Recensione Biblet “due” di Telecom Italia

Telecom proprio nel bel mezzo della passata stagione natalizia ha presentato la seconda versione del proprio ebook reader Biblet.
Da subito Biblet è stato presentato come “il Kindle italiano” e paragonato dalla stampa di settore ai dispositivi a inchiostro elettronico di Amazon essenzialmente per due specifici motivi: la presenza della tastiera fisica (che ne caratterizza infatti il layout a tal punto da renderlo molto simile al Kindle Keyboard venduto negli USA) e il prezzo (che con 99 euro lo attesta tra gli ereader più economici venduti in Italia, insieme proprio al Kindle 4 proposto su Amazon.it).

Considerato poi che sia Biblet sia Kindle sono in grado di connettersi via wi-fi ai propri negozi di riferimento per l’acquisto dei libri, ci sono tutti i presupposti per un confronto diretto. In questa recensione quindi parleremo delle caratteristiche tecniche e dell’esperienza di lettura che offre il nuovo Biblet, ma anche di “quanto Kindle” ritroviamo in questo dispositivo, ovvero proveremo a capire se e perché il lettore ebook di Telecom Italia è da preferire o posporre a quello di Amazon.

Caratteristiche tecniche
La nuova versione di Biblet nasce dalla collaborazione tutta italiana tra Telecom Italia e Onda Communications. Quest’ultima nel 2010 fece parlare di sé per la presentazione di MyTile, un dispositivo potenzialmente molto interessante, con schermo a inchiostro elettronico da 9 pollici e una serie di features che, probabilmente, sarebbero state molto gradite da professionisti e studenti. Il progetto MyTile ad oggi rimane incompiuto, in quanto il dispositivo – purtroppo – non è mai stato commercializzato.

Biblet deriva direttamente dal lettore a inchiostro elettronico ONDA TB600KT di Onda Communications. Lo schermo impiegato è il 6 pollici con tecnologia E-INK “Pearl” che, ricordiamo, è attualmente il miglior inchiostro elettronico presente sul mercato (usato anche su tutti i Kindle di Amazon, ad eccezione del tablet Kindle Fire).
La funzionalità tattile, di tipo capacitivo, consente di cambiare pagina e di impartire i comandi toccando la superficie dello schermo.

Biblet 2 e gli accessori

Il telaio è realizzato in plastica, a nostro parere di qualità meno pregiata rispetto a quella del Kindle 4; il colore grigio opaco della cornice evita comunque fastidiosi riflessi nel momento in cui ci si trova a leggere sotto o in prossimità di forti luci artificiali.

Biblet 2: dettaglio del telaio in plastica

Sul lato sinistro dello schermo sono presenti due solidi tasti meccanici per il cambio pagina. Il funzionamento è preciso, senza incertezze degne di nota, come pure di buona fattura è la tastiera, con tasti piccoli ma correttamente distanziati gli uni dagli altri.

Lo spazio tra la tastiera e lo schermo ospita cinque piccoli tasti: “Menù” che richiama varie opzioni che dipendono dal contesto in cui ci si trova; “Bookmark” per l’aggiunta o la rimozione dei segnalibri; “Home” che è una rapida scorciatoia per tornare alla schermata princiale (home screen); “Zoom” per gli ingrandimenti del testo; “Indietro” per ritornare al livello menù o all’azione precedente.

Sul bordo destro trova posto la regolazione del volume per i brani musicali (in formato MP3), ascoltabili con gli auricolari o con i due speaker audio posizionati sul retro.
Lungo il profilo inferiore troviamo l’attacco Usb, mentre sul profilo superiore, accanto al tasto di accensione, lo slot per la scheda SD consente di estendere lo spazio di archiviazione predefinito di 2 GByte.

Biblet 2: dettaglio dei due speaker audio posizionati sul retro

Biblet 2 è dotato di connettività wi-fi e integra nativamente l’omonimo negozio online Biblet Store al quale si accede per l’acquisto e il download degli ebook.

Apprezzabile la decisione di Telecom Italia di includere nei 99 euro del prezzo del Biblet una buona dotazione di accessori: oltre al dispositivo nella confezione ci sono una scheda micro-SD da 1 GByte con l’adattatore SD, il cavetto Usb e l’adattatore di corrente per la ricarica da una presa a muro, gli auricolari e un laccetto da polso, che ci auguriamo venga utilizzato per assicurare un telefono cellulare e non il reader, per il quale invece è consigliabile l’acquisto di una buona custodia rigida “a libretto”, in grado di proteggere lo schermo da urti e sollecitazioni accidentali.

Home screen
L’interfaccia della schermata principale è caratterizzata da sei icone di accesso rapido alle principali funzioni del dispositivo e, nella parte bassa, dall’indicazione del titolo dell’ultimo ebook letto.

Biblet: home screen

Biblet 2: home screen

La biblioteca virtuale presenta i libri digitali stoccati nella memoria del dispositivo o nella scheda micro-SD (se è stata inserita nell’apposito slot di espansione).
Per trovare facilmente i libri si può ricorrere all’ordinamento (per titolo, data e tipo di ebook) oppure alla ricerca per titolo. All’occorrenza è possibile organizzare la biblioteca rispecchiando la struttura gerarchica delle cartelle create sulla memoria del dispositivo o sulla scheda aggiuntiva SD. Nel caso in cui la biblioteca contenga più di 8 libri digitali il dispositivo in automatico propone due o più scaffali ai quali si accede semplicemente utilizzando i tasti meccanici sul lato sinistro dello schermo. Non c’è la possibilità di classificare gli ebook per aree tematiche o collezioni personalizzate.

Tra le caratteristiche tecniche principali legate al menù Impostazioni troviamo:
- scelta della modalità di refresh della pagina (ridisegno completo o parziale) e della scala di grigi da utilizzare (4 o 16 tonalità). Il nostro consiglio è di leggere con il ridisegno completo a ogni cambio pagina con 16 tonalità di grigio per evitare l’effetto ghosting.
- attivazione del dispositivo con il proprio profilo personale Adobe (Adobe ID) per la corretta gestione delle protezioni anti-pirateria (Drm) di Adobe e gestione del profilo personale su Biblet Store.
- scelta di uno dei nove tipi di carattere da utilizzare per la lettura con uno dei formati testuali supportati dal dispositivo (Rtf, Txt, Doc).

Le icone Shop e Browser consentono l’accesso rispettivamente a una versione ottimizzata dello store per lo schermo da 6 pollici e al browser web che permette la libera navigazione in Rete.

La lettura
Biblet legge ebook di svariati formati: ePub e PDF – tra i principali – con e senza Drm di Adobe, ma anche Rtf, formato testo Txt, il formato Microsoft Word Doc e, a sorpresa, Mobi. I documenti Microsoft Word DocX non vengono visti dal dispositivo.

Il confort di lettura e le azioni che possono essere intraprese durante la lettura di un ebook dipendono essenzialmente dal tipo di formato.
Vediamole in dettaglio:
Pdf: zoom della pagina, ritaglio margini manuale, adattamento pagina in larghezza e altezza, ricerca di una parola, salto pagina numerico, rotazione schermo da verticale a orizzontale, gestione note e segnalibri.
ePubRtf, Microsoft Word (Doc): ingrandimento del font, salto pagina numerico, rotazione schermo, gestione note e segnalibri, ricerca parole.
Testo (Txt): salto pagina numerico, rotazione schermo, gestione note e segnalibri, cambio tipo font e dimensione, impostazione margini della pagina, regolazione interlinea, sillabazione.
Mobi: ingrandimento del font, cambio automatico delle pagine a intervalli prestabiliti (per esempio, ogni 30 secondi), cambio pagina numerico, gestione note e segnalibri.

Biblet 2: menù contestuale attivabile per gli ebook in formato Pdf

Molto scomoda per la lettura risulta la costante presenza delle bande orizzontali a inizio pagina (con indicazione di titolo, orario e stato della batteria) e piè di pagina (con il numero di pagina) perché, non avendo una modalità nascosta, rubano spazio prezioso che potrebbe essere dedicato al testo.
Da evidenziare inoltre che con gli ebook in formato ePub che abbiamo usato per la prova il dispositivo ha ignorato il tipo di font scelto nelle Impostazioni.

Leggendo un documento in formato Pdf è possibile effettuare lo zoom di pagina. Lo spostamento della finestra di lettura avviene con i tasti freccia della tastiera, strisciando le dita sullo schermo (swiping) o con i due tasti meccanici sul bordo sinistro.

Biblet consente l’aggiunta di note testuali, ma con la limitazione di una sola nota per pagina.
Utilizzando i segnalibri ci siamo trovati di fronte a un comportamento che riteniamo anomalo. Quando a una pagina si aggiunge un segnalibro il dispositivo lo memorizza insieme alla dimensione del carattere del testo in lettura in quel momento; ne consegue che se all’interno di un libro abbiamo memorizzato più segnalibri ma in corso di lettura avevamo cambiato più volte dimensioni di carattere, quando richiameremo uno di questi segnalibri il Biblet ripristinerà anche la dimensione del testo in lettura così come lo avevamo impostato al momento della creazione del segnalibro stesso, fatto che, a nosto parere, può infastidire la lettura del libro perché fa procedere “a gambero” ripristinando scelte di dimensioni font precedenti che si erano abbandonate.
Segnalibri e note sono visualizzabili e richiamabili dalla home screen oppure direttamente in pagina con una apposita voce di menù. Il firmware attuale non consente la sottolineatura di parole o frasi.

Per tutti i formati sembra sia possibile utilizzare il dizionario, ma durante le nostre prove non siamo stati in grado di farlo funzionare, pur seguendo attentamente le istruzioni riportate nel manuale di funzionamento.

In generale, a nostro parere, il confort di lettura fornito da Biblet è inferiore a quello assicurato dal Kindle di Amazon per due motivi principali:
- nonostante i due dispositivi utilizzino lo stesso tipo di display lo sfondo del Biblet è sostanzialmente più grigio e i caratteri appaiono meno incisi e contrastati
- la personalizzazione del testo è limitata, non tanto nel tipo di carattere da usare (9 del Biblet contro i 3 del Kindle) ma quanto nel numero di ingrandimenti possibili dei caratteri (5 per Biblet contro gli 8 del Kindle) e nella sostanziale mancanza di stili applicabili al testo (con il Kindle si può applicare il corpo grassetto e regolare l’interlinea).

Navigazione in Rete
Come ci è capitato più volte di ricordare, la consultazione del Web non è l’attività principale per la quale deve essere acquistato un ebook reader a causa essenzialmente dell’elevato tempo di refresh di uno schermo e-ink rispetto a quello LCD (tipico dei tablet) e della complessiva scarsa reattività e velocità di questa famiglia di dispositivi.

Biblet è uno di quei lettori ebook che consente all’utente di collegarsi a tutti i siti Internet. La fruibilità del Web però è solo potenziale perché la particolare lentezza del dispositivo (intrinseca in questo tipo di device come ricordato prima) abbinata a uno schermo poco sensibile rende davvero complicata questa attività. Per esempio, spesso e volentieri non siamo stati in grado di effettuare una banale ricerca su Google perché il touchscreen non rilevava il tap sulla lente di ingrandimento che il motore di ricerca presenta sulla versione mobile della sua home page. Analoghi problemi, uniti a qualche improvviso crash del browser, hanno reso impossibile l’utilizzo di utili servizi online come Wikipedia e Dropbox.

Biblet Store
L’icona Shop della home screen consente l’accesso, tramite una rete wi-fi, al Biblet Store.
L’individuazione e la scelta dei libri passa per ricerche per parole chiave, titolo, nome dell’autore, oppure seguendo i bestseller, le novità, i suggerimenti presenti sulla pagina principale del portale, o, ancora, sfogliando la gerarchia di categorie e generi letterari dell’intero catalogo.

L’interfaccia utente del negozio online, per quanto ottimizzata per le piccole dimensioni dello schermo del Biblet, a nostro parere, poteva essere curata meglio, soprattutto se confrontata con quella del Kindle Store.

Particolare di una pagina di ricerca su Biblet Store

La pagina di presentazione del libro riporta la sinossi, il prezzo, la valutazione attribuita dagli altri lettori (da 1 a 5 stelle) e la segnalazione di due ulteriori libri (non capiamo con quale criterio), ben poca cosa se confrontata con le molteplici informazioni e possibilità di approfondimento offerte dal negozio di Amazon. Potete vedere le differenze confrontando uno stesso titolo: diverse informazioni date dalla scheda libro dei due store.

Biblet 2: scheda ebook su Biblet Store de I contendenti di John Grisham

Kindle 4: scheda ebook su Amazon.it de I contendenti di John Grisham

L’ebook acquistato può essere pagato con la carta di credito associata all’account Biblet durante la fase di registrazione oppure con l’addebito diretto in bolletta telefonica nel caso in cui si sia clienti di Telecom Italia TIM.

Conclusioni
Il pacchetto per la lettura di Telecom Italia include, oltre al lettore a inchiostro elettronico Biblet, anche l’omonimo software disponibile per le piattaforma Pc e Mac, per iPad e i tablet con sistema operativo Android, che permette di leggere gli ebook acquistati su Biblet Store da qualsivoglia dispositivo in nostro possesso. Dedicheremo a questo aspetto un ulteriore articolo di approfondimento.

Per quanto riguarda l’ebook reader a inchiostro elettronico Biblet, a nostro parere, si tratta di un dispositivo entry level, con funzioni basilari, sicuramente migliorabili con un futuro aggiornamento del firmware, adatto a chi vuole assicurarsi un ereader dal prezzo contenuto e in grado di leggere svariati formati (tra i quali lo standard aperto ePub, Microsoft Word .Doc e Mobi) o a coloro i quali – nell’acquisto di un ebook – vogliano dare la preferenza a una libreria italiana, avendo ben presente però che il dispositivo è (sottolineiamo, a nostro parere) inferiore rispetto ad altri che abbiamo recensito di recente per alcuni aspetti tecnici che non possono essere trascurati in un moderno ereader: il grigiore dello schermo, la lentezza con la quale svolge parecchie attività (e non parliamo solo di navigazione Web), un’interfaccia in certi casi non proprio user friendly (come per la gestione delle note o l’uso dei dizionari) e la scarsa attenzione all’aspetto tipografico del libro.

Su Google Plus sono disponibili le foto in alta risoluzione della recensione con un confronto tra Biblet, Kindle 4 e Bookeen Cybook Odyssey: https://plus.google.com/photos/105512964071963733982/albums/5700074031488456369

Come sempre attendiamo riscontri o smentite in particolare da chi è già in possesso del dispositivo.

Tags: ,
Trovato questo articolo interessante?
Condividilo sulla tua rete di contatti Twitter, sulla tua bacheca su Facebook o semplicemente premi "+1" per suggerire questo risultato nelle ricerche di Google. Diffondere contenuti che trovi interessanti aiuta questo blog a crescere. Grazie!

28 Comments

  1. Ottima recensione,complimenti.
    Per quanto riguarda il dizionario il problema che riscontravo all’inizio era la carenza di quello preinstallato (che poi sono 2:ITA-ENG e ENG-ITA),ricevevo sempre il messaggio “traduzione fallita” persino su termini elementari,ho risolto aggiungendo dizionari stardict trovati in rete,se ne trovano per tutte le esigenze.Non ho mai avuto problemi nell’attivarlo,certo che è scomodo da usare e il cursore è poco visibile,forse per questo sembra non funzioni,la modalità cursore è segnalata dalla comparsa di un’icona a forma di libro in basso,prova a controllare.
    I formati riconosciuti sono parecchi, tra gli altri html e lit e gli archivi zip e rar. Inoltre immagini e musica in vari formati.
    Il biblet store è pessimo ma per fortuna non è necessario acquistare lì.Una curiosità:come si fa ad acquistare addebitando la bolletta telefonica telecom italia?Vedo solo l’opzione per l’uso del credito TIM,peraltro a me risulta disattivata.Inoltre pur avendo attivato l’adobe ID sul biblet (e avendolo anche usato per leggere libri protetti per cui funziona) quando accedo al biblet store mi dice che non riesce ad associare un adobe ID al mio account biblet e quando provo ad associarlo sull’area personale mi dice che l’adobe ID non è valido.Credo proprio che non acquisterò mai sul biblet store,non è possibile contattarli,dicono di chiamare il 187 ma poi al 187 non hanno la minima idea di cosa sia il biblet e attendo di essere contattato da un “tecnico competente” da dicembre.Detto questo con tutte le sue limitazioni il biblet a quel prezzo l’ho preferito scientemente al kindle perché più versatile e aperto.Riconosco che come lettore in sé il kindle è superiore ma concordo con te che per poco di più è senz’altro preferibile il cybook che credo sarà il prossimo acquisto visto che in famiglia ormai ci disputiamo l’e-reader!:-)

    • Simone Bonesini says:

      Scusami, hai ragione ho fatto confusione, sullo store si parla di utenza TIM.

    • Io non riesco a far funzionare il dizionario: quando seleziono l’opzione, il cursore non mi si sposta né con le freccette sulla tastiera né premendo sullo schermo, tu come hai fatto?

  2. Ero interessato all’acquisto del Biblet 2 ma dopo averlo cercato in vari negozi della TIM, nonostante la pubblicità sul loro sito
    (http://www.tim.it/consumer/o138500/prodotto.do )
    diversi commessi non ne sapevano nulla e non è nemmeno possibile prenotarlo, anche altri hanno avuto questo problema?
    Mi sembra davvero strano che venga tanto pubblicizzato e poi non si riesca a trovarlo nei negozi TIM e molti dei loro commessi non sappiano nemmeno cos’è ….

    • Simone Bonesini says:

      Dunque, sull’argomento si potrebbe scrivere un articolo. L’ho ordinato il 27 dicembre. Il 3 gennaio ho richiesto informazioni sullo stato dell’ordine (che risultava in lavorazione) e la risposta via email e’ arrivata il 10 gennaio dove mi si diceva che il prodotto non era disponibile a magazzino. Verso il 16 gennaio ho annullato l’ordine via web e il 18 l’ho acquistato da MediaWorld. Nei negozi Tim qui a VR ne sapevano gran poco.

  3. Nei vari comunicati stampa emessi all’epoca era stato precisato che il biblet sarebbe stato venduto solo in pochi centri TIM in 3 città,adesso non ricordo quali.Per acquistarlo l’alternativa più semplice credo che sia il negozio online,sui siti tim o telecom.Ho visto però in qualche messaggio che alcuni lo hanno trovato da mediaworld,credo che sia l’unica possibilità di acquisto in un negozio “fisico”.Purtroppo il supporto di telecom al prodotto è inesistente come ho già avuto modo di osservare a proposito del biblet store,c’è da dire però che da Onda Communication a me hanno risposto quando avevo chiesto lumi circa l’installazione dei dizionari.Inutile sperare nei commessi dei centri TIM,è un prodotto di nicchia e non lo promuovono per nulla,probabilmente non ci credono molto… :-(

  4. Ciao Simone, ti ringrazio per la risposta.
    E’ davvero un peccato che il Biblet non sia “supportato” come meriterebbe, perchè sembra interessante almeno come rapporto qualità/prezzo, ma essendo così difficile da reperire temo che acquisterò un altro prodotto tipo il booken odyssey
    http://www.bookeen.com/it/cybook/odyssey
    o l’orizon
    http://www.bookeen.com/it/cybook/?id=2
    che costano di più ma dovrebbero esserci meno problemi a trovarli, ne approfitto per chiederti cosa pensi dei due prodotti.

    • hai dato un’occhiata alle recensioni?Io penso che l’Odissey sia molto interessante e sto valutando di acquistarlo visto che un eReader in famiglia comincia ad essere troppo poco e spesso dobbiamo disputarcelo.Comunque il Biblet non mi pare sia di difficile reperibilità se si accetta il fatto di acquistarlo online.Nel mio caso l’ho ordinato sul sito tim un venerdì mattina e mi è arrivato il martedì sera successivo.Sul sito tim mi risulta sia sempre stato disponibile a differenza del sito telecom italia dove invece per un po’ di tempo non lo faceva ordinare.E su tim per i prodotti disponibili mi pare che fissino un massimo di 4 giorni lavorativi.
      Questa è la lista dei negozi tim che avevano biblet in anteprima,magari ora sono di più http://www.facebook.com/note.php?note_id=207546879328420

  5. Grazie per le preziose informazioni. devo dire che sono rimasto un po’ deluso da questo dispositivo da quello che scrivete.
    a tal proposito gironzolando ho trovato il nuovo biblet!!! almeno da quello che riporta il sito però da nessuna parte trovo info. bufala?
    questo il link:
    http://www.stilegames.com/2012/01/16/nuovo-modello-tablet-biblet.html

    • Simone Bonesini says:

      ciao, attenzione che il link che citi (su stilegames) riporta informazioni errate: si parla del nuovo Biblet ma l’immagine è riferita al modello precedente e sulla sigla indicata “t860kt” ho qualche dubbio (cerca in google: biblet t860kt e otterrai solo una decina di risultati).
      Il nuovo Biblet “due” è quello recensito in questo articolo.

  6. Infatti mi pareva ci fosse qualcosa di strano!!! la notizia è di metà gennaio di questo anno ( ho controllato). Ma da nessuna parte si trovano notizie se non su quel sito e su siti che riportano sempre a quel link. Neanche sul sito di onda.
    Grazie per l’interessamento! Pensavo e speravo fosse un “nuovo” biblet simile ai vari kindle o sony prs t1 ma a quanto pare le mie speranze sono state vane.

  7. DruidoBianco says:

    Bella recensione!

    Peccato che da noi si debbano fare sempre le cose all’italiana ( per non dire alla carlona)

    Dopo aver letto l’articolo sono ancor più felice di possedere un kindle 3 ( o keyboatd come lo chiamano ora)

    Del biblet 2 sono colpito dal supporto file! Legge di tutto , ottima la mossa del mobi che da piena libertà di scelta e svoncola l’ereader dallo store!

    Per tutto il resto andrei comunque sul kindle visto che è secondo l’articolo
    -costruito con plastiche migliori
    -si puó leggere senza distrazioni ( barra sopra e sotto ) questo mi sembra importante!!
    -più veloce e reattivo
    -pulsanti fisici sia a destra che a sinistra: io li uso tutti a seconda della posizione in cui mi metto
    -ció che non è mobi diventa mobi concibre quindi il “vantaggio “dei vari formatiletti è solo per chi è informaticamente davvero analfabeta

    Concordo che un ereader in famiglia è poco, moi siamo in 4 , 3 lettori, tre ereader.

  8. Pingback: Video - Recensione Telecom Italia Biblet 2 - Netbook News

  9. Pingback: La video recensione del Biblet 2 | eBookReader Italia

  10. Mi sembra di aver letto alcune esagerazioni.
    -Reperibilità: l’ho comprato da Auchan ma mi risulta che sia disponibile anche nelle librerie Feltrinelli.
    -Opinabili i “lati negativi”: ne trovavo molti di più nel vecchio “Booken- Cybook Opus”, pagato quasi il doppio e con molte più limitazioni rispetto a questo. Mi ha piacevolmente sorpreso la facoltà di leggere direttamente i formati “DOC” e “LIT” (per il BOOKEN erano tabù !!!), l’eccellente resa sul formato PDF (con il BOOKEN ci avevo rinunciato). L’unica vera scomodità è data dai tasti cambio pagina solo sul lato sinistro ma si sopperisce con il “touch”. La reattività è, secondo me, superiore al BOOKEN che andava in “freeze” ad ogni mosca che passava (e che, comunque, non aveva il “touch”). Quasi quasi devo ringraziare mia figlia che, sedendosi sopra il vecchio BOOKEN Cybook, lo ha rotto costringendomi ad un acquisto che mi lascia soddisfatto.

  11. Io ho acquistato il Biblet 2 e, nonostante il servizio clienti davvero inutile, mi devo ritenere molto soddisfatto. I libri si leggono bene, anche in pdf (ho regalato un Sony PSR600 a mia madre e i file pdf non sono leggibili).
    Il mio voto al reader è 8

  12. salve a tutti,per 79€ non ho nulla da ridire in merito al biblet 2 acquistato circa 40 giorni fa. leggo tutto, l’unica cosa è il touch poco reattivo. per il resto leggo bene chiaro , a confronto con il kindle di mio padre è vero il kindle è piu chiaro.
    ciao

  13. io posseggo un biblet che ha cominciato a funzionare bene solo dopo l’aggiornamento di luglio 2012, ma mi domandavo se la luminosità dello schermo non sia regolabile, leggerlo in casa senza una luce diretta é quasi impossibile

    • ciao Silvia, sicuramente la luminosità non è regolabile. Gli ebook reader e-ink con schermo luminoso stanno arrivando solo adesso sul mercato, vedi il Kindle PaperWhite, Kobo Glo e presto anche il PocketBook. Forse puoi regolare l’intensità del nero dei caratteri, dovrebbe esserci scritto sul manuale.

      • purtroppo no, si può solo regolare la dimensione, é un peccato perché così nn è neppure lontanamente simile alla carta, alla prima lettura mi sono beccata un gran mal di testa!cmq grazie ciao

  14. UN’ALTRA COSA …MI CAPITA CHE SCARICANDO UN LIBRO INVECE DI TITOLO E COPERTINA MI TROVA UN ICONA ACSM CON LA SCRITTA “URLLINK.ACSM” POI PROVANDO A RISCARICARE IL LIBRO VA TUTTO A POSTO MA L’ICONA RIMANE, CAPITA ANCHE A VOI?

  15. Ciao, io posseggo il bibletTB600 da febbraio e purtroppo mi ha dato problemi.Ultimi in ordine di tempo:dopo l’aggiornamento di Luglio è sparito il dizionario e dal menù l’opzione assistente>dizionario.Ho contattato il servizio clienti Onda il quale mi ha risposto che è stata una richiesta di telecom quella di eliminare il dizionario!!.Da ieri non prende più il segnalibri.Se ritorno alla home e poi riapro la cartella libri mi va alla prima pagina e cliccando sull’ozione segnalibri la pagina è vuota. Ho provato a resettarlo e a reinstallare l’aggiornamento ma mi semra che ogni volta peggiori la situazione.Ho ricontattato Onda e sono in attesa di risposta.Per cortesia, vorrei sapere se qualcuno ha avuto gli stessi problemi o altri dopo l’aggiornamento o se è il mio biblet difettoso. Grazie

    • credo proprio che sia difettoso perchè il mio ad esempio ha cominciato a funzionare meglio proprio dopo l’aggiornamento, la storia dei segnalibri è proprio strana anche perchè se stai leggendo solo un libro ti dovrebbe rimanere “aperto” in basso senza bisogno del segnalibro.Cmq viste le numerose lamentele resta assurdo che abbiano messo sul mercato un articolo con così tanti problemi, sembra di avere tra le mani il mio commodor64 di 20 anni, nn mi sembra che ci volesse tanta scienza per un reader. Boh!

      • ciao Silvia, purtroppo non posso aiutarti perché non ho più il Biblet. Non è stato un sucesso questo è certo. Se è in garanzia vedi se riesci a fartelo o a farti dare un buono sconto per qualcos’altro. Poi mi permetto di darti un consiglio: se proprio non ce la fai più a leggere sul tuo Biblet da un’occhiata ai nuovi Kobo (vedi qui: http://www.ebookreaderitalia.com/category/modelli/kobo-modelli/ ) , non dovresti aver molti problemi a travasare la tua attuale libreria.

      • Grazie per la risposta. Ma sarei curiosa di sapere se anche a te è scomparso il dizionario dopo l’aggiornamento di luglio, perchè la rispostadi onda mi sa tanto di ” balla”.Proverò a mandarlo in assistenza e vedo che cosa succede perchè la vedo dura farmi fare un buono. Ho visto che ti lamenti per l’mpossibilità di leggere con poca luce, io ho risolto con una lucina a pinza dell’Ikea da attaccare al biblet. Costo 1,50 euro e funziona egregiamente.

        • nn so come era prima perchè io l’ho aggiornato appena preso, cmq in effetti ora nn c’è nessun dizionario.Per la luce anche io alla fine ho avuto la stessa idea.

  16. salve, possiedo un biblet 2 e anche io ho avuto problemi con i segnalibri. praticamente nonostante metta il segnalibro, quando spengo e riaccendo il libro mi si riapre alla prima pagina. c’è modo di risolvere il problema? grazie.

  17. Ciao, io francamente privilegio, su tutto, l’esperienza basica di lettura. In dispositivo elettronico non deve farmi rimpiangere la carta, poi viene tutto il resto. Ebbene, Biblet è l’ereader più scadente che abbia mai trovato e provato, da questo punto di vista. Il grigio dello sfondo è una cappa opaca che anestetizza la definizione dei caratteri, richiede luce diretta, si fa fatica e si rimpiange la carta, quand’anche riciclata. Sconsigliatissimo. Ciao