Sony: foto e specifiche del nuovo PRS-T1

Da tempo in Rete si parla dell’arrivo del nuovo ebook reader di Sony e anche noi ne abbiamo discusso a più riprese qui sul blog.
Proprio in questi giorni sulla versione olandese di BOL.com è stata pubblicata la scheda prodotto del Sony PRS-T1.

Per chi si affaccia per la prima volta al mondo dell’inchiostro elettronico o per chi ci segue solo da pochi giorni, il Sony PRS-T1 è la diretta evoluzione del Sony PRS-650 in vendita dall’ottobre dello scorso anno insieme al Sony PRS-350 (con schermo da 5 pollici touchscreen) e al PRS-950 (con schermo da 7 pollici touchscreen), quest’ultimo però disponibile solo negli USA.

BOL riporta le foto e le specifiche tecniche.

A meno che non si tratti di un errore di pubblicazione vengono confermate le specifiche tecniche del PRS-T1 emerse dalla lettura dei documenti della FCC Americana; è bene ricordare comunque che fino a questo momento non ci sono ancora state comunicazioni ufficiali da parte del produttore giapponese.

Il display da 6 pollici è il collaudatissimo e ottimo “Pearl” di E-INK. Lo schermo è multi-touch, caratteristica questa che rappresenta una novità rispetto ai modelli precedenti e che apre alla possibilità di effettuare alcune operazioni a due dita, come ad esempio lo zoom dei documenti (pinch-to-zoom) in modo del tutto simile a quanto si fa sui tablet e sugli smartphone. Il touchscreen è stato implementato sfruttando la tecnologia di Neonode che, tra l’altro, sarà adottata anche da ONYX per i suoi prossimi ereader.

Il PRS-T1 è dotato di connessione wi-fi per l’acquisto degli ebook direttamente dai negozi online (ci sarà da vedere quali) ed è in grado di collegarsi anche a Wikipedia e Google per effettuare delle veloci ricerche. Questa funzione sarà probabilmente molto apprezzata.

La memoria interna è di 2 GByte, lo standard per questo genere di dispositivi, ed è espandibile, all’occorrenza, con una scheda micro-SD (come anticipato è sparito il supporto per le schede proprietarie Sony Memory Stick DUO)

Lo chassis è in plastica e non in alluminio come nei modelli precedenti, una scelta dettata dal fatto di contenere il peso – che scende così da 215 grammi a 168 grammi – e anche il prezzo che, almeno in Olanda, sembra essere stato fissato a 165 euro, comunque maggiore del prezzo di vendita del Nook Touch di Barnes&Noble (139 dollari negli USA – 130 euro circa se acquistato tramite consegnato.com) e di quello del Kindle 3 di Amazon (139 dollari o 114 dollari per la versione “Special Offers” negli USA).
Il PRS-T1 è in grado di leggere i più comuni formati tra i quali ePub e PDF (anche con i DRM Adobe) e integra, come il suo predecessore, 12 dizionari che facilitano la lettura delle opere in lingua originale.

Per il momento BOL non riporta la data di disponibilità del PRS-T1 ma c’è da aspettarsi che la commercializzazione inizierà in ottobre come fatto nel 2010 per i precedenti modelli.

Tags:
Trovato questo articolo interessante?
Condividilo sulla tua rete di contatti Twitter, sulla tua bacheca su Facebook o semplicemente premi "+1" per suggerire questo risultato nelle ricerche di Google. Diffondere contenuti che trovi interessanti aiuta questo blog a crescere. Grazie!

11 Comments

  1. mmmmm molto molto carina la possibilità di poter collegarsi a google e wikipedia, tuttavia secondo me rimangono comunque validissimi anche i predecessori, ovviamente dipende sempre dalle funzioni che si vuol possedere.. Ci sono funzioni di cui se ne può fare a meno ed altre no. A questo punto mi chiedo se uscirà il successore del 350, modello che ancora ora mi attrae molto e sarei ancora tentato all’acquisto!

  2. Speriamo che abbiano migliorato l’utilizzo del formato pdf (sono uno studente), altrimenti dovrò aspettare un altro anno prima di vedere dei progressi….

    • Mmmm secondo me per motivi di studio è di gran lunga migliore un tablet o al max il cartaceo XD

      L’ebook reader, secondo me, esprime la sua massima utilità e facilità per la lettura di romanzi.

  3. mi auguro vivamente che non ci siano i problemi di distribuzione del PRS650.

  4. Scusate la domanda stupida, ma non ho avuto l’onore di possedere un lettore ebook.
    Io sono uno studente, ed ho creato dei pdf scannerizzando dei quaderni miei e di alcuni miei amici. Essendo scritti a mano, però, non posso digitalizzare il testo con un software OCR, ed i pdf sono dunque tutti composti da tante immagini.
    Leggendoli dal PC non ci sono grossi problemi, ma la mia domanda è: i lettori ebook come se la cavano nella lettura di file del genere? (ovvero non composti da testo, ma solo immagini). Rallentano molto?

  5. Simone Bonesini says:

    @Nikolas per il momento si hanno notizie solo del PRS-T1, 6 pollici. Sembrerebbe non essere previsto alcun altro ereader. Ricordiamoci che Sony sta uscendo anche con due tablet (S1 e S2) e può essere che ritenga più che sufficiente il PRS-T1 per il mercato dell’inchiostro elettronico.
    Il PRS-650 e PRS-350 a mio parere sono ancora due ottimi lettori e trovarli sul mercato dell’usato in buone condizioni e a prezzi decenti potrebbe essere un piccolo affare (se non interessa il wi-fi che è l’unico miglioramento significativo che il PRS-T1 introduce)

    @Marco @Vincenzo
    a mio parere per lo studio, nel caso abbiate a che fare con PDF in formato A4 (o scansionati) , in questo momento è preferibile un tablet il cui schermo non è così “comodo” o “riposante” come quello di un dispositivo a inchiostro elettronico però è molto più agile nella gestione di questo genere di documenti.
    Gli ereader in generale sono meno potenti e più adatti ad una lettura prolungata; saltare da una pagina all’altra (intendo sfogliare il PDF in velocità) è un’operazione che può essere lenta, come anche la ricerca di un termine su tutto il libro.
    Volendo restare sui dispositivi a inchiostro elettronico, se l’esigenza è leggere PDF in formato A4 allora si deve prendere in considerazione almeno un 9 pollici riducendo così la scelta al Kindle DX, Pocketbook 903 o Onyx M9; oppure l’Asus EEE Note con schermo LCD in bianco/nero (?)

    • Ciao a tutti, l’EEE Note è meglio di questo device Sony, perchè ha uno schermo touch non capacitivo: dico che è meglio perchè ho provato il display Sony e possiedo il Note. Il display capacitivo è un disastro per scrivere perchè se appoggi la mano sullo schermo disegni anche con la mano oltre che con il pennino! Al contrario, nel Note lo schermo ha una tecnologia Wacom (quindi è infinitamente più preciso)e non è touch, cioè le mani non lasciano legni: si usano tasti soft-touch per controllare il dispositivo OPPURE la penna.

      @Vincenzo
      Per GESTIRE I DOCUMENTI scritti è molto fluido, non ci sono rallentamenti!
      L’unico neo è che la batteria dura dalle 10 alle 13 ora, al contrario di un e-ink.

      Comunque, l’EEE Note è un prodotto eccezionale per prendere appunti e per leggere!

      • Tra l’altro, il Note ha un browser internet veramente buono!!! Solo wifi ovviamente… E si possono sincronizzare automaticamente gli appunti presi con evernote!

  6. Massimiliano says:

    Ma perchè la Sony non fa dei display più grandi del classico 6 pollici? Cioè la lettura ci guadagnerebbe molto a fronte di un ingombro complessivo certamente non invalidante….

    • Simone Bonesini says:

      forse perché per la narrativa, dimensionando opportunamente il font, va più che bene un 6 pollici
      Per tutto il resto (riviste, PDF in A4, documenti tecnici) c’è… il tablet (?)

  7. Pingback: Ufficiale il nuovo Sony PRS-T1 Reader Wi-Fi | eBookReader Italia