Primi assaggi in Rete del Cybook Odyssey HD Frontlight di Bookeen

È di pochi giorni fa la pubblicazione in Rete di una delle prime recensioni del nuovo Cybook Odyssey HD FrontLight dello storico marchio francese Bookeen, da sempre impegnato nel settore della lettura digitale su carta elettronica (e-ink).

Avevamo presentato questo ereader a inizio ottobre. Il Cybook Odyssey HD FrontLight è il modello di punta tra gli ebook reader di Bookeen: il suo lungo (e poco praticabile) nome svela le due caratteristiche peculiari, che sono anche gli elementi di novità rispetto ai modelli precedenti:

- HD ovvero l’alta risoluzione dello schermo touchscreen è di 1024×768 pixel e quindi i caratteri e gli elementi dell’interfaccia utente sono meglio definiti rispetto agli ebook reader con un display da 800×600
- FrontLight ovvero l’area di lettura è illuminata da una luce morbida e regolabile in intensità che consente la lettura dei libri anche al buio completo.

Dotazioni tecniche entrambe che rendono certamente piacevole e comoda la lettura degli ebook, e che si allineano con l’offerta di altre case produttrici che hanno messo in vendita anche in Italia, con analoghe caratteristiche di HD e illuminazione, il Kobo Glo e il Kindle PaperWhite.

Il Cybook Odyssey HD FrontLight è in vendita sul sito del produttore Bookeen a 149,99 euro. A chi è interessato consigliamo di attendere ancora qualche settimana quando, con tutta probabilità, sarà disponibile sul sito LaFeltrinelli: il consiglio non è dato a sostegno delle vendite di un particolare store, ma nell’interesse di chi compra l’ereader che nell’offerta potrebbe trovare particolarità interessanti che riguardano la customizzazione italiana.

Ma ora ecco la recensione resa dal sito tedesco Lesen.net

Dal 4° minuto è possibile vedere il Bookeen con lo schermo illuminato. La colorazione della luce vira decisamente al blu, ma pensiamo che nella realtà (non mediata dallo schermo del video e della ripresa) non sarà così evidente. I blogger tedeschi nell’articolo che accompagna il video promuovono il sistema di illuminazione del dispositivo e qualificano lo sfondo dello schermo come quasi bianco.

Il reflow di un documento Pdf, che Bookeen pubblicizza con gran risalto sul proprio sito web, sembra avere invece ancora ampi margini di miglioramento.
In Italia, nel momento in cui scriviamo, l’unico ebook reader a inchiostro elettronico dotato di un buon reflow è il TrekStor Pyrus.

Per ora è tutto, non appena ne avremo la possibilità vi diremo la nostra sull’HD FrontLight di Bookeen.
Seguiteci.

.

Tags:
Trovato questo articolo interessante?
Condividilo sulla tua rete di contatti Twitter, sulla tua bacheca su Facebook o semplicemente premi "+1" per suggerire questo risultato nelle ricerche di Google. Diffondere contenuti che trovi interessanti aiuta questo blog a crescere. Grazie!

10 Comments

  1. Il prodotto sarà pure buono, sono stato io stesso fruitore di diversi prodotti Bookeen. Purtroppo, a livello di assistenza sono penosi. Visto il prezzo, si spera che non abbia le lacune del precedente modello, tanto decantato e poi abbandonato a se stesso dalla casa produttrice. Oggi come oggi, tuttavia, non sceglierei più Bookeen, visto che c’è di meglio a meno. Kobo e Kindle Paperwhite in primis.

    • Automaticjack says:

      Credo che l’assistenza post-vendita e il supporto del dispositivo, almeno a medio termine, facciano la differenza ed in questo mi sa che Amazon, fino a questo momento, sembra essere più affidabile degli altri (almeno sulle versioni del kindle più diffuse).

      • Concordo. Anche io all’inizio ero restio nei confronti di Amazon, specie per i vari motivi legati alla chiusura del sistema. Poi, per puro caso, ho constatato che sì, il sistema sarà anche chiuso ma l’assistenza è grandiosa e i prodotti sono di qualità eccezionale. I problemi del formato si risolvono egregiamente con Calibre o software simili, volendo. Quanto all’offerta, mi sembra vastissima, su diversi fronti, e non mi sembra che altri propongano poi tanto di diverso, specie a livello di prezzi. Oggi mi è arrivato il Paperwhite e ho avuto modo di confrontarlo col Kobo Glo, che ho avuto modo di apprezzare in queste settimane. Il Kobo è un OTTIMO dispositivo, ne sono più che convinto. Quando però ho acceso il Paperwhite bo constatato che siamo davanti a ben altra qualità, sia per quanto riguarda la definizione, che per quanto riguarda l’illuminazione e la fattura. Tenerlo in mano dà un’estrema sensazione di finezza e solidità costruttiva. È vero, forse è un pochino pesante rispetto al Kobo, ma al confronto quest’ultimo pare un giocattolino. Se nel Kobo l’accensione della luce sfoca (e non poco) i caratteri, dandogli una venatura azzurrina, nel Paperwhite la definizione sembra perfino aumentare. Probabilmente li terrò entrambi, almeno per ora. Tuttavia, se dovessi sceglierne uno solo, terrei il Paperwhite senza pensarci due volte.

        • Automaticjack says:

          E questo conferma sempre più la mia decisione di prendere il Kpw, peccato che ovunque in Europa non c’è modo di averlo prima di Febbraio.
          Solo da Amanzon Uk si riesce ad ordinarlo per Dicembre, peccato che devi stare in Inghilterra.

          • Io in effetti lo ordinai quando venne messo in vendita ed evidentemente sono stato tra i primi.

  2. io aspetto confronto diretto Paperwhite – Odyssey HD Frontlight, poi decido… (al momento sono un felice possessore di un “vecchio” cybook gen3)

  3. The_ugly_man says:

    Più prodotti ci sono meglio è… ovviamente con dei limiti. :)
    Quindi, da appassionato di gadget tecnologici, in questo caso sono persino utili, aspetto una recensione da Bonesini sull’ Odyssey HD Frontlight.

    Nota: Purtroppo i video e le successive conversioni, penalizzano pesantemente le qualità di un dispositivo video. Questo può dirvelo qualsiasi esperto.

    Per quando riguarda le disquisizioni sul kindle, o meglio Amazon, è inaccettabile che qualcuno possa mettere le mani nella mia biblioteca (con Amazon non è nemmeno *mia*, ma va be!). Il problema non è il sistema chiuso o il formato (fra l’altro difficile da convertire con risultati soddisfacenti, lo puntualizzo per chi pensa di poter tamponare una scelta affrettata), il problema sono le implicazioni dettate dalla loro visione del mercato degli ebook; non metto in discussione le qualità del kindle*, anzi tutt’altro, però a volte ci lasciamo trasportare dalle percezioni altrui.

    Ovviamente sto generalizzando, e la mia è una opinione personale, ma fino a un certo punto ;)

  4. Ciao Simone! innanzitutto complimenti per il sito. Anche io mi sento galvanizzato per questo passo avanti fatto dagli e-readers con l’introduzione dell’illuminazione ma mi sorge un dubbio: se un giorno, fuori dal periodo della garanzia, anche solo uno dei led dovesse smettere di funzionare sarebbe possibile riuscire a cambiarlo o ci si ritroverebbe con un apparecchio monco? immagino che se anche un solo led dovesse rompersi si perderebbe l’uniformita’ della illuminazione e invece di avere macchie di ombra si spegnerebbe completamen

  5. finisco il post precedente….il lettore preferirebbe spegnere completamente l’illuminazione piuttosto che avere aree buie e quindi conviene davvero adesso prendere e-reader illuminato? ciao

    • Automaticjack says:

      Dipende da dove leggi.
      Qualche tempo fa mi sono ritrovato a viaggiare prima su un treno e qualche giorno dopo su un bus per tutta la notte e mi sono accorto che leggere un libro con la luce dedi mezzi non è proprio l’ideale soprattutto per chi è con te!
      Ciò può valere anche a letto o in altre situazioni simili.
      Alla fine, io lo prenderò con la luce e se anche un domani si dovesse guastare il led e non si potesse sostituire, ne avrò avuto cmq grande beneficio (visto dove mi ritrovo a leggere di solito). Poi, dato che la garanzia dovrebbe durare almeno due anni (anche sui led, spero) credo che ne approfitterei per comprarne uno nuovo, magari a colori. :)