Questo libro parlerà malissimo degli ebook

Questo_libro_parlerà_2Questo libro parlerà malissimo degli ebook (ma potrebbe non riuscirci) è il titolo appena pubblicato da Nicola Cavalli per Editrice Bibliografica.

Fa parte della collana «I libri di Wuz», dedicata al mondo dei libri su argomenti svolti in registro semiserio e di facile lettura.

Se siete anche voi quindi tra quanti adducono delle scuse per non leggere ebook, troverete in questo agile libro (di carta, conta 104 pagine) alcune buone ragioni per continuare a farlo. Oppure vi convincerà invece smontando tutti i luoghi comuni che di solito fanno preferire la lettura su carta a quella “elettrica” sugli ereader.

Con tono colloquiale Nicola Cavalli conduce il lettore a spasso tra i pro e i contro che si hanno quando si parla di lettura digitale. Il discorso, sotteso di umorismo per rendere la materia divulgativa ai più, svela in verità nozioni specialistiche che riguardano il mercato librario (non scordiamo l’esperienza dell’autore in Ledi International Bookseller di Milano e per Ledizioni), il mondo dei social network, il libro come oggetto e la promozione della lettura.

Nello sfatare le paure di perdita di abitudini consuetudinarie – Non potrò più leggere in spiaggia, Non potrò più andare in libreria, … – il testo non si schiera però sull’elogio entusiasta dell’ebook, ma ne saggia spesso anche i lati oscuri e irrisolti.

Potete trovare l’autore su Twitter @nicolacavalli, è tra gli user di lettori ebook dei primi tempi, dall’ora del pioniere iLiad della iRex, il primo ereader sbarcato in Italia nel 2006 (piccola NdR: anche per questo escludiamo sia sua distrazione a pag. 16 l’attribuire allo schermo di un ereader una “retroilluminazione” – propria invece dei tablet – che permette di leggere al buio, mentre per l’ereader più propriamente si parla di “illuminazione a diffusione frontale” o frontlight; ma certo l’editore saprà correggere nella prossima edizione).

Noi abbiamo letto il libro nella versione a stampa (euro 9,90), ma al precedente link lo trovate anche in ebook, formato epub con social DRM (euro 4,99), e a questo punto qualcuno potrà, chissà forse, anche dire che… questo ebook parlerà malissimo dei libri (ma potrebbe non riuscirci).

.

 

Tags: , ,
Trovato questo articolo interessante?
Condividilo sulla tua rete di contatti Twitter, sulla tua bacheca su Facebook o semplicemente premi "+1" per suggerire questo risultato nelle ricerche di Google. Diffondere contenuti che trovi interessanti aiuta questo blog a crescere. Grazie!

5 Comments

  1. E perché uno dovrebbe leggerlo e dargli 4,9€?

    • Nicola Cavalli says:

      Non sono la persona giusta per rispondere, essendo l’autore.
      Spero di aver dato la possibilità di riflettere su questo tema, senza annoiare e magari strappando anche un sorrisino.

  2. Scelte di lettura, Gino.

  3. Nicola Cavalli says:

    Ciao,

    confesso che la distrazione è stata originariamente mia. Non volevo complicare con definizioni troppo tecniche, ma la precisazione, da esperti come voi, ci sta!

    Grazie!

  4. Grazie Nicola,
    in ogni caso molti leggono ormai su schermi retroilluminati, quelli dei tablet, quindi si ritroveranno nell’esperienza di lettura a schermo che descrivi.
    Se fosse una partita sarebbe
    Frontlight – Back-lit 1 a 3 ;)