Mondo ebook: la piattaforma Tolino va a Kobo

tolino_deDa fine gennaio 2017 Kobo acquisirà la piattaforma tecnologica tolino da Deutsche Telekom. L’azienda canadese Kobo, proprietà della giapponese Rakuten, diventa così il nuovo partner tecnologico dell’alleanza tolino, affermandosi ancora di più nel mercato della lettura digitale.

Lo scossone della notizia non traspare dal comunicato stampa, ma l’idea di vedere riunite Kobo e Tolino fa immaginare scenari digitali inediti.

In Germania l’ecosistema tolino ha segnato successi che rivaleggiano con grandi competitor americani come Amazon Kindle. Ora Deutsche Telekom cede la piattaforma, forte dell’esperienza con le catene librarie tedesche fondatrici di alleanza tolino, Hugendubel, ThaliaWeltbild.

Si profila quindi a livello internazionale una nuova stagione di sviluppo per la lettura digitale. Il sistema coeso di Kobo lo fa immaginare. Andrà a vantaggio dei lettori ebook che si avvalgono dei servizi tolino attraverso i rivenditori partner negli stati tedeschi, così come in Olanda con Libris/BLZ, in Belgio con Standaard Boekhandel e in Italia con IBS.it, Libraccio e INDIeBOOK.

Dal nostro osservatorio di eBookReaderItalia.com sulla lettura digitale continuiamo a monitorare con voi il mondo ebook: Kobo deciderà di tenere distinte le piattaforme Kobo | Tolino oppure procederà a una integrazione progressiva? E nel caso, che cosa ne sarà dell’ecosistema aperto Tolino rispetto al formato kepub di casa Kobo?

 

.

Tags: , ,
Trovato questo articolo interessante?
Condividilo sulla tua rete di contatti Twitter, sulla tua bacheca su Facebook o semplicemente premi "+1" per suggerire questo risultato nelle ricerche di Google. Diffondere contenuti che trovi interessanti aiuta questo blog a crescere. Grazie!

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>