Samsung richiama i Galaxy Note 7 e rimborsa tutti i clienti

Il marketing punta sempre a fare uscire sul mercato un dispositivo esplosivo. Ma questa volta fare i conti con uno smartphone come il Samsung Galaxy Note 7 rivelatosi esplosivo nella realtà, con più casi di smartphone scoppiati per cause imputabili (forse) alla batteria, non è per nulla cosa da poco. Soprattutto per i consumatori.

samsung_galaxy_note7_esplosoEcco dunque Samsung costretta a ritirare tutto il già distribuito: qui di seguito pubblichiamo integralmente il comunicato, con tutte le istruzioni per il contatto con l’azienda.

In Italia il problema riguarda non oltre 2000 clienti, che saranno rimborsati. Il marchio Samsung, oltre al danno di immagine, risentirà di questo insuccesso di uno dei suoi dispositivi di punta e questo riverbererà in modo inevitabile sui prezzi di tutti i Galaxy Note precedentemente usciti, che peraltro sono sempre stati ottimi apparecchi. Noi che abbiamo acquistato il primo phablet targato Samsung, il Note (punto e basta, senza numeri perché era il primo Galaxy a uscire), vi consigliamo di tenere d’occhio i prezzi, per esempio, degli ottimi Note 4 e Note 5 perché potrebbero riservare sorprese al ribasso. Ora vi lasciamo al comunicato.

.

« A tutela della sicurezza dei consumatori, che è da sempre la priorità di Samsung ed elemento fondante del suo impegno, per garantire i più alti standard di affidabilità e qualità, l’azienda ha deciso di interrompere la vendita e la produzione del Galaxy Note 7 e il programma di sostituzione di questi dispositivi, invitando i consumatori a spegnere i Galaxy Note 7 in proprio possesso e riconsegnarlo al punto vendita presso il quale è stato acquistato.

A livello internazionale, stiamo lavorando con organismi di regolamentazione competenti per investigare i casi recentemente segnalati che coinvolgono esclusivamente il modello Galaxy Note7.

Poiché la sicurezza dei consumatori rimane la nostra massima priorità, Samsung ha chiesto a livello globale a tutti gli operatori telefonici e ai distributori partner, di interrompere le vendite e le sostituzioni dei Galaxy Note 7.

Relativamente al mercato italiano, il prodotto non è mai stato ufficialmente messo in commercio, se non attraverso una prima fase di pre-ordine di circa 4.000 unità, di cui consegnate meno della metà. Per agevolare il processo di ritiro del Galaxy Note 7, Samsung Electronics Italia ha messo a disposizione alcuni servizi tra cui: servizio di ritiro del prodotto e servizio di assistenza dedicato al numero verde 800 025520.

A tutti i consumatori, che hanno effettuato il pre-ordine, Samsung Electronics Italia garantisce il rimborso totale e immediato dell’importo versato. Sempre a questi consumatori, verranno inoltre spediti subito dopo la restituzione del Galaxy Note 7, i premi promessi in fase di pre-ordine.

Siamo un leader tecnologico responsabile e fortemente impegnato nel far sentire i nostri clienti in ogni istante sicuri, entusiasti e ispirati, mantenendo alta l’eccellenza dei nostri prodotti. Vogliamo dimostrare di essere concretamente vicini ai nostri consumatori italiani e per questo stiamo lavorando ad un programma dedicato per ringraziarli della fiducia che ci stanno dimostrando” , afferma Carlo Barlocco Presidente di Samsung Electronics Italia.

.

Fonti:

comunicato Samsung Italia

.

Tags: ,
Trovato questo articolo interessante?
Condividilo sulla tua rete di contatti Twitter, sulla tua bacheca su Facebook o semplicemente premi "+1" per suggerire questo risultato nelle ricerche di Google. Diffondere contenuti che trovi interessanti aiuta questo blog a crescere. Grazie!

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>