Amazon entra nella distribuzione alle librerie

L’ingresso di Amazon nella distribuzione alle librerie non sarà operazione di poco conto. Porta con sé servizi per i rivenditori di libri come l’analisi degli acquisti, la scontistica e la velocità di consegna. È su questi tre piani che si giocherà la partita e i distributori italiani, legati a grandi concentrazioni editoriali, dovranno rispondere sul campo della digitalizzazione per poter competere.

È già online la pagina dedicata ai librai che permette di caricare gli ordini con un foglio excel (per grandi quantitativi amazonlibrerie.it).

Le librerie restie ai cambiamenti potrebbero non iscriversi alla proposta business, soprattutto quelle che vedono Amazon come una presenza diabolica nel mercato librario, ma quelle che mal convivono con i costi e il sistema di resi della distribuzione fino ad ora praticata potrebbero aderire valutando positivamente le nuove possibilità che dà Amazon:

– consegna veloce in 1 giorno sabato compreso per negozi Prime

– sconti fino al 12% su libri scolastici e sconti del 25% sopra le 5 unità, del 30% sopra le 10 unità, del 35% sopra le 30 unità

analisi acquisti e report personalizzati.

Visto che l’oro di questo millennio sono i dati è facile capire che Amazon si sta muovendo per acquisire la maggiore profilazione di clienti e librerie ai quali poi può proporre tutto quanto è presente sul suo marketplace.

Intanto la legge del libro che è passata alla Camera il 16 luglio scorso attende il voto del Senato. Il limite di sconto al 5% chiederà anche ad Amazon di allinearsi?

Le associazioni degli editori a proposito della legge del libro sono di parere opposto: Adei è a favore della legge che sancisce regole sugli sconti e sulla promozione della lettura, mentre Aie la ritiene un testo che non salvaguarda gli interessi dei grandi editori.

.

Fonte:

Amazon Business per le librerie

.
Scegli online le tue letture su

.

Tags: , ,
Trovato questo articolo interessante?
Condividilo sulla tua rete di contatti Twitter, sulla tua bacheca su Facebook o semplicemente premi "+1" per suggerire questo risultato nelle ricerche di Google. Diffondere contenuti che trovi interessanti aiuta questo blog a crescere. Grazie!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*