XO Tablet di OLPC, una tavoletta per l’apprendimento dei bambini

OLPC è l’acronimo di One Laptop Per Child, un’organizzazione no profit americana fondata per dare concretezza al progetto del computer da 100 dollari presentato dal Forum Economico Mondiale nel 2005.

L’idea iniziale su cui poggia il progetto è sicuramente ambiziosa: mettere nelle mani dei bambini dei Paesi poveri o in via di sviluppo computer, mini pc e (da qualche settimana) tablet, permettendo così una prima scolarizzazione altrimenti impossibile o comunque difficile da raggiungere per le condizioni socio-economiche. Alla guida del progetto c’è Nicholas Negroponte che ha saputo guadagnare la partnership di importanti aziende (come Google, Redhat, Amd) e del prestigioso MIT.

XO Tablet, pensato per i bambini. Per ora i contenuti - ebook e app - sono solo in inglese e spagnolo

XO Tablet, pensato per i bambini. Per ora i contenuti - ebook e app - sono solo in inglese e spagnolo

Anche XO Tablet, ultimo dispositivo in ordine di tempo progettato da OLPC, è la sintesi di questa iniziativa ed è stato pensato per i piccoli scolari. È un tablet Android, con schermo da 7 pollici di peso e dimensioni ridotte che ne facilitano quindi la portabilità. A dire il vero le caratteristiche hadware non si discostano molto da quelle di un qualsiasi altro moderno tablet di pari dimensioni oggi in commercio. Il valore aggiunto di XO Tablet sta nei numerosi contenuti precaricati, alcuni dei quali riguardano temi importanti come la sostenibilità ambientale e cambiamenti climatici, e nell’interfaccia utente proprietaria chiamata Dreams. Dreams ha icone grandi, fantasiose e colorate che dovrebbero incuriosire e stimolare l’apprendimento dei bambini. Le tante applicazioni tematiche (disponibili per ora in inglese e spagnolo) sono state raggruppate in base alle diverse fasce di età dei bambini che utilizzeranno il tablet.

Nel video che segue Giulia D’Amico, Vice President Business Development di OLPC, è stata intervistata da Endadget e mostra XO Tablet e alcune delle sue numerose funzionalità, come la parental dashboard (un pannello di controllo per i genitori così da rendere il tablet un ambiente sicuro per la consultazione della Rete), il supporto multi utente e la creazione di un profilo utente per ogni alunno che studierà con il tablet, così da monitorare la sua attività e il rendimento scolastico, e la possibilità di passare con pochi tap all’interfaccia utente standard di Android (sbloccando così l’accesso a Google Play).

XO Tablet costa 149 dollari, un prezzo competitivo su molti mercati occidentali dove però la concorrenza di altri tablet di pari dimensioni (come il Nexus 7 di Google) rischia di farsi sentire sulle vendite anche se, come detto, il tablet di OLPC è stato espressamente progettato per i bambini e questo è proprio l’elemento distintivo rispetto a tablet di altri marchi.
Da qualche giorno XO Tablet è acquistabile anche su Amazon.com e sbarcherà presto anche in Europa.

.

Tags: ,
Trovato questo articolo interessante?
Condividilo sulla tua rete di contatti Twitter, sulla tua bacheca su Facebook o semplicemente premi "+1" per suggerire questo risultato nelle ricerche di Google. Diffondere contenuti che trovi interessanti aiuta questo blog a crescere. Grazie!

Comments are closed.