“Storia della filosofia a sonetti” di Francesco Deiana [ #EbookIncipit ]

La rubrica #EbookIncipit di eBookReaderItalia.com è un appuntamento con gli ebook autoprodotti, il selfpublishing, e con i libri pubblicati in solo formato digitale. Leggerete qui l’anteprima di ebook distribuiti in proprio oppure attraverso piattaforme selfpub, ma anche progettati da “editori 100per100 digitali” o in collane solo digitali di editori tradizionali. Non parliamo addosso a un autore e ai suoi scritti, invece vi offriamo in lettura l’incipit della sua opera, un’anteprima delle prime tre “cartelle” – come si dice in gergo editoriale – cioè 5400 battute.

In #EbookIncipit è l’autore a mettersi in gioco con i brani d’inizio del suo ebook. Il titolo che vi proponiamo oggi è…

Storia della filosofia a sonetti 

di Francesco Deiana

Dato che l’editore sul suo sito offre l’anteprima in formato pdf con le Informazioni introduttive alla lettura e tre sonetti – La Scuola di Mileto, I Pitagorici ed Eràclito di Efeso – , noi in questa puntata di #EbookIncipit deroghiamo dalle battute d’inizio e vi diamo in lettura invece una breve sinossi e l’assaggio di alcuni sonetti, con annesso glossario filosofico. ]

.

In Storia della filosofia a sonetti Francesco Deiana mette assieme la storia della filosofia occidentale con la forma poetica del sonetto. Il risultato è un libro che riassume i principali concetti e idee della filosofia dalla Scuola di Mileto al Destrutturalismo, in una forma semplice e concisa (quattordici endecasillabi non sono poi così tanti) pensata sia per chi vuole avvicinarsi per la prima volta a qualcosa che magari ritiene – a torto – troppo difficile, sia per chi già conoscendo bene l’argomento voglia approfondirlo da un punto di vista originale.

storia_della_filosofia_a_sonetti[...]

.

Platone

Ogni uomo è come un prigioniero

chiuso nella caverna dell’errore,

fuori c’è la luce, c’è il sole vero,

metafora del Bene e dell’Amore.

.

Il sole funge come un proiettore

e forma contro il muro ombre: l’intero

film che viene fuori all’osservatore

gli pare la sua vita per davvero.

.

Le cose di questo mondo reale

altro non sono che piccole prove

della realtà perfetta ideale

.

che il filosofo vede sempre altrove:

nel mondo delle Idee, luogo speciale

che è in nessun posto, ma in ogni dove.

[...]

.

Guglielmo di Ockham

Celebre precursore del pensiero

moderno, con lui si dà un taglio netto

al problema scolastico. L’effetto

è che Dio non serve più, perché vero

.

è solo quel che esperiamo. Il nero

non è tale perché esiste un concetto

di nero, mica serve l’intelletto

perché le cose sian nere davvero.

.

Il suo rasoio – che magari, tu

che leggi, conoscerai – coglie in pieno

il senso di ’sto fatto, e dice su

.

per giù – quel che ho capito io almeno –:

è inutile si faccia con di più

ciò che può esser fatto con di meno.

[...]

.

Voltaire (François-Marie Arouet)

Nel mondo il male è una realtà

non meno del bene, questo è un fatto

di cui bisognerà prendere atto

a prescinder dal bene che si fa.

.

Il suo pensiero non è mai astratto

come si potrebbe supporre, ma

sempre rivolto alla società

entro la quale cerca il suo riscatto.

.

Altro che il migliore mondo possibile,

la terra è uno schifo, tuttavia

qualche cosa rimane ammissibile:

.

riderci un po’ su con tanta ironia

aiuta a rendere più sostenibile

la vita e qualunque traversia.

[...]

.

Charles Darwin

Nell’arco di molte generazioni

capita che ogni essere vivente

compia piccolissime mutazioni

– credo biologiche principalmente –

.

che, considerate le interazioni

che queste hanno col loro ambiente,

fan sì che una specie di selezioni

e quindi prosperi liberamente.

.

Questo vuol dire – detto molto male –

che nel mondo della vita c’è un patto

chiamato Selezione Naturale,

.

che cioè tra gli individui, di fatto

non sopravvive il più forte e brutale,

ma sopravvive invece il più adatto.

.

.

Breve glossario dei termini e delle espressioni filosofiche

Bene: nella filosofia platonica il bene è l’idea più alta. Essa è per il mondo delle idee quel che il sole è per il mondo fisico. Il sole da un lato illumina le cose del mondo rendendole visibili e dall’altro rende possibile la vita stessa. Così il bene rende conoscibili, illuminandole, tutte le altre idee e, allo stesso tempo, dona loro, con la sua azione creatrice, l’esistenza. In termini filosofici, si dice che l’idea del bene sia al contempo principio gnoseologico, riguardante la conoscenza, e ontologico, relativo all’essere.

 

Idea: l’intera filosofia platonica è fondata sulla nozione di idea. Il termine greco «ἰδέα» deriva da «ἰδεῖν» (vedere) e indica la vera realtà, il vero essere. Si tratta dunque di un significato ben diverso da quello che siamo soliti attribuirle, di immagine mentale. Il mondo, in Platone, è strutturato secondo una gerarchia in cui ai piani bassi ci sono le cose sensibili e al vertice c’è l’idea di bene. In un certo senso, Platone risolve il grande problema tra essere e apparire caro ai filosofi precedenti a Socrate, individuando l’essere delle cose nelle idee le quali illuminano il mondo sensibile, da un lato creandolo e dall’altro rendendolo conoscibile nella sua ragion d’essere.

 

Rasoio: il celebre rasoio di Ockham è un principio metodologico introdotto nell’ambito della ricerca scientifica che impone il divieto di postulare entità non suffragate dall’esperienza, o non strettamente necessarie alla spiegazione dei fenomeni. Si tratta di un principio di economia del pensiero, grazie al quale si escludono dalla ricerca scientifica le questioni non strettamente riconducibili all’esperienza, quali, ad esempio, quelle teologiche.

 

Ironia: dal greco «εἰρωνεία», che vuol dire dissimulare. Ha assunto molteplici significati sia in ambito letterario sia filosofico. Secondo uno dei significati filosofici, l’ironia è un’arma intellettuale di cui l’uomo dispone per sopportare le atrocità che la vita porta con sé. Nel celebre testo Candido, Voltaire mostra l’uso che se ne può fare. Morti, malattie, pestilenza e tragedie sono tutte realtà terribili che, prese con ironia, diventano più tollerabili, poiché viste sotto una prospettiva cinica e ridicolizzante.

 

Specie: nell’uso comune il termine è utilizzato come sinonimo di tipo, qualità e genere. In filosofia è un termine che acquista significati peculiari a seconda dell’autore a cui si fa riferimento, divenendo talvolta sinonimo di idea, di oggetto della conoscenza, di sostanza. Solo con Charles Darwin e l’Evoluzionismo il termine acquista il significato di specie biologica. La specie è una categoria che sta alla base del sistema di classificazione degli esseri viventi. È composta da un insieme di organismi biologici aventi caratteristiche comuni, la più importante delle quali è quella di essere fecondi, cioè in grado di generare una prole.

.

° ° ° ° ° ° ° ° ° _ – – _ – – _ ° ° ° ° ° ° ° ° °

.

  • francesco_deianaAutore: Francesco Deiana
  • Bio: Francesco Deiana, classe 1981, vive a Torino dove insegna Filosofia e Storia. Scrive poesie e conduce su Radio Banda Larga la trasmissione Poetry Club.
  • Anno pubblicazione: 2014
  • Lingua:  italiano
  • Categorie: poesia, filosofia
  • Pubblicato con: Matisklo Edizioni
  • Formati ebook disponibili: epub; formato Kindle, pdf
  • Dimensione file:  n.p.
  • Lunghezza:  96 pagine (previste)
  • Protezione: no Drm
  • File/Record aggiornato il: novembre 2014
  • ISBN: 9788898572311
  • Prezzo: € 2,99

Link formato epub su Ibs.it

Link formato Kindle su Amazon.it

 .

Tags: , ,
Trovato questo articolo interessante?
Condividilo sulla tua rete di contatti Twitter, sulla tua bacheca su Facebook o semplicemente premi "+1" per suggerire questo risultato nelle ricerche di Google. Diffondere contenuti che trovi interessanti aiuta questo blog a crescere. Grazie!

Comments are closed.