Kobo Mini di Mondadori: piccolo è bello

Mettete mano a foglio e matita, disegnate un rettangolo di 10,2 per 13,3 centimetri e avrete un’idea di massima delle dimensioni del Kobo Mini di Mondadori: un piccolo schermo con diagonale di appena 12,7 centimetri, cioè 5 pollici.

La home screen del Kobo Mini mostra gli ultimi 5 libri aperti o acquistati. Da qui si accede alla propria libreria personale e all'intero catalogo ebook Mondadori

La home screen del Kobo Mini mostra gli ultimi 5 libri aperti o acquistati. Da qui si accede alla propria libreria personale e all'intero catalogo ebook Mondadori

Il Kobo Mini è uno dei tre ebook reader che Mondadori propone in vendita in Italia. A fianco del Mini, arricchiscono l’offerta per la lettura digitale su inchiostro elettronico del gruppo editoriale milanese i modelli più grandi con schermo da 6 pollici Kobo Touch e Kobo Glo (quest’ultimo illuminato).

Ecco alcune foto del Kobo Mini accanto a oggetti di uso comune, non occupa certo più spazio di un portafogli che sia da uomo o da donna oppure di un libro tascabile.

Kobo Mini a confronto con un portafogli

Kobo Mini a confronto con un portafogli

Kobo Mini a confronto con una chiavetta Usb

Kobo Mini a confronto con una chiavetta Usb

Con lo spessore di 1 cm e un peso di 134 grammi il Kobo Mini è, a tutti gli effetti, un ebook reader estremamente portatile. Una custodia a libretto, necessaria (ma che purtroppo non abbiamo trovato sul sito di Mondadori), ne aumenterebbe di poco l’ingombro senza per questo minare la sua caratteristica più propria che non fa parlare neppure di portabilità, ma di vestibilità: è tutto sommato abbastanza facile dimenticare di averlo addosso, infilato nella tasca della giacca, in una borsa oppure in uno zainetto.

L’esperienza di lettura

Dal punto di vista funzionale il Kobo Mini ha le stesse ottime caratteristiche del modello Touch che vi abbiamo presentato di recente e Kobo Glo. Se da un lato lo schermo da 5 pollici rende il dispositivo estremamente compatto e leggero, dall’altro ne limita gli utilizzi legati alla tastiera virtuale (come vedremo più avanti).

Per darvi un’idea dell’area di lettura a disposizione del Kobo Mini abbiamo confrontato con il Kobo Glo la stessa pagina di un ebook, a parità di impostazioni dei dispositivi.

Kobo Glo e Mini visualizzano la stessa pagina. A parità di impostazioni Kobo Mini mostra il 50% circa in meno di righe. Il Kobo Glo ha lo schermo "acceso".

Kobo Glo e Mini visualizzano la stessa pagina. A parità di impostazioni Kobo Mini mostra il 50% circa in meno di righe. Il Kobo Glo ha lo schermo "acceso".

Il numero di righe visualizzate sullo schermo del Kobo Mini è inferiore di circa il 50%. Agendo sulle impostazioni di lettura è possibile cambiare tipo di carattere o variarne la dimensione. Regolando margini e valore di interlinea si può aggiustare ulteriormente la visualizzazione della pagina del libro fino a soddisfare le proprie esigenze.

Tutte le attività avvengono toccando lo schermo con le dita, dal cambio pagina (con leggeri tocchi in prossimità della cornice) alla navigazione tra le varie funzioni dell’interfaccia utente.

Lo schermo impiegato sul Kobo Mini non è uguale a quello del Kobo Touch o Kobo Glo.
Senza addentrarci in questioni tecniche è importante sapere che lo schermo del Kobo Mini (“Vizplex” di E-Ink) ha uno sfondo più grigio e di conseguenza i caratteri sono meno contrastati. Tuttavia la leggibilità è comunque buona all’aperto o in ambienti chiusi ben illuminati (si consiglia di abbassare il valore di refresh di pagina a 4).

In condizioni di scarsa luminosità prevalgono sicuramente le migliori prestazioni degli schermi (“Pearl” di E-Ink) del Kobo Touch e Kobo Glo (quest’ultimo ha una risoluzione più elevata di 1024×768 pixel) che hanno sfondi di una tonalità di grigio più chiara.
A chi avesse la necessità di leggere al buio o alla debole luce di una abat-jour, o chi non vuole sentirsi vincolato dalle condizioni di luce dell’ambiente circostante, consigliamo l’acquisto del Kobo Glo con schermo “illuminato”. Budget permettendo, l’esborso aggiuntivo di 50 euro varrà sicuramente la spesa.

L'intensità luminosa è regolabile con l'apposito slider a fine pagina

Kobo Glo ha uno schermo illuminato, l'intensità luminosa è regolabile con l'apposito slider a fine pagina

Le caratteristiche funzionali che più apprezziamo del Kobo Mini sono l’ottimo ventaglio di dizionari e traduttori a disposizione dell’utente e le molteplici opzioni per la personalizzazione del carattere di lettura. Per esempio è possibile scegliere tra 11 tipi di carattere o aggiungerne di nuovi (con un semplice copia-incolla dei nuovi font sulla memoria del dispositivo), variarne la dimensione e lo spessore, modificare la giustificazione del testo (a sinistra o centrata), i margini di pagina e il valore dell’interlinea.
Siamo consapevoli della ridotta dimensione dello schermo, tuttavia lavorando su queste opzioni è possibile arrivare a un buon confort di leggibilità e mantenerlo per lunghe sessioni di lettura.

Opzioni per la personalizzazione dei caratteri in lettura

Opzioni per la personalizzazione dei caratteri in lettura

Formati ebook supportati

In primo luogo Kobo Mini è compatibile con i formati ePub e Pdf, entrambi anche con le protezioni digitali (DRM) di Adobe. Ciò consente all’utente di acquistare ebook non solo dal catalogo ebook Mondadori, ma anche dalle principali librerie online italiane (a tal proposito si veda questo nostro articolo). Il supporto al formato Txt (testo), Cbz e Cbr (usati per la distribuzione digitale dei fumetti) e Mobi estendono notevolmente la versatilità di questo dispositivo.

Ricordiamo che tutti i Kobo non leggono il formato proprietario di Amazon (Azw) che, in quanto tale, può essere letto solo dai lettori a inchiostro elettronico Kindle e dai tablet della famiglia Kindle Fire. Questo significa che non è possibile acquistare un ebook sul sito web di Amazon per leggerlo su un lettore Kobo (se non ricorrendo a estreme soluzioni, illegali, come la rimozione delle protezioni che Amazon applica agli ebook che vende). Questa è una cosa che vale non solo per i Kobo, ma per tutti gli ereader che non siano Kindle.

Per gli ebook in formato ePub sono pienamente funzionanti i dizionari, i traduttori, le annotazioni testuali e la ricerca di parole all’interno del libro. Ove previsto, è possibile consultare l’indice e spostarsi rapidamente da un capitolo all’altro.

Il pieno supporto dei dizionari si ha semplicemente toccando una parola per alcuni istanti e si otterrà così il significato del termine.

Dizionari molinugua e traduttori già presenti sul dispositivo

Dizionari molinugua e traduttori già presenti sul dispositivo

Per i formati Pdf, Cbz e Cbr risultano attive solo le funzioni di ingrandimento (zoom) della pagina e modifica dell’orientamento della lettura, da verticale a orizzontale.
Effettuare lo zoom di un ebook in formato Pdf vuol dire aumentare la dimensione del testo o delle immagini in esso contenute, ma visualizzare solo una piccola porzione della pagina stessa (viewport). Questa è una limitazione importante, tanto più se lo schermo del dispositivo di lettura ha una diagonale di appena 5 pollici. In sintesi non acquistate il Kobo Mini se pensate di leggere ebook in formato Pdf; in questo caso indirizzatevi su un ebook reader di almeno 6 pollici oppure convertite il vostro ebook nel formato ePub, strada questa non sempre facilmente praticabile con strumenti di conversione automatica come Calibre.

I formati Mobi, Txt e Rtf sono supportati, ma con limitazioni nella user experience in quanto è possibile personalizzare solo il carattere e modificare interlinea e ampiezza dei margini.
I dizionari non sono più a portata di tocco (tap) come per l’ePub, ma il significato di una parola va ricercato digitandola con la tastiera virtuale i cui tasti hanno una dimensione appena sufficiente per non incappare in frequenti errori di battitura.

Come caricare gli ebook

Il Kobo Mini (come gli altri ebook reader di Mondadori) è dotato di connettività WiFi. Significa che sfruttando la rete senza fili di casa, dell’ufficio, di un hotel o di una rete pubblica è possibile collegarsi al (solo) catalogo ebook del gruppo Mondadori ospitato sul sito Kobobooks.it . L’acquisto dei libri digitali avviene pagando con carta di credito, che dopo il primo utilizzo sarà archiviata dalla piattaforma web Kobo-Mondadori.

Su Kobobooks.it ogni cliente ha a disposizione una propria area riservata web dove gestire la libreria personale e verificare la cronologia degli acquisti effettuati, gli abbonamenti e le modalità di pagamento.

Gli ebook acquistati su Kobobooks sono in formato Kepub (Kobo ePub).
Un libro Kepub altro non è che un ebook in formato ePub criptato, ma solo per soddisfare esigenze specifiche della piattaforma di lettura digitale di Mondadori (come, per esempio, la sincronizzazione dei segnalibri con le applicazioni Kobo per Windows e iPad).

Dal momento che il libro acquistato o scaricato è in formato Kepub non è possibile per un utente spostare l’ebook su un altro dispositivo compatibile con ePub, perché non sarà riconosciuto. Nel caso fosse necessario migrare un ebook o l’intera libreria personale Mondadori su un altro ebook reader ci si deve collegare al portale Kobobooks e da lì scaricare per ogni libro Kepub già acquistato l’equivalente ebook in formato ePub o Pdf. Se l’ebook è protetto con i DRM Adobe ci si ritroverà sul Pc un file con estensione ASCM da aprire in Adobe Digital Edition (la versione 2.0 è scaricabile gratuitamente qui)

Kobobooks: dalla libreria personale su web si possono scaricare gli ebook acquistati

Dalla libreria personale su web si possono scaricare gli ebook acquistati

Il catalogo ebook di Mondadori su piattaforma Kobo offre per l’utente italiano più di 60.000 libri digitali di tutte le principali case editrici, di cui 30.000 gratuiti. Individuato l’ebook di nostro interesse è possibile leggerne un’anteprima e solo successivamente passare all’acquisto definitivo. Se lì per lì si è indecisi sull’acquisto di un titolo si può aggiungere l’ebook alla “lista dei desideri” (wishlist) per poi decidere in un secondo momento.

Gli ebook possono essere acquistati su Kobobooks anche da Pc e aggiunti alla libreria personale. La prima volta che Kobo Mini si collegherà a una rete Wi-Fi l’ebook sarà scaricato sulla memoria del dispositivo pronto per essere letto.

A differenza del Kobo Touch e Kobo Glo, il Mini non ha la scheda di espansione della memoria micro-SD. In ogni caso lo spazio di archiviazione predefinito (di 2 GByte) può contenere oltre un migliaio di libri digitali.

Sui Kindle di Amazon – quelli e-ink – le schede tecniche degli ebook sono leggermente più complete, con dettagli più o meno importanti, come la posizione dell’ebook nella classifica di vendita nel Kindle Store, la data di pubblicazione, gli ebook simili per argomenti acquistati dagli altri clienti e, soprattutto, le recensioni di chi già ha letto quel libro.

Dalla home screen (pagina principale) dei Kobo si accede alla libreria personale che contiene l’elenco degli ebook acquistati o aggiunti al dispositivo manualmente. Gli ebook possono essere categorizzati in scaffali virtuali che possiamo creare a nostro piacere.

Impostazioni e altre cose che ispirano simpatia

Dalla home screen del Kobo Mini si richiama la pagina delle Impostazioni dalla quale possiamo intervenire su vari parametri di funzionamento, come gli intervalli di standy e spegnimento, regolazione di data e ora, gestione delle connessioni wi-fi.

Alla voce Extra troviamo il gioco Sudoku, lo Sketch Pad (dove abbozzare disegni e salvarli come immagini) e il browser web che consente la navigazione libera in Rete ma con un’esperienza d’uso che non è all’altezza di quella vivibile su Pc, tablet o smartphone. Infatti il browser lavora solo in verticale, ha funzioni elementari (come lo zoom della pagina web e una lista dei siti preferiti) e soffre la lentezza del refresh di pagina tipico di questo genere di dispositivi.

Le caratteristiche tecniche

Come detto in precedenza Kobo Mini ha uno schermo E-InkVizplex” con funzionalità tattile da 5 pollici (800×600 pixel). Il lettore, leggero e maneggevole, pesa appena 134 grammi. La cornice intorno allo schermo e il dorso (disponibile in quattro colori diversi: nero, rosa, blu e argento) sono in plastica, una scelta che ha favorito sicuramente il contenimento del peso (e del costo) senza però rinunciare a robustezza e qualità costruttiva. Come sempre consigliamo di acquistare anche una custodia rigida (meglio se a libretto) che offra un’adeguata protezione del lettore.

Nonostante per lo schermo sia stato scelto un pannello a inchiostro elettronico “Vizplex”, più datato e con sfondo più grigio rispetto a quello “Pearl” impiegato sugli altri due modelli Kobo, l’esperienza di lettura è confortevole in condizioni di buona illuminazione.

Lo spazio dichiarato per l’archiviazione dei contenuti è di 2 GByte, ma poco meno della metà è occupato dal software del dispositivo. Il rimanente (circa 1.3 GByte come indicato anche sulla scheda tecnica del prodotto) è più che sufficiente per archiviare un migliaio di ebook. E’ assente lo slot di espansione per schede micro-SD.

Conclusione e qualche consiglio

Nelle nostre recensioni cerchiamo di trasmettervi quel che realmente pensiamo dell’ebook reader in test. Potevamo imbottire l’articolo di dati tecnici, ma crediamo non sia il modo migliore per farvi conoscere questi strumenti, sempre più spesso utilizzati da persone di tutte le età e non necessariamente interessate all’hi-tech spinto.

Dal punto di vista del bagaglio funzionale il Kobo Mini è un ebook reader di tutto rispetto, che non sfigura davanti al più blasonato Kindle “base” di Amazon da 6 pollici (si tenga presente che sono offerti allo stesso identico prezzo di listino).

Il Kobo Mini, a nostro parere, non è il dispositivo più adatto a un lettore forte adulto che pensa di passare alla lettura digitale. Lo schermo è piccolo e per chi è agli inizi con gli ebook solo un dispositivo da 6 pollici può avvicinare alla nuova esperienza di lettura.
È certo più indicato per chi nel leggere in digitale si sente già a proprio agio.
Dal momento che è trasportabile ovunque senza difficoltà, il Kobo Mini potrebbe risultare interessante per chi viaggia molto e con un bagaglio minimo, o per chi vuole portarsi sempre appresso in una tasca la propria libreria digitale.
Per il prezzo contenuto e un aspetto che ispira simpatia (come già detto la cover posteriore può essere personalizzata con diversi colori) può anche divenire un gradito regalo per un ragazzino o un giovane appassionato di lettura.

Il Kobo Mini costa 79 49 euro (vedi qui).. In Italia a questo prezzo e con pari prestazioni c’è solo il modello Kindle entry-level da 6 pollici, che però non legge l’ePub.

Kobo Mini è il più piccolo dei lettori ebook di Mondadori

Kobo Mini è il più piccolo dei lettori ebook di Mondadori (schermo da 5 pollici)

Fatta eccezione per le differenti dimensioni dello schermo dei due dispositivi la scelta tra Amazon e Mondadori è una questione di “filosofia”.
Amazon fa ottimi prodotti supportati da un servizio clienti post vendita eccellente, però il suo sistema è “chiuso” nel senso che gli ebook acquistati sul sito Amazon.it possono essere letti solo con un dispositivo Kindle. La piattaforma Mondadori da questo punto di vista è più amichevole (anche se il formato Kepub impone, come abbiamo visto, qualche vincolo) e dà la possibilità all’utente di caricare sui dispositivi Kobo le opere digitali acquistate su altre librerie online italiane o estere.
Per questo chi è già cliente di Amazon e cerca un ebook reader a prezzo contenuto è probabile si orienti verso l’acquisto del Kindle. Se così però non fosse e volesse anche lui percorrere la sua strada di lettore fuori dall’ecosistema Amazon gli consigliamo senza dubbi il passaggio a uno dei tre Kobo.

E ora la parola a voi: chi ha già acquistato il Kobo Mini che impressioni ha di questo lettore ebook? Spazio ai commenti.

.

Tags: ,
Trovato questo articolo interessante?
Condividilo sulla tua rete di contatti Twitter, sulla tua bacheca su Facebook o semplicemente premi "+1" per suggerire questo risultato nelle ricerche di Google. Diffondere contenuti che trovi interessanti aiuta questo blog a crescere. Grazie!

12 Comments

  1. Al di là delle caratteristiche accessorie, credo che un 5 pollici sia sufficientemente grande per leggere. Ho avuto per anni un Opus e mi trovato benissimo. Leggerezza e portabilità sono invidiabili. Chi volesse qualcosa di estremamente pratico e veloce fa bene ad orientarsi sul Kobo Mini. Idem chi si avvicina agli ebook e vuole ‘fare un tentativo’ senza spendere molto (per quello, se ci si appassionasse, c’è tempo). Il prezzo non è affatto male. Fossi stato in loro, tuttavia, lo avrei proposto a 69 euro. A parità di prezzo col Kindle base, che è un 6 pollici, rischia di non attrarre i neofiti. Quei 10 euro in meno, così come il poterlo trovare nei negozi fisici, farebbero un’enorme differenza.

    • The_ugly_man says:

      Condivido, tant’è che avevo già consigliato l’equivalente di TrekStor, il Pyrus Mini, ad un paio di conoscenti.
      Nel caso del Komo Mini c’è il vantaggio di poterlo trovare nel negozio fisico.

  2. solo io penso che non sarebbe male avere un lettore che abbia uno schermo grande come quello di un libro in edizione “normale”? Già i 6 pollici sono meno della grandezza di un edizione economica di un libro (es. pocket mondadori per fare un esempio); non mi dispicerebbe che fossero sugli 7,5″-8″ .

  3. Automaticjack says:

    Giugno 2013…
    Magari gli altri produttori aspetteranno di vedere l’accoglienza del mercato prima di buttarsi a capofitto.
    La risoluzione è 800×600 ma l’avere lo schermo da 8″ dovrebbe compensare per i caratteri piccoli.
    Speriamo solo che i colori non siano eccessivamente slavati e che i caratteri B/N si leggano finalmente bene.
    Certo che se lo vogliono vendere i prezzi dovranno essere molto contenuti visto quanto sono scesi i tablet (lo so sono due cose diverse ma moltissimi non lo capiscono ancora!).
    Almeno è un segnale di speranza :)

  4. Pingback: Recensione del Kobo Glo di Mondadori | eBookReader Italia

  5. Salve, come posso aggiungere un ebook ePub scaricato dentro kobo desktop per poi sincronizzare?

  6. Sono indecisa fra Kobo Touch, Leggo Touch e Kobo Mini.
    Mi butterei a capofitto sul Kobo Mini per il prezzo, ma non è troppo piccolo un 5″?
    Leggo molti libri al mese, potrebbero rovinarmi gli occhi o cose del genere?

    • io probabilmente prenderei il Kobo Touch. Il Mini è 5 pollici ma puoi sempre agire sull’ingrandimento del carattere, ma ti trovi sempre in continuazione a girar pagina ;-)
      Tra il Kobo Touch e Leggo Touch preferisco il primo perché dotato di più funzioni (vedi i dizionari)