Per la scuola: Riconoscere le Fake News

È in uscita il volume Riconoscere le fake news in classe (Pearson, 2018) di Maria Cecilia Averame, che molti di noi conoscono come responsabile editoriale di Quintadicopertina, ma che tra le sue competenze ha esperienza nel sociale, nell’educativa di strada e nell’insegnamento. riconoscere_le_fake_news_in_classeRiconoscere le fake news in classe nasce come testo scolastico, ma è indicato anche come lettura di approfondimento e studio per professionisti che lavorino nei media o siano interessati in genere al mondo dell’informazione. I temi trattati vanno dalla media  literacy (cioè quella che potrebbe definirsi l’alfabetizzazione dei media e tutte le competenze alla comprensione e all’uso dei media) al web marketing, da psicologia e comunicazione a dialettica, critical  thinking e filosofia. Scegliendo tra i titoli si possono organizzare  percorsi sull’informazione andando dal reperimento delle fonti per saggistica e ricerche scolastiche all’informazione vera e propria nel web. La trattazione agile e documentata di Averame basa il volume, come dice la stessa autrice, su continui «spunti di riflessione e proposte di gioco per una buona comunicazione (ovvero divertirsi “abilmente”) in rete».

È disponibile il testo a stampa dal 26 aprile a questi link rispettivamente su IBS oppure su Amazon  

Tags: , ,
Trovato questo articolo interessante?
Condividilo sulla tua rete di contatti Twitter, sulla tua bacheca su Facebook o semplicemente premi "+1" per suggerire questo risultato nelle ricerche di Google. Diffondere contenuti che trovi interessanti aiuta questo blog a crescere. Grazie!

2 Commenti

  1. Automaticjack says:

    Interessante, proprio l’altro giorno ho affrontato l’argomento in una classe visto che ritengo sia una delle tematiche che maggiormente toccano gli adolescenti (ma non solo) dato che ormai basano le loro conoscenze solo su informazioni telematiche indipendentemente dalla loro veriticità.
    Lo prendo al volo.
    Grazie,come sempre, per la segnalazione.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>