Samsung E60 e Sony PRS-650 in foto

Il Samsung E60 e il Sony PRS-650 sono senza dubbio due dispositivi che per le loro caratteristiche tecniche possono essere collocati nella fascia alta del mercato dei lettori ebook.

Dopo la recensione del Prs-650, da qualche giorno, stiamo mettendo alla prova anche l’E60.
In attesa di una recensione, anche pensando a quanti si trovano indecisi tra uno e l’altro, pubblichiamo questo breve confronto fotografico.

Entrambi sono 6 pollici touchscreen, il Samsung utilizzabile solo con il pennino, il Sony anche con le dita. L’ E60 è un dispositivo più “prestante”, con un peso di 315 grammi contro i 215 del Sony. E’ caratterizzato da uno slider frontale a scomparsa che nasconde i comandi per la navigazione nei menù e i 2 altoparlanti e, forse per questo, ha uno spessore maggiore.
Il Samsung però ha delle funzioni aggiuntive molto interessanti: il Wifi, Text-to-Speech (inglese) e un avanzato supporto per la scrittura manuale che lo rende un dispositivo adatto anche a prendere note e appunti liberi.


.

Tags: , ,
Trovato questo articolo interessante?
Condividilo sulla tua rete di contatti Twitter, sulla tua bacheca su Facebook o semplicemente premi "+1" per suggerire questo risultato nelle ricerche di Google. Diffondere contenuti che trovi interessanti aiuta questo blog a crescere. Grazie!

14 Comments

  1. confronto prezzi e funzionalità? e dove acquistarlo? grazie

  2. AnonReader says:

    Sono curioso di sapere della funzione appunti/agenda e del relativo consumo di batteria per quanto riguarda il Samsung E60.

    • L’agenda è una funzione che devo ancora esplorare (ho visto che è sincronizzabile con il PC tramite un programma chiamato Outlook Organizer).
      Per gli Appunti se riferiti ad un libro vedi la risposta data a Patrizio. In aggiunta c’è una applicazione che funziona come un vero block notes, puoi creare delle note a mano libera, editarle, salvarle e categorizzarle per argomenti.

  3. Tra i due sono più orientato sul Sony.
    Ora però mi viene un dubbio: come funziona il sistema di scrittura col pennino? E’ facile poter prendere appunti veloci o scrivere note?

    • Per la scrittura a mano libera è sicuramente più adatto l’E60… ti consente anche di scrivere la tua firma, che di solito è scrittura veloce (dovrei mettere online un video per farti capire bene..)
      Su ogni pagina puoi aggiungere, sempre a mano libera, un promemoria oppure delle annotazioni/disegni/sottolineature. A livello di libro invece hai la possibilità di aggiungere delle “impressioni personali” (sempre a mano libera). Con il Sony invece hai praticamente sempre il supporto della tastiera virtuale.

  4. L’E 60 è già vecchio e sopratutto è pesantissimo e ingombrante, io mi orienterò sul sony che mi sembra anche più veloce nel refresh. Poi la samsung ha fatto sapere di non voler continuare sulla via degli ebook reader,questo sarà l’unico che produrranno quindi presumo che sarà poco seguito per quel che riguarda gli aggiornamenti e la risoluzione di eventuali bug. Spero che cambino idea e designer.

    • hai ragione, è pesante rispetto ad altri (Kindle, PRS 650 o CyBook), lo senti in mano… complice anche lo spessore. Non sono d’accordo invece sul fatto che sia già vecchio perchè ha tutte le funzioni tipiche di un reader e in più anche un buon supporto alla scrittura manuale e in questo forse è l’unico.
      Purtroppo Samsung ha annunciato di abbandonare questo mercato che lascia senza risposte alcune questioni come l’aggiornamento del firmware. L’assistenza, da quello che leggo in rete, la stanno comunque offrendo.

  5. Dovendo LEGGERE (che è quello per cui si acquista un ebook reader) la scelta deve essere Sony: lo schermo ha una tecnologia maggiormente recente e performante (inoltre si possono prendere appunti ed evidenziare proprio come su un libro vero).

  6. Vado un po’ off post, ma credo che questa mia piccola recensione sia interessante.
    Ieri alla Feltrinelli ho finalmente potuto provare il Sony 650. Il lettore era in bella mostra, e, a parte la batteria quasi scarica, era possibile utilizzarlo in tutte le sue funzioni (non era in configurazione da esposizione, tanto che avrei potuto anche cambiare la lingua o fare altri disastri, i commessi erano totalmente disinteressati a me =P). L’ho provato una buona mezz’ora in tutte le sue funzioni e posso dire che, dopo tanti ripensamenti, adesso non sono affatto scontento di aver preferito acquistare il Kindle 3!
    La differenza di prezzo tra i due non giustifica l’acquisto del Sony. Certo, questo ha il touch screen che è molto piacevole al tatto, e lo schermo non si sporca affatto (a differenza del Kindle che se lo tocchi resta l’alone dell’impronta digitale); ma per molte funzioni il kindle è superiore al Sony: ad esempio, il refresh del Kindle è superiore (il Sony ha un lampo meno forte rispetto al Kindle, ma impiega più tempo per “caricare” il lampo); il Kindle inoltre è molto più pratico se si vuole sottolineare o prendere appunti (e, in questo, la sottolineatura del sony è orribile visivamente, evidenzia la parola, invece il Kindle la sottolinea con un grigio molto chiaro; per prendere appunti sul Kindle basta iniziare a digitare sulla tastiera, sul sony devi eseguire un lungo procedimento prima di poter far apparire la tastiera sullo schermo). Il Sony, invece, mi è sembrato molto miogliore per la gestione delle immagini, ma bisogna sottolineare che erano quelle precaricate.
    In definitiva, considerando il prezzo e considerando che il Sony non ha il Wi-Fi, il Kindle stravince l’incontro.

    Spero di essere stato utile a chi di voi è indeciso sull’acquisto tra i due lettori (e, inoltre, considerate che la prossima settimana arriva Amazon Italia ;) ).

    • i contributi personali sono quelli più importanti…un commmento come il tuo su certi forum avrebbe ottenuto una risposta del tipo “il kindle è un sistema chiuso..bla bla bla”.
      io ho avuto modo di provare solo il kindle dx 2a generazione (il Graphite l’ho usato pochissimo) e l’aggiunta delle note
      su una pgina mi sembrava macchinosa.sicuramente il Kindle 3 visto anche il prezzo è un ottimo dispositivo, leggo in rete però meno attrezzato rispetto al Sony per quanto riguarda la gestione di PDF.
      Comunque a chi legge per ore basterebbe un buon schermo (credo che l’E-Ink Pearl sia ancora il migliore, ma aspetto di vedere il SiPix dell’Orizon)
      , due tasti “pag. avanti/indietro” e il supporto dei principali formati.Non serve altro. Se la settimana prossima aprirà Amazon Italia e se l’offerta di titoli in italiano sarà consistente allora a maggior ragione il Kindle
      sarà da valutare seriamente da chi è intenzionato a passare alla lettura digitale. (io chiuderò il blog in questo caso ;-) )

      Parlando di confronti guarda questo Kindle vs Pocket Book sul Sole 24 ore: http://bit.ly/doB16w (il Kindle non ha il Vizplex…per fortuna che lo hanno provato a lungo)

  7. Innanzitutto ringrazio Simone ed i suoi collaboratori per l’ottimo lavoro fatto su questo sito; poi attendo con ansia la recensione dell’ E60; e per finire chiedo un consiglio: sono indeciso tra i due device per uso che sia primariamente quello della lettura (ovvio) ma anche come “personal organizer”; mi sembra di capire che l’E60 è più indirizzato verso questo uso (anche se mi sfugge il perché: pure il PRS-650 è in grado di prendere appunti, giusto?) ma il Sony mi attirava di più per il minor peso, il miglior display e la maggiore “eleganza”.
    Potreste chiarirmi un po’ meglio le idee sul perché il samsung sia meglio del sony limitatamente alla funzione di “personal organizer”?

    Grazie,
    Cristiano

    • grazie :-)
      L’E60 come sai supporta la scrittura manuale ed molto valido da questo punto di vista, puoi scrivere tranquillamente a mano anche in velocità (come la firma personale) usandolo quindi come block notes. In più puoi aggiungere al foglio bianco diversi tipi di griglia (righe, quadretti + o meno fitti).
      Con il PRS650 puoi disegnare ma il supporto per la scrittura manuale è inferiore.
      L’E60 ha uno spessore maggiore complice lo slider frontale.
      Mia considerazione:
      forse, se usato in prevalenza per leggere, ti consiglio il Sony. E’ + leggero, schermo più bianco e ben contrastato, buon supporto anche per il PDF (vedi recensione qui sul blog) e dizionari integrati attivabili con un doppio tap sulla parola. In più mi piace il fatto che i tasti pag. avanti e indietro sono vicini a differenza dell’E60 che sono gli estremi, sui bordi del case, perchè puoi leggere tranquillamente anche con una mano sola (quando sono sdraiato impugno il prs con la mano sx, invece la dx è a sostegno della testa… ehhh..io leggo così :-) ). L’E60 lo devi sempre tenere con due mani.

  8. Ciao Simone,
    grazie per aver risposto alla mia domanda precedente.

    Un mio collega che vorrebbre prendere il Sony si chiedeva se le sottolineature e le note inserite usando il reader, poi sono permanenti.

    Cioè… se sottolineo e annoto un file .pdf lo posso risalvare ex novo conservando le mie aggiunte?

    Grazie!!!