Studio creativi YouTube, la app per la gestione dei canali YT

Studio_creativi YouTube_2014In un mondo tecnologico prolifico come quello in cui viviamo, in cui qualcosa “nato” il lunedì è già articolo d’antiquariato la domenica, non c’è da stupirsi se un gigante della Rete come YouTube abbia deciso di partecipare in maniera attiva al suo auto-rinnovamento. Soprattutto andando incontro a quelli che ogni giorno ne garantiscono il successo: noi tutti che carichiamo video. Sì, parliamo proprio dei “creator” della nota piattaforma di file sharing, quelli che ogni giorno, attraverso un proprio canale, caricano nuovi video da condividere sul web, dando vita spesso a fenomeni virali.

Ora, Google, decide di semplificare sempre di più la vita a questi moderni registi/produttori/autori e lancia Studio creativi YouTube, nuova applicazione per smartphone e tablet Android (anche se presto – e non si stenta a crederlo – arriverà anche una versione per iOS) dedicata alla gestione del proprio canale YT e disponibile in free download sul market GooglePlay.

Uno strumento non di poco conto per coloro i quali seguono con costanza le oscillazioni dei dati sui propri video. Con questa nuova app sarà possibile ricevere (e filtrare), attraverso un sistema di notifiche push (del tutto personalizzabile), tutti i commenti lasciati dai vari utenti ai propri video. Va da sé che si potrà direttamente rispondere attraverso la medesima app. Ma la funzione che con grande probabilità sarà la più gradita riguarda proprio, come accennato, il poter verificare in tempo reale le statistiche dettagliate sulla popolarità dei propri video, come anche quella di poter aggiornare e/o modificare in totale libertà dettagli, descrizioni e impostazioni dei video caricati.

Altra novità in un certo senso complementare, in quanto coinvolge in questo caso i fan dei vari canali YouTube, sarà il programma Fan Funding con il quale si potranno fare donazioni in denaro per il sostentamento del proprio canale preferito, in qualunque momento. Fan Funding va ad aggiungersi ad altre forme di supporto già esistenti, fra le quali quelle fornite da alcuni siti internazionali di crowdfunding.

Ancora un gol vincente in Rete, quindi, per YouTube che – come sottolineato anche da noi qualche settimana fa parlando dell’oscuramento dei video targati Rai – è ormai lo strumento imprescindibile per la ricerca di documenti video, per la loro diffusione indiscussa e la quantità di materiale disponibile.

A proposito. Parlando di YouTube… anche noi abbiamo un nostro canale. Che cosa aspettate a iscrivervi?

.

Tags: , ,
Trovato questo articolo interessante?
Condividilo sulla tua rete di contatti Twitter, sulla tua bacheca su Facebook o semplicemente premi "+1" per suggerire questo risultato nelle ricerche di Google. Diffondere contenuti che trovi interessanti aiuta questo blog a crescere. Grazie!

Comments are closed.