In Rete una videorecensione del Txtr Beagle

Abbiamo parlato del Txtr Beagle poco tempo fa perché è un ebook reader che arriverà sul mercato nel 2013 e ha già suscitato un certo interesse non tanto per la dotazione tecnica (che come vedremo nella recensione che segue è abbastanza limitata), ma per il prezzo molto basso al quale verrà proposto: 13 dollari circa.

Un prezzo così basso è reso possibile grazie a precise scelte tecniche del giovane produttore tedesco Txtr e al fatto che il Beagle è sovvenzionato dalle compagnie telefoniche che vogliono offrire insieme ai loro smartphone di ultima generazione anche un ereader a inchiostro elettronico quale completamento ideale di una lettura che per applicazioni e web passa su smartphone, ma per romanzi e contenuti a “lettura prolungata” richiede necessariamente l’inchiostro elettronico di un ebook reader dedicato.

La redazione hi-tech di the Guardian ha provato per alcuni giorni il Beagle confrontandolo con il Kindle “base” venduto da Amazon. La review originale completa di video – in lingua inglese – è disponibile a questo link. In questo articolo, dopo la video review, vi proponiamo gli aspetti salienti della recensione nella nostra libera traduzione e interpretazione.

Caratteristiche tecniche
Beagle misura 14 centimetri di lunghezza, 10,5 di larghezza e ha uno spessore di appena 4,8 millimetri. Il peso è di 128 grammi. Questi numeri, estremamente contenuti, sono frutto di una precisa scelta progettuale che Txtr ha operato per il proprio ereader. Lo schermo E-Ink a 8 tonalita di grigio ha una diagonale che misura 5 pollici ed è privo della funzionalità tattile. Il telaio è completamente in plastica con la cover posteriore disponibile in differenti colori (verde, turchese, grigio, rosso, viola). Il Beagle è privo di qualsiasi forma di connettività, fatta eccezione del Bluetooth. Quindi non ci sono schede di espansione micro-SD, porte Usb, moduli di connettività Wi-Fi o 3G. Tutto è stato pensato con lo scopo di abbattere il peso e i costi di produzione.

La cover multicolore posteriore del Txtr Beagle

La cover multicolore posteriore del Txtr Beagle

Il design del Beagle è caratterizzato da un “labbroinferiore la cui altezza misura 1,4 cm. Questa appendice ha la duplice funzione di aumentare l’ergonomicità rendendo più sicura la presa e ospitare l’alloggiamento delle due batterie stilo AAA (anche ricaricabili).
Sotto lo schermo sono presenti tre tasti, i due per il cambio pagina e quello che richiama la home screen. Lo spazio di archiviazione è di 4 GByte, che al netto del sistema operativo permette di contenere solo 5 ebook (tra poco vi diremo il perché).

Funzionalità
Dimenticate tutte le funzioni che si hanno a disposizione su uno dei piu recenti ebook reader in commercio, sia esso il modello base del Kindle perfettamente integrato nell’ecosistema cloud di Amazon o il Kobo Glo di Mondadori, con schermo illuminato, “imbottito” di dizionari e traduttori multilingua e ottime personalizzazioni del carattere di lettura.
Il Txtr consente solo la lettura del libro digitale, tecnicamente solo il cambio pagina. Come detto prima il tasto centrale porta alla home screen che è costituita dalle copertine dei 5 libri contenuti nella memoria del dispositivo. Un numero così esiguo di ebook è presto spiegato e anche questo dipende da una precisa scelta tecnica.

Per caricare gli ebook sul Beagle è necessario utilizzare l’applicazione Txtr per smartphone disponibile per Android e la piattaforma Apple. Tramite l’applicazione, direttamente dal telefono, si acquistano gli ebook nell’omonimo store online di Txtr oppure si selezionano gli ebook in formato ePub e documenti personali in formato Pdf non protetti da drm Adobe già presenti sullo smartphone. Successivamente basterà mettere in comunicazione lo smartphone e il Beagle con il bluetooth per trasferire i libri digitali.

Il Txtr Beagle comunica con lo smartphone via Bluetooth

Il Txtr Beagle comunica con lo smartphone via Bluetooth

Durante il trasferimento degli ebook l’applicazione su smartphone convertirà le pagine dei libri in immagini bitmap, che ovviamente andranno a ingigantire le dimensioni finali del libro. Ecco perché la memoria del Beagle può contenere al massimo 5 libri, che di per sé potrebbe non essere una limitazione così stringente. Quanti di noi leggono contemporaneamente più di 5 libri? Piuttosto il fatto che le pagine siano trasformate in immagini spiega il motivo della scarsissima dotazione funzionale del Beagle. Come ben immaginate, per esempio, non è possibile ridimensionare il carattere la cui dimensione deve essere scelta sullo smartphone prima del trasferimento degli ebook sul Beagle.

La review inglese effettua il confronto con il Kindle. Sotto l’aspetto puramente tecnico è chiaro che il dispositivo di Amazon è nettamente superiore, dal punto di vista funzionale invece i due device sono completamente diversi e un confronto a nostro parere è improponibile. La qualità di visualizzazione e il confort di lettura del Beagle sembra aver soddisfatto la redazione di the Guardian che, nonostante il minor contrasto carattere/sfondo riscontrabile sull’ereader del produttore tedesco, dà più risalto all’elevato valore di DPI del Beagle rispetto a quello del Kindle base (200 contro i 167 del device di Amazon, dato che in presenza di uguale risoluzione 800 x 600 la si deve rapportare a uno schermo da 5 pollici per il Beagle e di 6 pollici per il Kindle).

Txtr stima una durata della batteria di un anno, supponendo che il lettore medio legga in questo intervallo di tempo 12/15 libri. La data precisa di commercializzazione del Beagle non è ancora stata ufficializzata, sicuramente arriverà nel corso del 2013 sul mercato inglese dove le trattative tra Txtr e alcuni operatori telefonici (tra i quali sembra ci sia Vodafone) sono a buon punto.

Fonte The Guardian

.

Tags:
Trovato questo articolo interessante?
Condividilo sulla tua rete di contatti Twitter, sulla tua bacheca su Facebook o semplicemente premi "+1" per suggerire questo risultato nelle ricerche di Google. Diffondere contenuti che trovi interessanti aiuta questo blog a crescere. Grazie!

7 Comments

  1. Di solito mi piacciono le cose grezze, poco costose e che fanno il loro sporco lavoro. Ma almeno una porta microusb potevano metterla! Così potevo interfacciarlo direttamente al pc.

  2. Concordo con Jason Kidd, ma mi rendo anche conto che -forse- la vendita abbinata a uno smartphone assicura introiti e permette il prezzo irrisorio. Se prende piede, non dubito che venga trovato un modo diverso di abbattere i costi.

  3. Automaticjack says:

    Di per sé l’idea non è priva di senso anzi, chi ha uno smart o un tablet, potrebbe apprezzare molto se il costo fosse veramente basso.
    Continuando così mi chiedo a quando gli ebookreader usa-e-getta con un tot di libri precaricati: compri (a pochissimo), leggi e getti (o regali).

  4. Nel momento in cui sarà possibile acquistarlo, potrei comprarne anche una decina di esemplari. Una tecnologia come quelle dell’e-ink può solo che esser diffusa e regalata. E’ spettacolare.

  5. Costa poco ma convertire ogni pagina in un immagine mi pare un idiozia. Mi sfugge la ragione per la quale non potevavano fargli leggere un ebook in formato epub che occupa pure molto meno spazio. Visto il prezzo mi aspettavo forti limitazioni ma questa mi pare una stupidaggine priva di senso se lo possono tenere preferisco spendere di più ma a vere qualcosa di più sensato.

  6. L’idea della conversione in immagini bitmap è davvero una scelta senza senso, per il resto è davvero ok

  7. beh, il prodotto sembra buono, ma il nome mi fa proprio vomitare, odio i beagle