Kobo Arc: gli strumenti per la lettura digitale

La gamma di dispositivi per la lettura digitale di Kobo, distribuiti in Italia da Mondadori, è piuttosto variegata e completa. Ben quattro sono gli ebook reader a inchiostro elettronico, cioè con schermo e-ink a tonalità di grigio. Si tratta del Kobo Mini (schermo da 5 pollici – recensito qui), Kobo Touch (6 pollici – recensito qui), Kobo Glo (6 pollici illuminato – recensito qui) e Kobo Aura HD (6.8 pollici illuminato – video caratteristiche principali).

Nella “mischia” (si fa per dire) lo scorso autunno si è fatto avanti anche il Kobo Arc, un tablet con schermo retroilluminato da 7 pollici. Il chiaro intento è di competere con il tablet Kindle Fire di Amazon, ma l’obiettivo immediato di casa Kobo è non lasciarsi sfuggire quella potenziale clientela attratta più dalle numerose possibilità offerte da un tablet rispetto agli ereader e-ink chiaramente indirizzati a persone che amano leggere senza tante distrazioni.

Ciò nonostante Kobo ha portato sull’Arc tutti gli strumenti di lettura presenti negli ereader dedicati. L’interfaccia grafica, ridisegnata, risulta più elegante e coinvolgente grazie ai vivi colori che lo schermo Ips (da 1280 x 800 pixel e densità 215 ppi) sa esprimere rispetto allo schermo a inchiostro elettronico. E’ grazie alla sua forte integrazione con la piattaforma cloud di Kobo che, a nostro parere, l’Arc potrebbe risultare interessante al geek tecnologico che non disdegna la lettura di qualche libro come pure al lettore accanito che dopo aver acquistato un ereader Kobo dedicato vuole provare l’ebrezza del web surfing multimediale, senza per questo rinunciare alla comodità di avere sempre appresso i propri libri.

Il Kobo Arc usa il sistema operativo Android (la versione installata sul nostro esemplare è la 4.0.4, aggiornato il 1° giugno alla versione 4.1.1). Si collega allo store ufficiale di BigG – Google Play – e per questo è un sistema più aperto rispetto alle soluzioni di Amazon e Apple, che di fatto hanno blindato i propri tablet (Kindle Fire e iPad). Un esempio: sul Kobo Arc (come su tutti i sistemi Android) si può installare anche l’applicazione ufficiale Kindle oppure altre applicazioni per la lettura di ebook come la ben conosciuta Aldiko.

Abbiamo provato il Kobo Arc per alcune settimane con un occhio di riguardo agli strumenti di lettura ma anche ad alcune caratteristiche tecniche che dovrebbero essere tenute in considerazione da chi userà l’Arc anche per leggere in digitale, come il peso  relativamente contenuto che è di 364 grammi (Kindle Fire HD pesa 395 grammi) e lo spessore 11,5 mm.

L’interfaccia utente Android è stata personalizzata da Kobo con l’aggiunta dei tapestry, dei raccoglitori posizionabili liberamente sullo schermo. Ogni tapestry può contenere oggetti di vario tipo: un ebook, un web link, un video di YouTube, immagini o applicazioni. Quattro sono i tapestry predefiniti: lettura, sociale, navigazione e intrattenimento.

Nel video che segue vi presentiamo il tapestry lettura perché di fatto rappresenta la libreria virtuale dell’utente.

Il tapestry della lettura è quindi l’anello di congiunzione con i Kobo a inchiostro elettronico. Infatti con una connessione WiFi attiva e grazie al sistema cloud di Kobo nel momento in cui si acquista un ebook su un ereader Kobo lo si avrà subito a disposizione anche su Kobo Arc e viceversa. I contenuti viaggeranno così sui nostri dispositivi, anzi su tutti i nostri dispositivi mobili o desktop (ricordiamo che esiste anche un’applicazione Kobo per iPad e Android).

Tutto questo è quasi trasparente per l’utente. Spieghiamo meglio: il sistema di sincronizzazione è molto comodo. E’ possibile acquistare un ebook su web o su Kobo Aura e poi lo si avrà pronto anche sugli altri eventuali dispositivi Kobo in proprio possesso. L’utente non deve far altro che toccare l’icona della sincronizzazione. Tuttavia l’analogo meccanismo di sincronizzazione di Amazon per il momento (a nostro parere) è ancora superiore e più reattivo. Nulla di grave ma la sincronizzazione delle note personali e dei segnalibri di Kobo soffre – per quella che è stata la nostra esperienza – di qualche differita e ritardo che, per esempio, fa sì che un segnalibro aggiunto da noi sul Kobo Arc sia inspiegabilmente introvabile sul nostro Kobo Aura.

La libreria con gli ebook acquistati e i documenti personali dell’utente (è possibile caricarne di nuovi sulla memoria del dispositivo tramite la connessione Usb), la ricerca e l’acquisto di nuovi libri si gestiscono da un’apposita applicazione, sempre compresa nel tapestry lettura. Vediamo le sue caratteristiche principali in questo secondo video.

Quindi una volta individuato un libro di nostro interesse all’interno del catalogo ebook Mondadori, sarà possibile scaricarne l’anteprima e solo successivamente completare l’acquisto. Il metodo di pagamento può essere indicato direttamente dal dispositivo oppure sul sito Kobobooks.it nell’area web personale riservata ai clienti Kobo.

La scheda del libro con descrizione, valutazione e recensione degli utenti che hanno letto il libro

La scheda del libro con descrizione, valutazione e recensione degli utenti che hanno letto il libro

Concludiamo l’articolo cercando di dare una risposta a coloro che in questi mesi ci hanno chiesto se è preferibile il Kobo Arc rispetto a un Kobo Glo (o Aura HD). La risposta è che i due dispositivi non possono essere paragonati perché diversi e concepiti per svolgere attività differenti.

Kobo Arc è a tutti gli effetti un tablet con schermo lucido retro-illuminato. Mentre può essere usato per leggere in ambienti chiusi o in penombra, all’esterno la lettura diventa francamente molto difficoltosa a causa dei tanti riflessi di cui lo schermo si riempie con facilità (come tutti i tablet). Di conseguenza non ci sentiamo d’accordo con quanto scritto sulla scheda tecnica del dispositivo sul sito ufficiale Mondadori che considerano chiarezza e luminosità dello schermo del Kobo Arc “ottimali anche per la lettura all’aperto”. Kobo Glo o Kobo Aura HD (acquistabile qui sul sito ufficiale) invece sono dispositivi studiati apposta per consentirci di leggere ebook nel migliore dei modi possibili, in ambienti interni o all’esterno, in piena luce o in condizioni di scarsa illuminazione dell’ambiente circostante. Il confort di lettura su questi ereader è davvero elevato.

La foto è stata scattata davanti ad una finestra. Sullo schermo del Kobo Arc (bianco)  è evidente il riflesso assente invece sul Kobo Aura HD

La foto è stata scattata davanti ad una finestra. Sullo schermo del Kobo Arc (bianco) è evidente il riflesso assente invece sul Kobo Aura HD

Restringiamo ulteriormente il confronto ai soli Kobo Arc e Kobo Aura.
Dal punto di vista squisitamente “geometrico” i dispositivi quasi si equivalgono, lo vediamo qui in foto.

Lo schermo del Kobo Aura (a sinistra) ha uno schermo leggermente più largo (foto scattata in interni).

Lo schermo del Kobo Aura (a sinistra) ha uno schermo leggermente più largo (foto scattata in interni).

Il peso è nettamente a favore del Kobo Aura: di 124 grammi in meno rispetto al tablet si percepiscono soprattutto se si ha intenzione di leggere per ore. Rispetto all’Aura lo schermo dell’Arc è più lungo e meno largo. La stessa pagina, a parità di dimensione di carattere, conterrà qualche riga in più sull’Aura e proprio perché lo schermo è più largo (di circa 1 cm) a nostro parere la lettura è più fluida. Infine il fondo sagomato dell’Aura (si veda il video proposto a inizio articolo) consente un’impugnatura molto comoda anche con una sola mano. La durata della batteria, altro parametro importante per un lettore assiduo, è indubbiamente a favore dell’Aura (e di qualsiasi altro ereader a inchiostro elettronico). Una sola ricarica può bastare per una ventina di giorni di utilizzo (con la connessione WiFi spenta).

Riassumendo: se siete amanti dei libri a stampa ed è vostra intenzione passare alla lettura digitale, orientatevi sui Kobo a inchiostro elettronico. Se invece siete alla ricerca di un tablet compatto, con una buona dotazione tecnica, integrato in un catalogo ebook e con buoni strumenti per la lettura e la gestione della libreria allora tenete in considerazione il Kobo Arc, tanto più se avete già acquistato in precedenza un ereader Kobo.
Su questa pagina del sito Mondadori trovate i prezzi e un raffronto delle principali caratteristiche tecniche di tutti i dispositivi Kobo.

Tutti i dispositivi Kobo sono acquistabili online

Tags: , ,
Trovato questo articolo interessante?
Condividilo sulla tua rete di contatti Twitter, sulla tua bacheca su Facebook o semplicemente premi "+1" per suggerire questo risultato nelle ricerche di Google. Diffondere contenuti che trovi interessanti aiuta questo blog a crescere. Grazie!

One Comment

  1. Pessima valutazione purtroppo sui prodotti Kobo Arc e Mondadori. Acquistato a gennaio 2013 (199 euro adesso costa 99) dopo pochi mesi lo schermo si è incrinato e l’amara sorpresa è stata la totale inesistenza della assistenza Mondador dove era stato acquistato. Non hanno in realtà un settore tecnico aduguato per supportare i clienti. Oltre a non aver vista riconosciuta la garanzia non sono riusciti neanche a farmi un preventivo per la riparazione. Devo semplicemente gettare tutto nella spazzatura. Oltre alla delusione per le prestazioni piuttosto contenute rispetto ad altri tablet nella stessa fascia di prezzo (asus per esempio) il pessimo acquisto è determinato dalla inesistenza di assistenza tecnica che ti permette di dormire tranquillo e salvaguardare i soldi spesi. Molto deludente anche la politica commerciale (prezzo dimezzato dopo pochi mesi). Sconsiglio purtroppo l’acquisto. Altra sopresa illuminante : nel sito mondadori dopo poche ore è stata cancellata la mia recensione. Dimostrazione che Mondadori sa farsi buona pubblicità … falsa purtroppo