Kiwie e il suo lettore e-libro

In questo post vi presentiamo e-libro della Kiwie.

In Rete si trovano poche notizie su questo device e ancor meno immagini (integreremo magari con un breve video).

Questo apparecchio della Kiwie è un  lettore  e-ink  con schermo  a 6 pollici e 4 livelli di grigio: molto leggero e sottilissimo (pesa appena 178 gr e ha uno spessore di 10mm) presenta quindi una buona portabilità, infatti se protetto con custodia può davvero stare in borsetta o essere portato con sé insieme all’agenda di lavoro. È un apparecchio per sola lettura (non implementa infatti la scrittura come avviene ormai per molti dei device a 6 pollici che appartengono a una fascia più alta) e sebbene i lettori ebook a inchiostro elettronico attualmente considerati “di grido” esigano ormai processori veloci, possibilità di connessione wi-fi e 3G, non per questo il lettore e-libro va sottovalutato: a noi è parso un device basic – dalle funzionalità quindi di base – che può vantare un significativo rapporto qualità/prezzo. Adatto per una prima ‘alfabetizzazione’ con lettori a inchiostro elettronico e per chi desidera sperimentare la novità di questi device senza però andare incontro a spese troppo impegnative.

La sua memoria interna di 2 GB può essere espansa con Sd Card. Supporta i seguenti file di testo: ASCII, UNICODE, TXT, DOC, HTML, EPUB, PDF, FB2. Per quanto riguarda le immagini legge JPEG e BMP e come file audio “ascolta” MP3, WMA, APE, FLAC, AAC.

È dotato di G-sensor che fa ruotare il testo in funzione della posizione verticale o orizzontale data allo schermo.

Il prodotto è distribuito dalla Double Crazy, http://double-crazy.com/ azienda della zona di Varese. Su design italiano viene prodotto in Cina.

Noi lo abbiamo scoperto grazie al lancio commerciale fatto nei supermercati Bennet.

L’offerta del lettore e-libro si integra anche con i contenuti in italiano di uno store, Eboogle, che attraverso il sito mette a disposizione file in formato epub e pdf (vi è anche una selezione di ebook gratuiti http://www.eboogle.it/gratis ).

Per una sintesi delle caratteristiche di questo lettore ebook rimandiamo al nostro comparatore di ereader nel quale troverete a breve trovate la scheda tecnica (al momento è in preparazione). http://modelli.ebookreaderitalia.com/kiwie/e-libro/

Analizziamo ora brevemente qui di seguito alcuni pro e contro dell’e-libro.

Contribuite anche voi: attendiamo vostri commenti, eventuali smentite o ulteriori informazioni soprattutto da parte di chi tra voi ne è user.

Display

:-) I bordi del case sono minimi per cui è davvero ampio lo spazio di lettura, nella pratica è pressoché tutto spazio schermo.

:-( Il display risulta alla vista di grigio intenso, e quindi l’effetto lettura è come su carta riciclata.

Case

:-) Il case dell’apparecchio è davvero sottilissimo (in plastica bianca), maneggevole con una mano sola, davvero leggero, max portabilità.

:-( Talmente leggero che scivola letteralmente di mano, fate attenzione!

Tasti

:-) Belli i 4 tasti touch a sfioramento che si illuminano (bella sensazione).

:-( I tasti funzione invece al tatto paiono a volte un poco precari e ‘plasticosi’, cioè poco piacevoli e al tocco non sempre pienamente rispondenti.

Velocità caricamento pagina

:-) I documenti snelli risentono meno della lentezza nel refresh.

:-( Lenta la risposta di caricamento dai menu (compare la scritta “Attendere”) e il refresh di pagina.

G-sensor

:-) Utile e immediata funzionalità.

:-( n.p.

Rapporto qualità/prezzo

:-) Ottimo rapporto qualità/prezzo, sempre tenendo conto delle caratteristiche e delle funzioni che supporta questo lettore ebook. Nel prezzo inoltre sono inclusi ebook gratuiti e 170 euro di ebook da scaricare su eBoogle.

:-( Lo store eBoogle.it presenta già un catalogo di contenuti in italiano, ma non si distingue particolarmente da altri siti che propongono testi fuori diritti senza passaggio di revisione editoriale.

Compatibilità formati

:-) Comodo caricare i file doc, rende possibile leggere report o ‘letteratura grigia’ (sempre previa impaginazione ottimizzata per un 6 pollici).

:-( Non legge epub con DRM. Non riformatta i pdf.

Accessori

:-) Pochi cavi da portarsi appresso perché la ricarica si effettua collegando il cavo Usb al computer.

:-( Per chi viaggia leggero e senza computer al seguito sarebbe apprezzabile includere nel kit degli accessori una spina in più: l’Usb-charger.

Package

:-) Confezionato in modo compatto, senza sprechi di materiali. Bella scatola robusta, chiusura a libro con magnete.

:-( n.p.

Tags: , ,
Trovato questo articolo interessante?
Condividilo sulla tua rete di contatti Twitter, sulla tua bacheca su Facebook o semplicemente premi "+1" per suggerire questo risultato nelle ricerche di Google. Diffondere contenuti che trovi interessanti aiuta questo blog a crescere. Grazie!

48 Comments

  1. Concordo su tutto tranne che sul rapporta qualità/prezzo, infatti al bennet è venduto a 200 euro. Considerando che a 150 euro si trova un bebook mini, a 200 un opus, e a circa 215 euro un Kindle 2 con connessione internet libera e gratuita GRATIS (sdoganam incluso), il prezzo del kiwie è decisamente spropositato. Personalmente lo comprerei per 100 euro :)

  2. Ho da due mesi questo lettore e mi trovo molto bene. Lo uso moltissimo e non si è mai piantato nè ha mai dato altri problemi. Prima di comprarlo ho provato molti altri lettori e, a mio parere, gli unici difetti sono la lentezza (è più lento dei top di gamma presenti nel mercato) e l’impossibilità di leggere ebook protetti. La qualità dello schermo è ottima. L’hardware dovrebbe essere quello dell’oaxis w960, chissà se vedremo mai un nuovo firmware (ma non so a cosa potrebbe servire, beh, in effetti dovrebbe poter gestire 8 livelli di grigio…).

  3. @andrea: grazie per il tuo commento. :-) sì, hai ragione, il paragone prezzo con i device che hai citato va a loro favore (anche se sarei prudente con il Kindle perché il suo uso in Italia non esprime forse al meglio tutte le potenzialità che potresti sfruttare in USA). parlavo però di buon rapporto qualità/prezzo tenendo presente che l’offerta dell’e-libro comprende anche gli ebook gratuiti che ti danno e il buono spesa da utilizzare su eBoogle (se uno non li usa allora nel paragone conta solo il prezzo del lettore ebook, concordo).

    @lucio: bene un User di e-libro che ce ne parla per esperienza diretta!
    sì, il non poter leggere ebook con DRM particolarmente ‘lucchettati’ è un grande problema ora che iniziano a uscire contenuti da grandi editori che li vogliono protetti.
    riguardo al firmware sapevo che è identico al Mediacom, per intenderci il Jerry-Book.

  4. Buongiorno a tutti,anch’io ho acquistato circa un mese fa questo prodotto presso Darty di Milano a 249€, devo dire che sono abbastanza soddisfatto, in precedenza ho utilizzato un KERD-100 kentron da 5″ pagato 199€.
    A tal proposito caro Andrea, posso garantirti che la differenza di resa tra un 5 e un 6″ non è paragonabile, ho regalato il 5″ e ho trovato nell’E-LIBRO un buon prodotto, prima di acquistarlo ne ho provati molti nei centri commerciali e a parità di prezzo non ne ho trovati con G-sensor e speaker per l’ascolto durante la lettura senza auricolari, molti hanno solo il jack.
    Inoltre la comparazione con bebook mini, oltre il 5″ ricordo che l’E-LIBRO ha 2GB di memoria flash contro i 512MB e 50 libri inclusi oltre un buono da 170€ di valore da spendere su eboogle e io non ho trovato a meno di 199€ il BeBook mini http://mybebook.com/5-inch-ereaders/c15/p11/bebook-mini-ereader/product_info.html .

    Ho anche un iPad 3G 64Gb che funziona ottimamente per molti aspetti ma che non potrà mai a mio avviso sostituire un ebook per la lettura, troppo pesante, grosso e costoso da portare in spiaggia o da leggere in metropolitana.

  5. @giuseppe: grazie della segnalazione, quindi c’è una politica dei prezzi variegata per l’e-libro. sarebbe interessante approfondire.

    intanto, a completezza di quanto detto vi segnalo altre immagini in Rete di questo lettore ebook:
    http://www.doublecrazy.info/e-libro/category/2.html
    e il 3D nell’area prodotti/ebook/elibro di http://www.kiwie.eu

  6. Salve a tutti, complimenti per l’ottimo lavoro. Perdonatemi però una sola precisazione: riguardo a “Lo store eBoogle.it presenta già un catalogo di contenuti in italiano, ma non si distingue particolarmente da altri siti che propongono testi fuori diritti senza passaggio di revisione editoriale”, presumo sia una impressione non appoggiata da verifiche.
    Eboogle è una casa editrice molto accurata (e questo lo si può iniziare a vedere già superficialmente, a partire da ogni singolo aspetto del sito, delle copertine degli ebook, etc.): anche gli ebook gratuiti sono impaginati, corretti e supervisionati (per dirne una, siamo gli unici che forniamo la Divina Commedia con i versi) come tutti gli altri del nostro catalogo. E questo rappresenta un caso unico in Italia dove gli ebook gratuiti sono semplicemente rigirati ai lettori senza una re-impostazione almeno “formale” e sono quindi illeggibili.
    Quindi, a riprova della stima che abbiamo verso il pesante lavoro che i nostri collaboratori effettuano ogni giorno sui testi gratuiti (che offriamo sia in versione epub che pdf) devo smentire almeno l’affermazione che ho citato. Questo per quanto riguarda gli ebook gratuiti. Tutti quelli in catalogo credo parlino da sé. Non solo si distinguono, ma rientrano in una filosofia editoriale molto precisa e selettiva che da poco si è aperta anche alla narrativa.
    Ma questo commento non vuole essere uno spot. Perciò mi fermo qua. Ad ogni modo, a tutti, qualunque reader utilizziate, qualsiasi editore scegliate, leggete, leggete, leggete. Sempre. Buona lettura.

  7. Bentrovato eboogle.it !
    Sono lieta diate la vostra risposta in merito, perché il dibattito su ‘come’ fare gli ebook si è a mio avviso davvero appena aperto.
    Chiarisco subito due aspetti della mia affermazione sulla mancata cura editoriale: primo, non è mia intenzione recare danno al vostro lavoro che anzi reputo significativo data l’attuale carenza di contenuti in italiano; secondo, cercherò di non sdottorare troppo in materia editoriale. La mia però non è “un’affermazione non appoggiata da verifiche”. Valuto la cura nell’editing di un contenuto partendo dal rispetto di norme editoriali che sono patrimonio comune e che in molti testi gratuiti di eboogle non ho trovato rispettate. Per intenderci: ho trovato l’uso dell’apice al posto dell’apostrofo (come peraltro vedete spesso in questo blog, ma è un peccato qui perdonabile perché figlio dei media da cui scriviamo in mobilità ;-) ); l’uso del doppio apice in luogo delle virgolette alte; il mancato a capo in testi teatrali al cambio di personaggio nella battuta; una diversa interlinea all’a capo nel parlato di uno stesso personaggio (es. Otello); vedove e orfane qua e là in testa o al piede della pagina; qualche refuso (ma, riconosco, non molti); e altre cose di minor conto. Oppure omissioni gravi tipo non suddividere correttamente la versificazione nei testi poetici (tanto per portare es. la Gerusalemme Liberata).
    Mancano poi molte info di colophon che ritengo essenziali perché l’ebook non sia un ‘libro di serie B’ rispetto al libro a stampa: per esempio, il curatore è eboogle ma non sono individuate persone fisiche responsabili della scientificità del testo, c’è l’anno di edizione ma non la release del file, ecc.
    Termino qui per non essere troppo tecnica.
    Ho dato qualche esempio, altri ne potrebbero seguire, in ogni caso ribadisco che il vostro lavoro è da apprezzare (e certo migliorabile) in questo momento in cui il paradigma ebook si va definendo. :-)

  8. Salve Elena,
    grazie per le analisi che ha effettuato, segno di cura e di passione, la stessa che stiamo cercando di metterci noi. Controlleremo e terremo sicuramente conto di queste valutazioni.
    Per quanto riguarda gli ebook gratuiti noi abbiamo cercato di dare dignità a testi classici che solitamente arrivavano ai lettori in formati illeggibili e che quindi, almeno secondo noi, respingevano la lettura. Senza scendere in dettagli tecnici, abbiamo diviso i testi in capitoli; quando è stato possibile farlo abbiamo curato la divisione in versi; abbiamo – credo, caso raro in questo campo – effettuato un lavoro relativo al progetto grafico, dando quindi una gradevolezza estetica ai testi e alla loro impaginazione, abbiamo inserito la “seconda di copertina”, gli indici linkabili, etc. (sembra banale, ma quasi mai negli ebook gratuiti troviamo una cosa scontata come l’indice).
    Certo, è un’attività migliorabile, ma è molto lavoro se si pensa che stiamo parlando dei testi che vengono regalati, non di quelli che selezioniamo, curiamo e vendiamo. Si tratta di capolavori certo, ma che fino a poco fa venivano offerti senza alcuna traccia del lavoro che noi oggi svolgiamo. Lavoro (risorse e tempo) “rubato” a quello portante, quello che in teoria permette a una casa editrice di andare avanti. Quindi è chiaro che, almeno in questa fase, non può essere all’altezza della relativa cura svolta per gli ebook delle nostre collane.
    Se avrà modo di vederli infatti, troverà in essi un lavoro di editing totale, la persona che ha svolto le mansioni di curatore, le note, le immagini, i link ipertestuali, e molto, molto altro. Prossimamente faremo dei post dedicati agli “interni” dei nostri ebook in modo anche da svelare questi aspetti nascosti.
    Credo che nell’ambito della gestione del tempo – e mi creda noi lavoriamo “perennemente”, senza soste quindi – sia normale avere delle priorità. I “nostri” ebook (quindi quelli che noi cerchiamo, leggiamo, correggiamo, scegliamo, proponiamo, editiamo e vendiamo) e i nostri autori sono al momento la nostra priorità. E, credo, per quelli dobbiamo essere “ giudicati”. Nei “nostri” ebook si vedrà che – e qui Elena siamo perfettamente in linea – “l’ebook non è un ‘libro di serie B’ rispetto al libro a stampa”. Anzi ha delle potenzialità che mancano al libro cartaceo (per il quale, sia chiaro, noi di Eboogle abbiamo ancora totale ammirazione).
    Gli ebook gratuiti invece possiamo considerarli una missione. E per quanto ci stiano a cuore i loro contenuti è evidente che non possiamo dedicare il nostro tempo-pieno a libri da regalare.
    Ad ogni modo, ripeto, ogni aspetto è migliorabile e da questo punto di vista il suo giudizio (così come quello dei lettori) si rivela prezioso: noi crediamo fortissimamente nella collaborazione tra utenti e in ogni aspetto di questa meravigliosa alleanza costruttiva che è la Rete. Quindi Elena, grazie davvero e a presto.

  9. Bene eBoogle, spero allora di vedere presto queste ‘anteprime’ dei vostri ebook offerti in vendita. I lettori, sono certa, aspettano trepidanti nuovi contenuti in italiano.
    Ci rivediamo in Rete! ;-)

  10. Pingback: Mediacom Jerry-Book E60 | eBookReaderItalia

  11. E’ in offerta alla bennet a 99 euro fino al 25 luglio

  12. però su eBoogle ti fanno scaricare dei pacchetti di libri (sia quello gratuito che quello regalo acquistando l’e-book Kiwi) davvero improponibili! :-(

    io mi trovo bene con il mio Kiwino, però il prezzo, per le sue prestazioni, lo trovo cmq eccessivo.

  13. Ma per trovare una custodia adatta, dove potrei guardare?
    Mi piacerebbe davvero portarlo in borsa liberamente (ancora ce l’ho tutto avvolto dalla pellicola protettiva).
    grazie per i vs suggerimenti,

    ciao!

    • @mara:hai provato a guardare qui:
      http://www.rewindcam.eu/kiwie/
      seleziona prodotti–>ebook–>e-libro–>custodia

      il Kiwie è commercializzaro da Double Crazy di Varese , http://www.doublecrazy.it magari puoi provare a sentirli per email/telefono.

      l’alternativa estera (!) potrebbe essere questa:
      il Kiwie che abbiamo recensito qualche settimana fa e il Jerry-Book sono lo stesso dispositivo, firmware e dimensioni coincidono (11.6 cm x 16 cm x 1 cm)
      Ho letto su sbf che il jerry book è commercializzato in Spagna dalla Energy Sistem, http://www.energysistem.com, sotto il nome Energy Book 1060
      La sheda del prodotto è questa:
      http://www.energysistem.com/it-en/item/energy_book_1060
      è uguale al Jerry-Book e anche le dimensioni coincidono.

      In Spagna l’Energy Book 1060 è venduto con custodia rigida a libretto.
      Spulciando allora tra gli accessori ho trovato quella che è la custodia dell’Energy Book o (a questo punto) Jerry Book/Kiwie (visto che sono identici)
      http://www.energysistem.com/it-en/item/energy_ra-f1060_book_series
      costa 15 euro circa.
      occhio però che il kiwie non ha i due tasti sul retro come il jerrybook/energy book 1060 (e infatti la custodia riporta una piccola fessura posteriore) e soprattutto ha i tasti funzioni sul lato dx mentre il jerrybook/enery book no.
      anche in questo è meglio se li contatti per email (oppure possiamo farlo noi)
      spero di esserti stato utile, ciao

  14. @mara: sì, cercala pure con le info date da simone. :-)
    assicurati solo che corrispondano i vari ed eventuali fori x prese, alimentazione & c.

  15. @elena e simone:

    Grazie, siete stati gentilissimi!
    Vado subito a vedere!

    saluti e buone vacanze a chi sta andando!

  16. Con il kindle 3 a 140 dollari qualcuno ha il coraggio di comprare queste cinesate ? poi quei libri che vendono sono della stessa forza di quelli che ti promettono di arricchirti lavorando 2 ore al giorno

    • Gennaro, benvenuto. Ti dirò io ho provato il Kiwie, Mediacom, sto usando il Nilox e tra un po’ avrò un EV Reader. Non sono grandi marche e, secondo me, non reggono il confronto cn Kindle nei termini dell’esperienza complessiva di lettura. Amazon fa solo questo (vende libri/ebook/ereader) e ha sfornato varie app per il Kindle su tutte le piattaforme oggi disponibili che ti consentono di leggere ovunque e con qualunque mezzo. I dispositivi che ho testato fanno comunque il loro lavoro anche se cn qualche limite: velocità di cambio pagina, numero di font disponibili, zoom, gestione PDF, aggiornamenti firmware non così frequenti …. Se considero tutto questo, sì… il prezzo al quale li vendono,anche in rete, è eccessivo.

    • @gennaro: sì, l’abbattimento dei prezzi dal kindle in giù (o su ! ) ha portato parecchio fuori mercato certi dispositivi. d’altronde è un settore con cambiamenti talmente rapidi e device in uscita da un giorno all’altro che la recensione di un apparecchio risulta già vecchia non appena si clicca per pubblicarne il post!
      riguardo alla “china” non sono io a dover ricordare che la maggior parte della produzione schermi e case avviene nei paesi orientali, quindi abbiamo poco da fare gli occidentali doc. quel che conta è che non vada a discapito di design, materiali, progettazione e magari anche politiche del lavoro (nel senso di rispetto dei diritti dei lavoratori su quei mercati, cosa per la quale nessuno mi pare stia ancora chiedendo grandi certificazioni).
      per quanto riguarda poi i contenuti di eBoogle avrai letto le mie considerazioni non proprio rosee, e in ogni caso ti/vi invito sempre a scrivere direttamente a chi apre content store, perché anche le vostre critiche possono far cambiare in meglio i contenuti in italiano che stanno uscendo in ebook. :-)

  17. Pingback: Uhh… che prezzi ! | eBookReader Italia

  18. Salve a tutti,
    io ho acquistato da pochi giorni la nuova versione del Kiwie, “FIVE-BOOK e-book reader 5″ TFT Speaker” a € 129 in un centro commerciale “Il Gigante”. La nuova versione è a colori, si può vedere Films Avi/Vob/Flv ecc, Musica Mp3, Foto Jpg/Bmp/Gif, Libri in Txt/Pdf/epub ecc.
    La mia opinione è Qualità/Prezzo eccezionale, si vede benissimo, si sente benissimo, l’unico difetto è che il Pdf non si espande, e usando lo zoom lo si vede a fasce, per cui è da convertire il Pdf in epub.
    ciao a tutti

  19. salve a tutti,

    ho acquistato da non molto l’e-book reader della kiwie, e mi succede che si impalli spesso, e per farlo riprendere devo resettare più e più volte, accendere…spegnere…resettare…voi che ne pensate? è il caso di mandarlo a visionare?

    grazie

    • ciao Elena, se lo hai preso da poco è ancora in garanzia e quindi è meglio che lo fai controllare da chi te lo ha venduto. Se vuoi sentire il direttamente il produttore ecco la pagina dei contatti: http://double-crazy.com/page12/contacts.html

      • ciao Elena io l’ho comprato da un mese è mi da lo stesso problema lo portato di nuovo nel negozio dove è stato acquistato e lo dovranno portare a farlo controllare, il venditore che è mio amico mi ha detto che probabilmente è difettato, quindi ti consiglio di riportarlo e farlo controllare

  20. Buonasera a tutti.
    Io ho comperato il piccolo Kiwie poco prima di andare in vacanza, in Luglio e devo dire che ne sono contento.

    Non sarà il plus ultra della tecnologia ma considerando che si fa una fatica immane a trovare un media store di qualsiasi tipo che abbia più di un modello o due di e-book reader esposti, se la cava egregiamente.

    Ovviamente dipende da ciò che uno cerca: nel mio caso mi serviva un buon lettore e-ink (dei pdf, sinceramente, non mi interessa è il peggior formato che esista per questi lettori) con una buona autonomia di batteria e una capacità di memorizzazione assai elevata (ehm, sono un lettore accanito, lo ammetto).

    Quindi per me è un apparecchio valido. Devo dire che ha anche una definizione fantastica.

    • Commenti come i tuoi sono importanti perchè dimostrano come si possa leggere con soddisfazione anche su dispositivi meno blasonati.
      Grazie di esserti fermato ;-)

  21. Ho comprato ieri e-libro, mi sembra ottimo, anche se ho poca esperienza perche’ e’ il mio primo ebook, ma dopo aver letto diverse pagine dei libri in esso contenuti, mi sembra facile da usare, ottimo se si legge la sera a letto per via della sua leggerezza.. non so pero’ come fare a utilizzare i 170€ del buono da spendere su eboogle

    • alberto prima di tutto vai sul sito di eBoogle e leggi quanto dicono in proposito, se poi non risolvi il problema scrivigli direttamente e chiedi delucidazioni.

      • Domanda a chiunque sia in possesso dell’e-book reader dell Kiwie: ho un problema!
        Non riesco a capire se si sta caricando, il manuale dice “quando il dispositivo è scarico, la luce blu non sarà brillante all’accensione, si prega di ricaricare”
        Innanzitutto l’unica luce che c’è all’accesione è rossa…e l’ho già tenuto un pezzo agganciato al pc!

        Ulteriore questione: i libri già dentro l’e-reader non sono affatto 50 ma 35

        Infine: i 170 euro da spendere su eboogle…ho dato un’occhiata al catalogo: NON ci sono romanzi, solo manuali, vi risulta?
        grazie!

  22. Ciao e grazie per le recensioni.
    Mi hann appena regalato per natale questo device e, devo dire, di essere abbastanza perplesso.
    Intanto trovo lo schermo abbastanza piccolo, ma a leggere le vostre opinioni, parrebbe di buona qualità (è il mio primo ebook reader), ma soprattutto è estremamente lento nella gestione dei file multimediali.
    Impossibile caricare video di buona qualità e vedere foto con una definizione standard attuale.
    Forse sono funzioni “in più” e dovrebbe essere giudicato solo nella sua principale: quella del lettore.
    Il formato .pdf è piuttosto frustrante, l’unica e trasformare in e.pub (consiglio Calibre), però ho la sensazione che il prezzo sia comunque abbastanza alto. Alla fin fine, se le altre funzioni non si devono prendere troppo sul serio, rimane solo il lettore di ebook e, a questo punto, i C-paper cinesi sono più grandi e costano quasi la metà (il mio five-book 2 è costato 100 euro).
    Deludente assai il sito eboogle: il pacchetto che ti offrono è di qualità estremamente scarsa e predifinito. Pensare poi che 4, dico 4, ebook, e certo non di best-seller, possano davvero costare 170 euro è fare troppo affidamento sulla faciloneria degli utenti.
    Oltretutto, la procedura è tutt’altro che semplice e dal sito della kiwie, non si trovano i rimanti 30 titoli che dovrebbero essere disopnibili gratuitamentte in più.

    • ciao Daniele, grazie di esserti fermato :-)
      Da quello che capisco ti hanno regalato un Kiwie con schermo LCD non uno con schermo ad inchiostro elettronico (EINK).
      Gli schermi LCD sono i meno adatti per la lettura.

  23. il mio e-book necessita di riparazioni……..achi rivolgermi? grazie, Antonio

  24. AIUTO!!!
    Ho comprato un libro su IBS per il mio nuovo ereader Kiwie e-libro ma sono riuscita a scaricare il file sul computer in epub con Adobe Digital editions ma da lì non riesco a caricarlo sull’ereader. Qualcuno mi sa dire per piacere come fare? Se non posso scaicare i libri che compro a cosa serve?

  25. Buongiorno a tutti e grazie per le tante utili considerazioni. Qualcuno mi sa dire
    se l’apparecchio legge anche i formati .cbr? E’ il formato solitamente utilizzato per i fumetti scaricati dal web e letti con attraverso il programma CDisplay Rar Archive. Scusate la mia vergognosa ignoranza: nell’e-book è possibile installare autonomamente programmi (tipo CDisplay, appunto)?

  26. ciao sandro, non mi risulta che l’e-libro della kiwie legga il formato .cbr ma se qualcuno che ha questo device è in ascolto chiederei direttamente a lui come user. che cosa ne dite, esperienze al riguardo?

    • Ciao Elena, grazie per l’interessamento. Sì, se qualcuno è in ascolto mi contatti (honos at teletu punto it), magari gli invio direttamente un file in formato cbr e ci togliamo il dubbio (in ogni caso credo che si tratti semplicemente di una particolare compressione di file PDF).
      Altra question: esistono lettori in grado di visualizzare video in formato Divx?

      P.S. un mio amico stamattina mi ha segnalato che da Auchan il Kiwie five-book II è in vendita a 110 €

  27. Simone Bonesini says:

    Ciao Sandro,in questo momento non ci sono dispositivi eink in grado di riprodurre video anche se qualcuno (Bookeen) ci sta lavorando (vedi ultimo post). Occhio che il five-book ha uno schermo LCD.

  28. Buonasera a tutti, ho letto tutte le recensioni, sia qui che su altri siti, tutti dicono che si può ascoltare la musica senza cuffie mentre leggi. Questa è la mia domanda:c’è la slot qualora io volessi ascoltare la musica con le cuffie? E l’attacco è quello standard? Grazie in anticipo

    • Gianfranco says:

      Sì, nella parte inferiore alla sinistra dell’attacco USB (funziona benissimo).
      L’attacco è quello usato nelle radioline transistors (non quello più piccolo dei cellulari)
      Ciao.

  29. Mi è stato regalato in aprile 2010 e l’ho utilizzato moltissimo in vacanza (ho letto 5 romanzi di Ken Follett, un Harry Potter e almeno altri 5 romanzi); sono soddisfatto delle qualità: peso, dimensioni, schermo che non affatica gli occhi anche dopo diverse ore di lettura.
    Per gli e-book protetti non ho problemi perché ci sono programmi di conversione.
    L’unico difetto (almeno nel mio) è che non si orienta facilmente (il più delle volte non si orienta affatto) e questo costringe a leggere con caratteri troppo piccoli o con il testo non contenuto completamente.
    Non si orienta in orizzontale.

    • elena asteggiano says:

      Ciao Gianfranco, vedi che anche un Kiwie che ormai e’ lontano da requisiti che oggi sono di ereader di ultima generazione sa fare ancora il suo lavoro: leggere.
      Se legge solo in posizione portrait pero’ ha qualche problema, il G-sensor e’ in panne!
      Senti, ci fai una gentilezza? Guarda se ha l’attacco per le cuffie di cui chiede info Michela nel commento che precede il tuo: lavora un po’ per noi, guarda se c’e’ e che misura ha. :-) grazie

      • Gianfranco says:

        Ciao Elena, ho postato la risposta qui sotto ed ho posto un quesito; potresti aiutarmi? Grazie

  30. Gianfranco says:

    L’attacco per le cuffie è il primo a sx, prima dell’USB, e funziona perfettamente.
    L’attacco è quello per le normali radioline.
    Una domanda: ho scaricato sul PC degli eBooks protetti da DRM ma non riesco a portarli sul lettore. Posso leggerli solo sul PC (capirai!). Conoscete un mezzo per portarli sul lettore?
    Grazie

    • Simone Bonesini says:

      ciao Gianfranco, se non ricordo male il Kiwie non supporta i DRM Adobe. Controlla se sul manuale c’è scritto qualcosa a riguardo.