eBookReaderItalia.com al Salone del Libro per “Stelle di Eger” domenica 17 maggio #SalTO15

#SalTO15_eBookReaderItalia.comAl Salone del Libro di Torino quest’anno presentiamo l’uscita della traduzione italiana dall’ungherese di Stelle di Eger di Géza Gárdonyi, l’appuntamento è per domenica 17 maggio alle ore 15 nello spazio Future Lab.

L’iniziativa del blog è di puro scouting, nel senso che abbiamo portato alla pubblica attenzione la traduzione di Patricia Nagy. L’ebook poi uscirà autonomamente in regime di self-publishing curato dalla traduttrice stessa con suoi tecnici di supporto.

Stelle di Eger è il romanzo più amato e popolare della letteratura ungherese.

Scritto nel 1901 da Géza GárdonyiEgri csillagok (“Stelle di Eger”) è un romanzo storico e celebra il coraggio e l’amor di patria del popolo ungherese sotto la dominazione ottomana a metà Cinquecento. Tutto inizia in Ungheria, nel periodo in cui Turchi ed eserciti della Corona degli Asburgo si contendono il territorio magiaro. Il culmine è l’assedio del 1552 alla fortezza di Eger, dove apprenderete l’arte della guerra a colpi di cannone, polvere da sparo, “oggetti” da combattimento corpo a corpo, pece bollente gettata sul nemico assalitore, eroica resistenza di un popolo che non finisce di sorprendere l’avversario.

Se pensate non sia stato dato alle stampe in italiano per oltre 100 anni perché è un romanzo da poco, vi sbagliate davvero. Potete leggerne sul nostro blog l’anteprima.

Eclipse_of_the_Crescent_MoonLa sua lettura scorre agile ed è avvincente, Gárdonyi rende i personaggi vivi e le imprese che compiono sono memorabili per la loro umanità. In inglese è stato tradotto con il titolo Eclipse of the Crescent Moon. Qui accanto abbiamo fatto uno screenshot dei risultati di gradimento su Amazon.com per darvi un’idea del successo che ha avuto tra i lettori americani la traduzione in inglese.

Di Géza Gárdonyi sono stati tradotti in italiano:

– Az a hatalmas harmadik, 1903, trad. it. Quel misterioso terzo, Genio, 1934

– Isten rabjai, 1908, trad. it. Gli schiavi di Dio, UTET, 1939

– Az én falum, 1908, trad. it. Il mio villaggio, Istituto statale d’arte Urbino, 1958

– A láthatatlan ember, 1901, trad. it. Sotto la tenda di Attila, Bruno Mondadori, 1983.

Egri csillagok (“Stelle di Eger”) ancora non è pubblicato in Italia perché nessun traduttore è stato abbastanza ardito per affrontare le quasi 500 pagine che compongono l’opera. E nessun editore italiano si è cimentato nello stampare su carta una simile storia eroica della Mitteleuropa di un tempo che fu. Ora la traduttrice coraggiosa c’è: è Patricia Nagy e la sua traduzione dall’ungherese è qui già pronta che aspetta di proporsi a voi lettori. Anche la formula editoriale è stata individuata e, guarda caso, è «100per100digitale». Di Stelle di Eger uscirà grazie a voi un ebook. Se per l’editoria tradizionale pubblicarlo su carta rendeva irraggiungibile un break-even in un’opera ponderosa per foliazione come questa, il libro digitale invece non imporrà punti di pareggio obbligati, né limiti di distribuzione per un contenuto che merita.

La nostra scommessa è che sottoscriviate quote che permettano di far uscire l’ebook di Stelle di Eger e, per quanti lo desiderano, la copia cartacea. Basta cliccare sul pulsante PRENOTA e scegliere la “ricompensa” di vostro interesse. (In questa fase si tratta esclusivamente di una prenotazione della quota: il pagamento verrà richiesto soltanto a conclusione della raccolta budget.)

La vostra scommessa è sostenere il progetto anche con il passaparola, coinvolgendo amici e colleghi che amano leggere bei libri ed ebook!

A presto, ci vediamo domenica 17 a #SalTO15

.

Tags: , ,
Trovato questo articolo interessante?
Condividilo sulla tua rete di contatti Twitter, sulla tua bacheca su Facebook o semplicemente premi "+1" per suggerire questo risultato nelle ricerche di Google. Diffondere contenuti che trovi interessanti aiuta questo blog a crescere. Grazie!

3 Comments

  1. Certo, l’immagine qui in “vetrina” mostra la demo dell’ebook in lavorazione caricata nel visualizzatore di Calibre.

  2. Cinzia Franchi says:

    Davvero avete presentato al Salone del Libro un volume così pieno di errori, travisamenti, incongruenze etc. nella traduzione?
    In un altro post ho già segnalato di cosa si tratta.
    Cordialmente,
    Cinzia Franchi
    Ricercatore di Lingua e Letteratura Ungherese,
    Università di Padova

    • Come ho risposto nell’altro post nel quale è intervenuta, al Salone del Libro non abbiamo presentato l’edizione cartacea, né l’ebook che è in preparazione in self-publishing a cura della traduttrice.
      Abbiamo parlato dello strano caso di un’opera come Stelle di Eger che non era né tradotta né pubblicata in Italia da oltre 100 anni.