gli infrarossi, toccare di continuo lo schermo lascia le ditate, è oggettivo!