Yotaphone 3 a doppio schermo: ancora in fase di sviluppo

Yotaphone 2: lo schermo Amoled retroilluminato. Configurato con le app reader dei maggiori marchi della lettura digitale: Kindle, Kobo e Tolino.

Yotaphone 2: lo schermo Amoled retroilluminato. Configurato con le app reader dei maggiori marchi della lettura digitale: Kindle, Kobo e Tolino.

Sul canale Instagram di Yotaphone è stato confermato che la terza generazione dell’omonimo smartphone a doppio schermo è in fase di sviluppo. Yotaphone 3 è atteso per questo 2017.

Lo Yotaphone (che qui vedete nelle immagini del suo modello Yotaphone 2, tuttora da noi usato quotidianamente come telefono e ereader) era stato il primo smartphone al mondo con l’idea innovativa telefono a doppio schermo, uno Amoled e l’altro e-paper. In tasca permetteva per la prima volta di avere insieme uno smartphone “reversibile”, che facesse vedere le stesse cose dello schermo retroilluminato ma in maniera diversa su uno schermo a inchiostro elettronico salvaocchi.

Come dicevamo, noi lo usiamo ancora oggi in questa doppia versatilità: lo smartphone con le sue funzioni intelligenti e lo schermo e-ink quando leggiamo.

Lo Yotaphone 2, nonostante questa sua idea vincente di dispositivo all-in-one, non ha in Italia avuto grandi responsi di pubblico. I motivi sono vari:

clienti in cerca di novità ma senza la consapevolezza che un simile dispositivo serve soprattutto a quanti vogliano leggere ebook sullo smartphone (il mirroring allo schermo e-paper vissuto con curiosità o come un fenomeno, mentre invece ha una forte valenza per la sua praticità per la lettura prolungata)

yotaphone2_cover_wmk

Yotaphone 2: lo schermo e-paper sempre attivo. Abbiamo qui salvato una cover personalizzata con la Mole che si staglia sullo skyline di Torino.

– distribuzione attraverso player di pura telefonia che nulla sanno dell’inchiostro elettronico e quindi non hanno saputo interpretare per i clienti la doppia natura della Yotaphone 2 (in Italia era offerto in formule abbonamento con Vodafone e 3)

– l’instabilità valutaria del rublo che come moneta tra il 2015 e l’inizio del 2016 ha raggiunto i suoi minimi storici (e non ci addentriamo sugli andamenti economici dell’area interessata dalla crisi Russia-Ucraina), il che ha influito sul prezzo del prodotto veleggiato all’inizio come alta gamma a 749 euro di listino e poi sceso al di sotto dei 200 (oggi trovate lo  Yotaphone 2 su Amazon.it o nell’usato). 

Yotaphone pare comunque confermarsi come un apripista per altri produttori della telefonia mondiale che guardano al doppio schermo. È infatti una casa di telefonia cinese ad avere in programma l’uscita di uno smartphone dal doppio display: Hisense A2. Se le voci saranno confermate si tratterà di uno schermo da 5.5 pollici Amoled con risoluzione 1920 × 1080 e uno schermo e-ink da 5.2 con risoluzione 960 × 540.

Dalle prime immagini che circolano in rete l’Hisense A2 non potrà vantare il design arrotondato e curatissimo degli Yotaphone, ma certo le dimensioni da 5.2 del display e-ink potrebbero fare la differenza dato che YP ha un 4.7 che in lettura risulta piuttosto ridotto.

Per quanti in attesa dello Yotaphone 3 volessero farsi un’idea del modello 2 che lo ha preceduto, trovate qui la nostra recensione del 2015.

.

Tags: ,
Trovato questo articolo interessante?
Condividilo sulla tua rete di contatti Twitter, sulla tua bacheca su Facebook o semplicemente premi "+1" per suggerire questo risultato nelle ricerche di Google. Diffondere contenuti che trovi interessanti aiuta questo blog a crescere. Grazie!

Comments are closed.