Garante privacy: se usi smartphone e tablet «Fatti furbo!» (ovvero «Fatti smart!»)

Un video del Garante per la protezione dei dati personali sensibilizza tutti noi utenti italiani su quanto sia importante proteggere le nostre informazioni personali quando usiamo tablet e smartphone. Su questi device “intelligenti” sono caricate fotografie personali, sms, rubriche telefoniche, e non di rado – molto incautamente – dati bancari e password.

Un tablet smarrito o uno smartphone rubato, infatti, possono trasformarsi in vere e proprie “cave” di dati, dalle quali persone disoneste possono ricavare tutte le password e gli accessi alla nostra identità in Rete.

Il video suggerisce le accortezze minime da seguire per la sicurezza dei propri dati.

Il discorso per noi di eBookReaderItalia.com si allarga anche agli ebook reader. Sul proprio lettore ebook ognuno di noi spesso conserva mail, accesso diretto a librerie integrate (magari con numero della carta di credito per gli acquisti on line), sincronizzazione con altri device e collegamento con account di social reading. Insomma, in caso di sottrazione dell’ereader ci sarebbe forse tutto il necessario perché il borsaiolo di turno faccia addebitare acquisti indesiderati a nostre spese, resetti librerie personali e si finga noi in Rete inviando commenti, “Mi piace” e tweet.

E voi sui vostri lettori ebook quali dati pensate siano in pericolo oppure quali accortezze usate nel collegare il device alla carta di credito?

 

.

Tags:
Trovato questo articolo interessante?
Condividilo sulla tua rete di contatti Twitter, sulla tua bacheca su Facebook o semplicemente premi "+1" per suggerire questo risultato nelle ricerche di Google. Diffondere contenuti che trovi interessanti aiuta questo blog a crescere. Grazie!

Comments are closed.