Il bando per start up del Salone del libro di Torino #SalTO15

Scade il 10 aprile 2015 il termine per presentarsi come start up innovativa in ambito editoriale e concorrere al bando internazionale del Salone del Libro di Torino, che si svolgerà al Lingotto Fiere dal 14 al 18 maggio. La partecipazione è aperta ad aziende di qualsiasi paese; la candidatura dovrà necessariamente essere compilata in italiano o in inglese. In palio per le 10 start up selezionate vi sarà la partecipazione gratuita al Salone nell’Area Start Up all’interno dello spazio Book to the future.

startup_salTO14Gli enti promotori dell’iniziativa sono Fondazione per il Libro, la Musica, e la Cultura e GL Events Italia – Lingotto Fiere, in collaborazione con Intesa Sanpaolo.

L’Area Start Up ha la finalità di rendere visibili giovani imprese nate da meno di 4 anni che basano sull’innovazione e la tecnologia la loro proposta di servizi all’editoria.

Le start up selezionate che prenderanno parte al Salone avranno un pitch, cioè una sorta di audizione, sulle loro attività a operatori del settore (la presentazione avverrà nell’Area Esperienziale).

Parte integrante della partecipazione al bando è un’attività laboratoriale. Verrà infatti richiesta l’elaborazione di un format digitale creativo e innovativo, a partire da contenuti editoriali proposti da Intesa Sanpaolo. Le giovani imprese potranno coinvolgere un team di creativi, sviluppatori, designer e copywriter per lo sviluppo del format, ma l’attività laboratoriale potrà essere sviluppata soltanto durante i giorni della manifestazione di maggio e il format presentato entro le ore 12 di lunedì 18 maggio.

Al fondo del comunicato del Salone trovate il regolamento della call.

Le candidature possono arrivare da realtà digitali molto diverse tra loro, per fare alcuni esempi: piattaforme per lettura condivisa e tutoraggio studenti, software per contenuti digitali interattivi, applicazioni dedicate all’apprendimento, strumenti per lo studio delle lingue straniere, progetti di realtà aumentata, nuovi hardware e device per la fruizione dei contenuti.

Nella selezione saranno valutati: innovatività del prodotto/servizio; uso originale di tecnologie; fattibilità del progetto; capacità di ingaggio di editori e lettori; originalità del progetto.

.

Tags: , ,
Trovato questo articolo interessante?
Condividilo sulla tua rete di contatti Twitter, sulla tua bacheca su Facebook o semplicemente premi "+1" per suggerire questo risultato nelle ricerche di Google. Diffondere contenuti che trovi interessanti aiuta questo blog a crescere. Grazie!

One Comment

  1. Non mancate di dirci qui se partecipate alla selezione come startup, ok?