Anche Telecom aggiorna l’ereader: in arrivo il nuovo Biblet

Stiamo assistendo a una fine d’anno ricca di notizie e novità per il settore dell’editoria digitale e, in modo particolare, per i dispositivi a inchiostro elettronico. Insomma, sotto l’albero si fa a gara a chi propone il lettore ebook “strenna”.
Dopo IBS, che ha messo a catalogo due nuovi ereader, anche Telecom Italia aggiorna Biblet con nuove e migliori caratteristiche tecniche e un prezzo di 99 euro, uguale a quello del Kindle 4 di Amazon Italia, di recente sbarcato nel Bel Paese.

Biblet sarà inizialmente acquistabile nei negozi Telecom Italia di Milano, Roma, Bologna, Firenze, Napoli, Palermo e Catania e online sul sito della compagnia Telecomitalia.it e dello store Biblet.it.

Il dispositivo utilizza uno schermo tattile E-INK “Pearl” da 6 pollici, ha uno spazio di archiviazione da 2 GByte espandibile con scheda Micro-SD, uscita audio da 3.5 mm, speaker stereo ed è dotato di connettività wi-fi che consente la navigazione libera nella Rete.

L’acquisto degli ebook può essere effettuato direttamente dal dispositivo sul Biblet Store che vanta ora 18500 titoli di 240 case editrici.
Ampia la compatibilità con i formati ebook: oltre ai canonici ePub e Pdf, Biblet legge anche Txt, Html e brani musicali MP3.

Sulla scheda tecnica del dispositivo che accompagna il comunicato stampa non c’è alcun riferimento al supporto dei DRM Adobe, ma pensiamo si tratti solo di una dimenticanza: il supporto alle protezioni digitali di Adobe dovrebbe essere garantito per entrambi i formati ePub e Pdf.

Tags: ,
Trovato questo articolo interessante?
Condividilo sulla tua rete di contatti Twitter, sulla tua bacheca su Facebook o semplicemente premi "+1" per suggerire questo risultato nelle ricerche di Google. Diffondere contenuti che trovi interessanti aiuta questo blog a crescere. Grazie!

64 Comments

  1. Era ora che i prezzi cominciassero a calare veramente. Ora il mercato dei libri elettronici e quello dei lettori potranno veramente decollare. Sono stato a lungo indeciso se comprare gli ultimi reader usciti di Sony o Booken, ora sono contento di aver esitato. In ogni caso anche se questo lettore avrà qualche problemino, per 99 euro è una cosa fattibile.
    Ora potrei comprarlo anche prima di Natale.

  2. Simone Bonesini says:

    ..e probabilmente passato il Natale i prezzi di alcuni dispositivi (Sony PRS-T1?) crolleranno.

  3. Non parlano della risoluzione, i che fa pensare che sarà a bassa densità. Ci propongono mica roba vecchia etichettata come nuova?

  4. Da quello che si legge nel sito lo schermo è un 6” touch e-ink® Pearl 600×800 pixels a 16 livelli di grigio.
    http://www.telecomitalia.it/prodotti/tablet/biblet

  5. In realtà sembra avere delle cartteristiche ulteriori come la lettura dei doc (non i docx!) e degli rtf. Qui è possibile scaricare il manuale e guida rapida.
    http://www.biblet.it/home.php/biblet-ebook-reader/

  6. Simone Bonesini says:

    @Marino ciao, dalla scheda tecnica non sembra essere un touch (avrebbe poco senso la tastiera in questo caso). Sul manuale c’è scritto che il reader è un ONDA COMMUNICATION TB600K , trovi qui la scheda tecnica: http://www.ondacommunication.com/it/prodotti/o/34/OB600KT?id_cat=4
    e non si parla di touchscreen.
    Lo schermo è un E-INK Pearl.

  7. Gianpietro Vairo says:

    Ho comprato il nuovo Biblet 2 giorni fa e, prima di metterlo sotto l’albero (bisogna pur sempre rispettare le tradizioni), ho fatto un pò di prove. Lo schermo è un e-ink di tipo Pearl, è touchscreen (mi sembra abbastanza sensibile) e la confezione è molto completa: cavo USB, alimentatore, cuffie e Memory Card aggiuntiva.
    A dopo Natale per impressioni più approfondite!

  8. Gianpietro Vairo says:

    dimenticavo: è anche lettore MP3.

    Un appunto: rispetto al Kindle è più brutto e più pesante

  9. Ciao Gianpietro, mi interessano molto le tue impressioni sul Biblet 2, in quanto per prezzo ora è il principale concorrente del Kindle.

    • Anch’io mi accodo all’attesa. In particolare m’interessa capire se i caratteri sono bene definiti e contrastati come sul Sony PRS T1. Grazie

  10. Gianpietro Vairo says:

    Le mie prime impressioni sono più che positive:
    - ho caricato molti epub che avevo archiviato e li legge benissimo.
    - ho convertito dei file .lit con Calibre e anche in questo caso non vi sono problemi
    - comodissimo anche il lettore mp3 (con cuffie e altoparlantini inclusi)
    - si legge bene: a un confronto veloce il Kindle mi sembra maggiormente contrastato ma niente di di stratosfericamente superiore. Ho fatto anche delle prove alla luce del sole e anche in questo caso lo schermo Pearl si comporta molto bene: sembra veramente di leggere un foglio di carta.
    - il Touch Screen è veramente comodo: credo che, senza di esso, l’utilizzo di qualsiasi reader diventi sicuramente più scomodo

    che dire: mi sembra un acquisto più che buono, specialmente in relazione al prezzo e a quello che offre

  11. Simone Bonesini says:

    @fabrizio, @stefano: noi lo stiamo aspettando già da qualche giorno e appena lo avremo scriveremo qui le prime impressioni.

  12. Grazie. Il dispositivo è più che allettante considerando che a parità di prezzo non si hanno le limitazioni del Kindle.

  13. Anche io ho comprato e regalato a mia sorella il biblet di Telecom Italia. Prime impressioni molto negative. E’ molto lento, anche con un segnale WiFi elevato. Ma soprattutto non scarica libri. Ho provato con un libro gratis. Toccando “scarica ora” reagisce, ma il libro non compare fra “I miei libri”. Probabilmente sbaglio qualcosa. Ma il manuale e’ scarno e non aiuta. Altre esperienze?

  14. Complimenti per l’articolo, finalmente qualcuno che parla di questo prodotto! E grazie anche a Gianpietro e Carlo che hanno scritto qualche impressione diretta. Attendo con ansia di leggere altre opinioni / pareri.

    Una domanda: quale sistema operativo monta? Android? Linux?

    Grazie!

  15. bungiorno la mia prima impressione sul biblet 2 è abbastanza buona confrontandolo con l’Opus mi lscis un po perplesso il grigio delle pagine per il resto di primo acchito è un buon prodotto e sopratutto italiano sempre paragonandolo al mio precedente è più ingombrante ma tutto sommato ne sono soddisfatto sia come prodotto e come prezzo.

  16. Carlo
    Ti riferisci al nuovo Biblet prodotto da Onda o al vecchio Biblet prodotto da Sagem?

  17. mi riferisco al nuovo biblet che mi sono accorto e prodotto in cina e comunque un prodotto abbastanza buono dal momento che non posso fare il paragone con ereader più blasonati. manca il dizionario di italiano si potrà aggiungere?

  18. Il Sig. Giampietro Vairo, in un’altra discussione ha scritto:”Il dizionario ita-eng e eng-ita è già presente nella cartelle Resource.
    per attivarlo bisogna selezionare “Assistente”->”Dizionario” quando si è sulla pagina in lettura, selezionare la parola con i cursori e il tasto SYM (attenzione che il cursore è quasi invisibile) e premere il tasto Enter”

  19. il dizionario ita-eng e eng-ita è già presente nella cartelle Resource.
    per attivarlo bisogna selezionare “Assistente”->”Dizionario” quando si è sulla pagina in lettura, selezionare la parola con i cursori e il tasto SYM (attenzione che il cursore è quasi invisibile) e premere il tasto Enter.

    Istruzione comunicata da Gianpietro Vairo

  20. Oggi ho provato per alcuni minuti il Biblet 2 in un negozio Telecom di Roma.
    Non mi ha convinto molto l’aspetto e il grigio chiaro della struttura.
    Mi ha convinto il funzionamento del touch screen e la velocità nel cambio pagina anche se mi sembra che non faccia un refresh completo ad ogni cambio. Non ho trovato nel poco tempo un comando per impostare il refresh e non so se è possibile impostarlo o se è standardizzato ad un tot cambio pagina.
    Per i caratteri e lo sfondo devo dire che è abbastanza buono anche se a confronto del Sony PRS t1 sembra un pò più grigio (lo sfondo) e con i caratteri meno contrastati. Niente di drammatico comunque.
    Il peso del dispositivo è maggiore del Sony e forse anche de booken odyssey, di contro i tasti alfabetici, dal mio punto di vista credo siano un plus.
    Mi lascia anche perplesso la decisione di rendere permanenti i due bordi superiori ed inferiori (almeno con il commesso Telecom non abbiamo trovato l’opzione per toglierli). Non capisco il perchè di una simile decisione visto che insieme i due bordi tolgono un buon centimetro di schermo, forse più.
    In definitiva devo dire che considerando il prezzo di soli 99 euro credo sia da prendere seriamente in considerazione. Vedo se si trova il manuale per chiarirmi alcuni dubbi e aspetto le impressioni di Simone prima di decidere.

    • Simone Bonesini says:

      grazie Stefano ;-)
      La mia esperienza con il Biblet2 è iniziata male:l’ho acquistato il 27.12 e lo sto ancora attendendo, ho già sollecitato Telecom Italia con una richiesta di informazioni inviata tramite il loro portale clienti ma ho ricevuto la solita email di cortesia.
      in che zona di Roma lo hai visto ? (non abito a RM ma ho un paio di amici da quelle parti)

      • A Via del Tritone 95 al centro. Il Commesso è stato disponibilissimo prendendolo dalla vetrina e mettendolo sotto carica. A proposito nella confezione è incluso il pratico adattatore per caricare il dispositivo dalla rete elettrica. Altri dispositivi lo danno come accessorio opzionale vendendolo anche a più di 20 euro.

  21. Ho appena comprato il biblet2 in un negozio Mediaworld a 99€.
    La prima impressione è molto buona è veloce e preciso nel touchscreen.
    E’ molto facile da usare, ma non si riesce ad evidenziare o sottolineare le parole (x me è una funzione importante). Permette di inserire le note e la tastiera è veramente molto utile. Gradevole la musica di sottofondo. La visione è molto buona con buonepossibilità di zoom, ma anche se cambio le impostazioni del refresh (veloce/completo) non noto alcuna differenza.Legge tranquillamente i file pdf ed epub.
    Insomma è un buon prodotto. Sarebbe interessante eseguire un hack per lanciare applicazioni linux. devo ancora scoprire il browser internet.
    Ciao

  22. Io mi chiedo, ma possibile che nessuno in Italia si sia accorto che se non verranno fatte delle contromosse Amazon, coi suoi ottimi Kindle, tra non molto si prenderà tutto il mercato degli ebook, con tutto il loro bagalio potenziale? e se uccidessero l’editoria?
    Questo Biblet sembra un’ottima idea ma perchè non viene spinto come si deve? Perchè In Italia anche se abbiamo buone idee (poche) siamo sempre così approssimativi?

  23. Buongiorno a tutti Voi,

    anch’io vorrei cercare di esprimere il mio personale punto di vista sugli ebook reader, con l’intento di cercare di discutere con Voi propositivamente sull’argomento.

    Io credo che quello degli ebook reader sia un campo alquanto nuovo ancora da approfondire pienamente, purtroppo se non riceverà la giusta spinta dai produttori e dagli editori, finirà per essere un lungo “flop”, riservato solo a quella nicchia di utenti ai quali può esser realmente utile. Perché dico ciò ?

    Basta fare un raffronto tra lo sviluppo negli ultimi 2 anni che si è avuto tra gli ebook con e-ink ed i classici tablet … ebbene sì, la differenza è abissale !

    Gli ebook reader con e-ink sono rimasti pressoché statici, sono stati prodotti pochi miglioramenti, ed ancora oggi tutti i modelli prodotti sono pressoché introvabili presso le catene della grande distribuzione di prodotti elettronici ed informatici.
    Viceversa, i tablet continuano a spingere in innovazione, e la continua competizione tra produttori, sta spostando i prezzi verso il basso al punto che lo scorso mese di dicembre, vi era un’ offerta del gruppo Mediaworld per il tablet ASUS da 10″ (non il Prime, non ancora in vendita) al prezzo di 199 euro, lo stesso prezzo dell’ultimo dell’ebook reader della Sony … anche se sono due prodotti destinati ad usi diversi, sono certo che molti utenti quelli “indecisi” avranno preferito il tablet da 10″ a colori con GPS, possibilità di navigare in internet, inviare posta ed utilizzare application Android.

    Quanto al costo contenuto del Kindle Fire è da attribuire principalmente alla produzione di un tablet “economico”, intendendo per economico la mancanza di future ed hardware al Top rispetto ai major competitor di tablet … mentre solo in minima parte la riduzione del prezzo finale è stata una scelta strategica della politica di marketing di Amazon, pronta ad aggredire il mercato per fare proseliti … si sa, dopo cambiare idea e prodotto per molti consumatori è difficile non solo per la fedeltà al Brand, ma anche per la pressante crisi economica.

    Quindi, quello che io credo sarà bene attuare è un profondo Rinnovamento e Differenziazione del prodotto, con un supporto editoriale di ebook ed application tale da far sì che i “nuovi” utenti possano trovare una valida alternativa ai tablet la cui corsa sembra inarrestabile e sopratutto ben pianificata per quanto riguarda non solo il discorso del marketing strategico, ma anche per le tempistiche di diffusione del nuovo hardware (in costante sviluppo e miglioramento) e del pieno supporto degli store di application.

    Se non vogliamo che questi ebook reader terminano il loro ciclo di “interesse” prima del loro ciclo di esistenza sul mercato, dobbiamo noi utenti essere più partecipi e chiedere ai produttori di innovare e differenziare … altrimenti lo farà la Apple (producendo il primo i-book reader)e poi tutti ad inseguire come cani affannati !

    Mi chiedo, perché insieme a prodotti da 5/6 pollici, non si producano modelli da 10 e 12 pollici molto utili per gli studenti ed alcune categorie professionali ?
    Lo sviluppo dell’e-ink colore a prezzi abbordabili è ancora così lontano ?
    Ci vuole tanto ad utilizzare un chip-core più prestante e veloce (per il refresh), affiancato da più memoria e di tipo più veloce ?

    Non sto chiedendo un duplicato del classico tablet però con tecnologia e-ink … lo so sono due prodotti destinati ad usi e consumi diversi, ma un ebook reader da 10 o 12 pollici con e-ink colori e con possibilità di scaricare application e tutti i dizionari che uno desidera, sia ciò che possa maggiormente stimolare la vendita non solo di ebook reader ma anche di ebook, in particolare quelli illustrati e/o di grande formato che ad oggi trovano applicazione solamente sui tablet, mentre sono quasi impossibili da “godere” sugli attuali ereader.

    Infine, le application per i tablet sono gratuite o costano comunque poco … perché invece gli ebook costano quasi come la versione cartacea ?
    Forse interessa vendere solo l’hardware ? Non credo. Una cosa è certa, conosco la pirateria informatica dai tempi del “VideoTel”, per cui “alcuni” utenti, al di là del discorso etico, morale e penale, preferiranno scaricare migliaia di ebook gratuitamente dalla rete … piuttosto che spendere migliaia di euro per comprarli tutti … sicuramente il livellamento verso il basso dei prezzi non eliminerebbe in-toto il problema, ma certamente lo limiterebbe molto, al punto di relegarlo a fenomeno di nicchia, ma a quanto pare, qui la nicchia siamo Noi utenti … ancora a smanettare sui caratteri, il refresh, le note etc …

    Saluti a tutti Voi insieme agli Auguri per un buon 2012,

    Maurizio

  24. ho visto che sul sito il biblet 2 è di nuovo disponibile… sarebbe bello se ci fosse una recensione in giro…

  25. giusto per la cronaca, ho notato che questo biblet è incredibilmente simile a questo PAPYRE 613:

    http://grammata.es/tienda/31569-papyre-613.html

  26. In effetti la mancanza di recensioni o almeno di qualche video in giro per la rete è un pò sconcertante. Non credo cambi molto anche aspettando perchè del precedente reader della Telecom non c’è praticamente nulla. Io sarei propenso all’acquisto, ma ho qualche dubbio che non si riesce a fugare con una veloce sbirciata in negozio. In particolare ho visto nel manuale che si può scegliere la scala dei grigi a 4 o 16. L’esemplare che ho visto l’altro giorno alla Telecom non ho idea di quale valore avesse impostato. Se fosse stato il 4 il mio giudizio potrebbe cambiare radicalmente. Aspetto Simone sperando anche in una prova completa.

  27. Simone Bonesini says:

    @stefano la cosa sconcertante è che, sentito il 187, l’ordine venga evaso in 10 giorni lavorativi (purtroppo per me). Ho chiamato il 187 perché per email devo ancora ricevere risposta (a parte l’email di cortesia) e l’operatore ha saputo dirmi solamente che impiegheranno 10 giorni (probabilmente avranno subappaltato tutto il servizio di vendita)
    Quindi: l’ho acquistato il 27 dicembre e mi arriverà, spero, il 12 gennaio. Vero che ci sono di mezzo le tante feste ma con Amazon ho acquistato il 2 gennaio e il 4 sera avevo il dispositivo sul tavolo. Zero telefonate perché (anche) dal punto di vista logistico Amazon è una macchina perfetta. Se la concorrenza (@tucano) è questa penso che ci sia poco da fare.
    Il dispositivo tecnicamente potrebbe essere interessante, supporta ePub anche con DRM e il prezzo è chiaro (l’offerta del primo Biblet assomigliava a quella di un telefono) e in linea con Kindle.

    • Sono nella tua stessa situazione, abbastanza stucchevole. Soprattutto visto che ieri al Mediaworld avrei potuto prenderlo allo stesso prezzo e senza un’attesa estenuante. Mi sento un po’ preso in giro e quasi mi pento della mia scelta… Purtroppo sono un “patito” della qwerty e al momento tra gli economici il biblet2 è l’unico ad offrirla. Nel piccolo test che ho fatto ieri, mi sono accorto che non c’è un blocco note o qualcos’altro per prendere appunti. Vista la tastiera estesa non me l’ho aspettavo… Peccato. Inoltre anche il monitor non mi sembrava per niente antiriflesso! Insomma, prima ancora di averlo mio, già sto Biblet (ma soprattutto Telecom) mi ha deluso parecchio!!!

      • Simone Bonesini says:

        giusto questa mattina è finalmente arrivata una risposta da parte di Telecom (la mia email di richiesta chiarimenti è del 3 gennaio).
        Ecco il testo:
        Gentile Simone,
        in riferimento alla tua richiesta relativa al Biblet Kit, ti informiamo, con la presente, che il prodotto da te acquistato non è attualmente disponibile nei nostri magazzini. Appena verrà reintegrato, le procedure di consegna si attiveranno automaticamente. Ci scusiamo per il disagio arrecato.
        Ti ricordiamo la sezione “Le mie richieste” dove potrai seguire lo stato d’avanzamento delle tue pratiche.
        [..]

        • Non ho parole! Vendono qualcosa che non hanno alla faccia dei poveri consumatori. Qualcosa di simile mi è successo con l’acquisto del mio attuale cellulare dal sito della TIM. Attese bibliche (per restare in tema)!
          Continuiamo a restare in attesa fiduciosi!

          • @Stefano, Allora sei recidivo!!! ;)
            Cmq poco dopo aver scritto il messaggio sopra, la Telecom (o chi per lei) mi ha chiamato… La signorina mi dice “Chiamo per un sollecito un po’ vecchio (29/12/11), immagino che ha già risolto…” Il mio sfogo penso sia immaginabile…
            @Simone, per Mediaworld i pezzi li hanno!!! Non hanno ritegno ne tantomeno rispetto!!! Sto meditando di rimandare il pacco indietro quando arriva….

          • Simone Bonesini says:

            hmmm…ci sto pensando pure io. Vedo se lo trovo qui a VR al MWorld. Grazie

        • Non è più arrivato questo biblet dai tempi biblici di consegna? Io aspettavo una recensione che tra l’altro sarebbe manna dal cielo per tutti quanto sono o possono essere interessati al dispositivo: in rete non si trova nulla!

  28. domanda? chi ha gia acquistato biblet 2 ha forse gia trovato una custodia? dizionario di italiano è una cosa che ritengo indispensabile per qualsiasi lettore digitale di libri chi mi può aiutare a sopperire questa mancaza? grazie e mi farebbe piacere qualsiasi altra informazione sull’uso del Biblet 2.

  29. custodia trovata da tucano piazza Cadorna comoda. difetti riscontrati durante la lettura salta alla pagina home perdendo il segno di lettura

  30. Alla fine ho deciso di annullare il mio ordine visto che mi sentivo troppo preso in giro dalla Telecom… Fortunatamente è stato semplicissimo, è bastata una comunicazione dall’area privata del 187.it e ora non ho più l’incognita biblet 2. Mi dispiace perchè il prezzo era buono ed il prodotto mi piaceva, però ormai è una questione di principio! Viro sul sony e sgancio 50€ di più, speriamo di essere più fortunati!!!

  31. Buongiorno a tutti Voi,

    voglio segnalare che i dizionari del biblet in formato stardict, possono essere aggiornati al seguente indirizzo:

    http://bit.ly/A0Mkwb

    … inoltre, tra i probabili problemi del biblet o della mia incapacità, vi è quello che alcuni file mp3 li legge a velocità elevata, forse 5X … ho fatto vari tentativi per capirne il motivo, ma fino ad ora non ho risolto il problema … speriamo di venirne a capo

    Saluti a tutti Voi,

    Maurizio

  32. Simone Bonesini says:

    Ho recuperato il Biblet 2 da due giorni. Cercherò di pubblicare qui le prime impressioni nel weekend, in attesa della recensione.

  33. Simone Bonesini says:

    Sulla pagina GooglePlus ho caricato un album com alcune foto (nei prossimi giorni saranno anche su Flickr).

    https://plus.google.com/photos/105512964071963733982/albums/5700074031488456369

    Ci sono anche alcune foto che ritraggono il Biblet 2 a confronto con Kindle di Amazon e Cybook Odyssey di Bookeen.

    Il Biblet 2 è un dispositivo ONDA modello TB600KT, con schermo 6 pollici EINK Pearl, touchscreen capacitivo. E’ dotato di wi-fi e nasce nativamente integrato con il Biblet Store. Nella confezione oltre al dispositivo ci sono una scheda micro SD da 1 GByte e l’adattatore SD, il cavetto USB con l’adattatore di corrente per la ricarica da una presa a muro, auricolari e un laccetto da polso.

    Il teleaio è completamente in plastica di colore grigio, a mio parere di qualità inferiore rispetto a quella impiegata su Kindle, Sony PRST1 e Cybook Odyssey. I due tasti sul lato sinistro dello schermo funzionanno bene senza incertezze, come pure i piccoli tasti della tastiera correttamente distanziati gli uni dagli altri (nei prox giorni mi arriverà un Kindle Keyboard e quindi avrò un termine di paragone). Sul profilo inferiore ci sono la presa USB, attacco cuffie, sul lato destro il volume e sul profilo superiore il supporto per la scheda SD e il tasto di accensione. Sul retro roviamo il tasto per il reset del dispositivo e due speaker audio e un vano che nasconde un piccolo interruttore per spegnere completamente il dispositivo quando si è certi di non usarlo per un lungo periodo di tempo. Nell’angolo in alto a sinistra un piccolo led verde si accende quando il reader sta compiendo delle operazioni.
    Complice la presenza della tastiera è più ingombrante del Kindle 4 e Cybook Odyssey.

    In generale il dispositivo mi sembra anche più lento dei due concorrenti nel muoversi tra i menù e nel cambio pagina.

    Il refresh di pagina può essere regolato tra parziale e completo. Consiglio di utilizzarlo con refresh completo e a 16 tonalità di grigio perché altrimenti, con 4 tonalità di grigio, si nota un certo effetto ghosting. Lo sfondo a mio parere è leggermente più scuro di quello del Kindle 4 e Cybook Odyssey; i caratteri sono complessivamente meno contrastati, non so se si percepisce dalle foto (scattate con una macchina non professionale). Come detto il touchscreen è capacitivo e con certi angoli sullo sfondo si nota la “ragnatela” capacitiva appoggiata sullo schermo. Durante la lettura non infastidisce.

    Legge i formati ePub, Pdf Txt, RTF e a sorpresa Mobi. Ho provato con un .doc e .docx ma non vengono rilevati (si vedono nella biblioteca ma non li apre – riproverò con più calma).
    I libri nella biblioteca virtuale possono essere ordinati in vari modi: titolo, data, tipo. E’ possibile attivare la visualizzazione in cartelle (in modo analogo alle cartelle del PC) e cercare i libri per nome ma non possono essere suddivisi in collezioni (non ancora usato Calibre). E’possibile scegliere se usare la memoria interna (2Gbyte di cui 1.5GB effettivamente liberi) o la scheda esterna micro-SD fornita in dotazione.

    Le funzioni durante la lettura dipendo dal formato dell’ebook:
    Mobi: ingrandimento del font, cambio automatico delle pagine a intervalli prestabiliti (per es. 30 secondi), cambio pagina numerico, gestione note e segnalibri
    Pdf: zoom del testo, ritaglio margini manuale, adattamento pagina in larghezza e altezza, ricerca di una parola, salto pagina numerico, rotazione schermo, gestione note e segnalibri, dizionario (ma non sono riuscito a farlo funzionare neppure con le indicazioni di @Spata57 qui sopra)
    Con lo zoom attivato ci si sposta sulla pagina con i tasti freccia della tastiera o con lo swiping sullo schermo o con i due tasti a sinistra dello schermo.
    ePub/RTF: ingrandimento del font, salto pagina numerioc, rotazione schermo, gestione note e segnalibri, ricerca parole, dizionario (idem come sopra)
    TXT: salto pagina numerico, rotazione schermo, gestione note e segnalibri, cambio tipo font e dimensione, impostazione margini della pagina, regolazione interlinea, sillabazione.
    Per quanto riguarda le note è possibile inserire una nota per pagina. Dalla home screen si ha l’accesso a tutti i segnalibri di tutti i libri.

    Quello che trovo scomodo è la costante presenza delle bande orizzontali a inizio pagina (con indicazione del titolo, orario e stao della batteria) e piè di pagina (con il numero di pagina) perché rubano spazio utile che potrebbero essere dedicato al testo della pagina.
    Non l’ho ancora provato con il Biblet Store.

    Se vogliamo metterlo a confronto con Kindle, Sony PRS-T1 e Cybook Odyssey secondo me è un dispositivo inferiore perché più lento, meno reattivo, più pesante e con caratteri meno contrastati. Poche sono le regolazioni di lettura per il formato ePub che è quello più utilizzato sugli store online italiani (eccetto Amazon). Aggiungo qui che anche il Cybook Odyssey ha da qualche giorno il dizionario in italiano.

    (se chi possiede il Biblet vuole intervenire lo faccia nei commenti – grazie)

  34. Grazie, sono le mie stesse impressioni. Forse la cosa peggiore sono proprio le bande orizzontali (io speravo si potessero togliere). Mi sembra comunque che anche il Booken Odyssey abbia fatto una scelta identica.

  35. Simone Bonesini says:

    ciao stefano, sull’Odyssey le due bande si possono nascondere.

  36. Ciao a tutti!Leggo sui reader dal 2008, mi piacciono le novità e sono pronta alle prove.
    Ecco le mie prime impressioni sul Biblet ONDA -Telecom TB600KT, ordinato su Ebay a una filiale Telecom della mia zona (Romagna).
    Come avevo già accennato altrove, si presenta come un fratello più moderno del mio ormai anziano Bebook One(2008): stesso impianto e stesse caratteristiche di base, stessa nonna cinese…
    L’oggetto è gradevole, come forma e come maneggevolezza; lo schermo, che non è non particolarmente… “pallido” , non contrasta granché con il corpo grigio scuro; l’aspetto complessivo è quasi identico al modello base cinese, che si ripresenta sul mercato in numerose varianti e denominazioni.
    Disposizione e tipo di tasti, pulsanti ed elementi vari sono quelli del Papyre 613 della spagnola Grammata,( che però non ha il touch), come qualcuno aveva già notato.
    Interessante la possibilità di blocco hardware del dispositivo, con un interruttore “definitivo” posto sul retro, da attivare prima di mettere i carica il lettore( 4-5 ore) e da spegnere se e quando occorre ( mi chiedo quando possa essere così necessario).

    Utilizza schede esterne di memoria, teoricamente fino a 8 GB, ma non ho verificato perché non ne userei di così capienti; a me comunque piace che accetti il formato grande delle SD, perché ne ho diverse da 1 GB già pronte, precaricate con i vari tipi di libri che voglio leggere.
    I tasti per le varie funzioni e la tastierina fisica sono nel complesso comodi da usare e rispondono bene.
    Il reset è collocato sul retro, è un pulsantino, quindi non c’è bisogno della classica graffetta per resettare.
    L’alloggiamento superiore della SD classica è agevole da utilizzare, non crea problemi né per l’inserimento né per l’estrazione della scheda.
    Non ho svolto particolari indagini sull’ascolto di audiolibri o musica, possibile sia con gli altoparlantini esterni, sia con auricolari; quelli in dotazione sono mediocri, se ne usate di più validi l’ascolto migliora sensibilmente.
    La funzione “ascolto” contemporanea alla lettura permette di seguire sul testo le canzoni o l’opera lirica, oppure l’audio di un attore o uno speaker in lingue straniere.

    Il manuale delle istruzioni è piuttosto ben fatto, chiaro ed abbastanza esauriente.

    Il pulsante standard di accensione (in alto a destra come piace a me) ha le due classiche possibilità “pressione breve/pressione lunga” per sospensione e spegnimento.
    Una volta acceso, ecco, bisogna armarsi di pazienza, perché passano circa 12-14“ per vedere la prima schermatina, poi altri 10” per l’inizio del caricamento e circa 45-50” i totali per arrivare al menù di partenza!
    Anche in seguito il lettore è lento, 4” in media per i vari menù e quasi 1” per il cambio pagina…
    Più veloci gli accessi alle varie funzioni, ma certamente non istantanei…

    Pulsanti e tasti vari non danno risposte rapide, ma la delusione principale è il TOUCH ! (mi riferisco all’esemplare che ho in mano io, non so se sono tutti uguali)

    – è decisamente POCO SENSIBILE: il tap deve essere abbastanza deciso e bisogna lasciare appoggiato un attimo il dito per avere una reazione; pazienza… certo però che coi Sony, l’Odyssey e il Nook (rootato) è un’altra cosa!!
    (persino i tablettini-economici-cinesini-dichiarati sono più reattivi…)

    – soprattutto il touch NON funziona per il cambio pagina !! se tocco lo schermo sulla fascia destra, non va avanti: qualche volta risale di una cartella, qualche rara volta va indietro di una pagina; se tocco sulla bordo della pagina sinistra, si accende la lucetta verde per qualche secondo, poi non succede nulla, oppure torna all’ultimo menù.
    Il cambio pagina con la pressione dei tasti sul bordo sinistro o dei tastini direzionali della tastierina funziona regolarmente.
    Qualcuno mi pare parlasse di swiping, ma sullo schermo del mio non si può proprio fare…

    Anche se non sempre precisissimo, il touch funziona nella scelta delle varie opzioni a schermo, con calma, però, mooolta calma…
    Inoltre ho provato alcuni pennini-touch, reduci da vari palmari, ma pur essendo indicati come adatti per schermi capacitivi, non funzionano con lo schermo Biblet.
    (nel dubbio, ho provato anche quelli per schermi resistivi, ma senza alcuna reazione…)
    Non so se questo comportamento del touch dipenda da un difetto specifico del mio esemplare, da qualche mio errore ( non credo, ma non si sa mai!) oppure è una questione saltata fuori con altri Biblet : aspetteremo altre relazioni sul prodotto.

    Nessun problema con il collegamento al computer ( win xp e seven) riconosciuto e trattato senza difficoltà.
    Nessun problema con la connessione wifi di casa, andata subito a buon fine (nel frattempo naturalmente potete farvi il caffè…)
    In rete accede ad alcuni quotidiani e vi invita all’abbonamento.
    Senza problemi anche l’accesso ad Adobe: riconosce subito l’ID.
    Nessun problema con il collegamento al Biblet Store, riconosce subito la vostra autorizzazione e potete accedere agli acquisti, sempre purché non abbiate fretta…
    Tutto ciò almeno per il momento non mi interessa particolarmente e non ho fatto esperimenti, non prevedendo al momento di comprare qualcosa, però mi sembra che tutto proceda senza difficoltà.

    Andando alla funzione essenziale, LEGGERE, ho incontrato qualche ostacolo: non ho le idee chiare sulla gestione dei FONT. Ho cambiato le impostazioni generali, scegliendo i font dall’elenco incluso o da quelli inseriti sulla SD, ma non ho visto modifiche in lettura: forse ho saltato o confuso qualche passaggio, mi pare che l’aggeggio legga i caratteri propri del libro senza badare alle mie richieste.
    Ingrandimenti e riduzioni dei caratteri funzionano su 5 livelli.
    I segnalibri funzionano, ma non mi sono addentrata in prove particolareggiate.
    La tastierina fisica,articolata su 4 livelli ( minuscole, MAIUSCOLE, numeri, simboli) è di difficile gestione, bisogna fare vari passaggi: probabilmente occorre allenarsi, forse per le note può andar bene, ma non ho fatto prove in tal senso.
    Anche la funzione CERCA risulta faticosa e lenta per questi stessi motivi.

    Anche per il DIZIONARIO è complicato riuscire a evidenziare tramite tastiera la parola voluta, sia per il cursore poco evidente, sia per i troppi passaggi; inoltre il dizionario presente (stardict ENG) dev’essere proprio basico, perché dà una traduzione delle parole più comuni, quelle che più o meno tutti conoscono già, oppure dice “traduzione fallita”.

    Ho provato a usare i link cliccabili di alcuni testi, in pdf e in epub, ma senza risultato: non so se dipenda da questo schermo che ha problemi o se la funzione non sia proprio prevista.

    Come si leggono i libri?
    Discretamente, se non si hanno grosse esigenze “tipografiche”.
    Ho provato epub, mobi, pdf, rtf, doc di Word e perfino lit (questi però con una lentezza incredibile nel caricamento e nel cambio pagina)
    Leggerete tranquillamente tutti i formati indicati, alcuni meglio, altri in modo più disordinato ma sufficiente per la comprensione e potrete mettere i segnalibri.
    Non ho provato testi con DRM perché cerco di evitarli, ne ho comprato alcuni, ma letti poi sul computer.
    I pdf di puro testo vengono adattati al piccolo schermo con numerosi accorgimenti e con risultati accettabilissimi.

    Ho cercato il modo di eliminare le fasce (2 superiori e 1 inferiore) di info di lettura, ma non ho trovato indicazioni; sono troppo ingombranti, occupano troppo spazio (in alto 12 mm, in basso 7 mm).

    Come si leggono riviste e giornali?
    Se sono pdf semplici prevalentemente testuali, impaginati in pagine a successione lineare (1,2,3…) si leggono in modo accettabile, specialmente ruotando la pagina in orizzontale; se ci sono formattazioni specifiche, come nei periodici, non è facile recuperare il testo nelle giuste sequenze.
    (Una cosa positiva per la lettura in landscape. i tasti con le frecce eseguono il comando nel senso della freccia anche a pagina ruotata, per cui pagina indietro sn diventa pagina giù, pagina avanti dx diventa pagina in su)

    Altre cose rilevanti al momento non mi vengono in mente, quindi aspetto un parere anche da altri che l’hanno provato.

    Sul modesto voto complessivo pesano la lentezza di reazione e la scarsa reattività del touch, però non sono sicura se dipende dall’esemplare in mio possesso (problemi hardware?), da mie incapacità di gestione ( non si sa mai…) oppure da un firmware migliorabile.
    Ho già chiesto chiarimenti alla ditta ONDA, appena mi risponderanno vi aggiornerò.
    Ricordo che per il Bebook One ci fu un deciso aumento di prestazioni dopo l’installazione di alcuni firmware alternativi, per cui per ora non mi resta che sperare nella diffusione dell’aggeggio e nella collaborazione degli utenti smanettoni (speriamo anche dai progettisti Onda!) per arrivare a un miglioramento …

    • Simone Bonesini says:

      grazie per la recensione!
      sono sostanzialmente d’accordo con quanto scritto, è un dispositivo lento con scarsa attenzione all’aspetto tipografico del libro.
      Il touch è poco reattivo però riesco a cambiare pagina strisciando il dito. Il tap sul bordo sx o dx non funziona e comunque deve sempre essere deciso (a volte la luce verde si accende e..si resta in attesa per qualche secondo). Invece non riesco a leggere documenti Doc e Docx (riproverò ancora) nè far funzionare il dizionario (e in ogni caso anche se funzionasse, come mi confermi tu, è davvero troppo brigoso). Deludente il Biblet Store, poca cosa nei confronti del Kindle Store, e la navigazione web in generale. Entro due giorni pubblicheremo anche la ns recensione.

      • Buongiorno Simone,
        come hai ben evidenziato più volte il paragone non regge col Sony PRS-T1, ma il prezzo è anche il doppio … quindi i compromessi ci sono, eccome !
        Ad esempio il dizionario, ed il suo uso … sul sony basta selezionare la parola per attivare il dizionario, mentre sul biblet ti passa la voglia.

        Però, prima che perdessi la voce “Assistente” dal mio menù di lettura, come ho anche evidenziato in un successivo post, il dizionario l’avevo aggiornato: in rete puoi trovare dizionari in formato .dict che non sono altro che l’Oxford convertito … ed allora sì che hai un dizionario.

        Saluti,
        Maurizio

  37. Buongiorno a tutti Voi,

    anch’io ho comprato il nuovo biblet e non avendo paragoni tangibili da fare, son rimasto comunque abbastanza soddisfatto, tranne che per alcune piccole manchevolezza.
    Capita spesso che i miei nipotini siano attratti più dal biblet dello zio, piuttosto che dalla loro psp o ps3 … quindi, per evitare che me lo sporchino, ho deciso di avvolgerlo in una pellicola trasparente, quella usata normalmente in cucina (anche se cafone, lo adopero così solo in casa).
    Devo dire che la qualità di lettura non ne risulta assolutamente influenzata ed inoltre ho risolto i problemi del touch screen che hanno evidenziato alcuni utenti, in particolare “Amalibri” … evidentemente la pellicola trasparente consente una maggiore distribuzine e concentrazione di carica elettrica quando si effettua il touch … ora, riesco tranquillamente a sfogliare le pagine col touch.

    Infine, vorrei gentilmente chiedervi l’esatta sequenza e nomi delle cartelle e sottocartelle dove sono contenuti i dizionari … perché avendoci smanettato un po’, mi è successa la seguente cosa:

    - non viene più evidenziato il cursore, quando premo i tasti cursore, avviene il cambio pagina.

    - nel menù di lettura è scomparsa la voce “Assistente” … dalla quale selezionare dizionario.

    … io penso che forse sarà stata una sequenza di tasti involontaria e nascosta che ha deselezionato le suddette funzioni.

    A voi tutti grazie ed un ringraziamento particolare a chi possa aiutarmi.

    Maurizio

  38. ciao Maurizio, grazie per la segnalazione dell’uso della pellicola ;D! avevo provato con e senza la pellicola protettiva presente… farò anche questa prova.

    Per arrivare al dizionario:
    - Menù (primo tasto a Sn)apre menù a discesa
    - Assistente (tasto n 8)apre menù a discesa
    - dizionario cliccaci su

    a Dx in basso sulla fascetta grigia compare un’iconcina con librino e sul testo in alto a Sn un cursore quasi invisibile: devi spostarlo con le freccette direzionali bianche fino all’inizio della parola voluta, poi spingi tasto SYM (ultimo a DX in basso)per evidenziare la parola, poi clicchi Invio (tasto sopra al SYM e ti compare la traduzione…
    Ssssemplice, no ?!?
    :D

    • Ciao Amalibri,
      grazie per la tua celere e gentile risposta.

      Il fatto è che essendo io una persona non colta, mi esprimo male, infatti, la procedura che mi hai esposto, la conosco e la usavo correttamente … purtroppo “improvvisamente” mi è scomparso il cursore e nel menù è scomparsa la voce “Assistente” … credo che ciò sia forse dovuto ad una sequenza di tasti “nascosta” premuti involontariamente, i quali hanno disabilitato la funzione cursore e quindi di conseguenza la funzione assistente.

      Quando premo i tasti del cursore, non ho lo spostamento del cursore, bensì lo scrolling della pagina.

      Se per te non è un fastidio, mi potresti indicare la precisa sequenza di nomi di cartelle e sottocartelle che contengono i files dei dizionari ? Potrebbe essere che il malfunzionamento sia dovuto ad un errato rename di qualche cartella … purtroppo il manuale non riporta i nomi di tali cartelle e sottocartelle.

      Ancora grazie e buona giornata,

      Maurizio

      • Simone Bonesini says:

        questa è la struttura delle cartelle:
        \resource\dictionary\stardict-freedict-eng-ita-2.4.2
        contenente:
        dictd_www.freedict.de_eng-ita.ifo
        dictd_www.freedict.de_eng-ita.idx.oft
        dictd_www.freedict.de_eng-ita.idx
        dictd_www.freedict.de_eng-ita.dict.dz

        \resource\dictionary\stardict-italian-english-2.4.2
        contenente:
        italian-english.dict.dz
        italian-english.idx
        italian-english.idx.oft
        italian-english.ifo

        se ti servono i files scrivimi in email
        ciao

        • Grazie Simone,
          dopo varie prove ho risolto !

          Ho capito che la cartella che contiene i dizionari deve essere “. resource” e non:

          “.resources”
          “resource”
          “resources”

          inoltre la sottocartella deve essere “dictionary” e non “dictionaries”.

          Ancora, i files .oft non li ho mai avuti, ne tantomeno li ho trovati nei dizionari scaricati … però il dizionario funziona, anzi ho scaricato i file aggiornati e li ho rinominati con i nomi originali del biblet … ciò rende il dizionario molto più aggiornato ed usabile.

          Dato che ho vari dizionari elettronici in formato .prc / .mobi vorrei provare a fare qualche tentativo per convertirli in formato .dict … in rete ho trovato anche l’Oxford convertito, però è risultato di una lentezza esagerata, della serie faccio prima con il mio vecchio dizionario elettronico della Sharp …

          Comunque grazie a te Simone ed anche a tutti coloro che mi hanno aiutato.

          Speriamo solo che a livello firmware questo biblet sia supportato.

          Buonagiornata a tutti,

          Maurizio

  39. @ mio omonimo:per la sequenza ti ha risposto Amalibri.Per quanto riguarda le cartelle del dizionario devi collegare il dispositivo al pc e andare in una cartella che mi pare si chiami .resources o qualcosa del genere,troverai poi una sottocartella dal nome esplicativo (Dictionanaries credo) e all’interno di questa le sottocartelle dei dizionari,lì puoi aggiungere altri dizionari,basta cercare dizionar stardict, in rete troverai moltissime risorse.Mi spiace non poter essere più preciso ma non ho il biblet sottomano.In generale concordo con le opinioni espresse sulla scarsa reattività del touch ma sinceramente il touch lo trovo una feature alquanto inutile,l’unica utilità sarebbe per evidenziare una parola da cercare ma per i cambio pagina i tasti vanno benissimo.Sui confronti biblet-kindle vorrei richiamare l’attenzione al fatto che il biblet legge molti più formati e non dipende dal negozio amazon,ho acquistato un ebook su un negozio diverso da biblet.it (non riesco ad associare il mio adobe id al mio account biblet,nessuno ha lo stesso problema?) e non ho avuto alcun problema inoltre l’ebook in epub costava 3 euro mentre su amazon veniva 8 euro,il vantaggio di un formato aperto disponibile in diverse librerie online… Ho scaricato peraltro molti libri gratuiti da Amazon (Calbre li trasforma in mobi e diventano leggibili sul biblet) e se volessi acquistare su Amazon non avrei alcun problema. Kindle ha in più la condivisione documenti che però può essere ottenuta tramite siti di storage online come instapaper.E non ha la lettura dei file audio utile per audiolibri o anche per rudimentali text-to-speech (ovviamente usando applicazioni su pc e producendosi da soli mp3).Sinceramente per il suo prezzo l’acquisto lo ritengo migliore del kindle.Spendendo di più (poco) prenderei piuttosto un Cybook Odissey che ha tutti i vantaggi del biblet e lo supera per quanto riguarda i difetti,quello secondo me supera di una spanna il chiusissimo kindle.Avevo già scritto questi commenti nell’articolo http://www.pandemia.info/2012/01/21/biblet-e-kindle-ebook-reader-a-confronto.html che confrontava biblet e kindle ma sono stati censurati,forse lì non si può riequilibrare l’incensatura di kindle (avevo peraltro riconosciuto che la qualità di trattamento del testo era migliore,non avevo mica detto che il valore di kindle era di 20 € come ha fatto un altro relativamente al biblet),spero di aver miglior fortuna qui.Saluti

    • Sono Luca Conti di Pandemia.info. Non ho censurato un bel nulla Maurizio. Ripubblica il commento e se non va online mandami una email a pandemia su gmail.com. Grazie :)

      Ho espresso le mie opinioni liberamente. Ognuno si può fare la propria provando entrambi i reader. In maniera trasparente.

      • Simone Bonesini says:

        grazie Luca per la precisazione, ero certo fosse solo un problema tecnico a non permettere la pubblicazione del commento, http://www.pandemia.info è da sempre un punto di riferimento per il web e per i lettori :-)

      • Può essere che Disqus abbia creato qualche problema,qui dall’ufficio non riesco a commentare (il firewall blocca Disqus)e ho postato da casa due volte,una per il commento vero e proprio e una per chiedere come mai non fosse andato online.Ho ricevuto correttamentela segnalazione che il commento era in attesa di moderazione,per questo ho dovuto concludere che fosse stato censurato.In ogni caso non ho ragione di dubitare della tua buona fede per cui pubblico qui questo commento di cui ti manderò copia in e-mail.Anch’io non ho fatto altro che esprimere un’opinione avendo provato entrambi i lettori(mentre il tuo commentatore anonimo non credo abbia nemmeno idea di cosa sia il biblet benché affermi di “averlo visto in giro”).Io ho provato il kindle di un mio collega e avevo espresso semplicemente l’opinione che benché inferiore come lettore in sé il biblet avesse dalla sua la versatilità nel leggere più formati e la possibilità di ascoltare audio,praticamente quanto ho già detto qui.Non era una critica alla tua recensione,semplicemente mi sembrava giusto segnalare che alcune feature lo distinguevano dal lettore concorrente a parità di prezzo (il kindle con tastiera non è disponibile per L’Italia e credo che venga a costare parecchio di più,non mi pare equo il confronto, tutto lì).Poi io ho le mnie fisse contro i formati proprietari per cui può anche essere che il mio giudizio sia influenzato anche da questo.
        In ogni caso prendo atto che la non pubblicazione del commento non dipende da censura e mi scuso se il tono del commento precedente poteva risultare offensivo.Saluti a tutti e buona lettura con qualunque e-reader, ad ognuno il suo preferito :-)

  40. Simone Bonesini says:

    @tutti abbiamo pubblicato la recensione Biblet qui: http://www.ebookreaderitalia.com/recensione-biblet-telecom-italia/

  41. Niente da fare anche a me è sparito assistente e pure zoom layout dal menu ma nonostante la guida di Maurizio nn sono riuscito a rimediare….ma la cartella . resource dove va messa ???mi sa che ho cancellato cose che nn dovevo cancellare nel sistema di Biblet…azz

    • Maurizio-NA says:

      Ciao Giacomo,

      la giusta sequenza delle cartelle e sottocartelle l’ha fornita Simone in un post precedente … ad ogni modo la cartella .resource va inserita nella Root della memoria centrale.

      Io spero che col prossimo firmware (se mai ci sarà), si possa migliorare la gestione dei dizionari, così da evitare questi problemi all’utente … mi sto quasi pentendo di non aver preso il Sony … comunque il dizionario sul biblet è lento ed elementare, al momento visto che lo uso a casa, preferisco usare quelli elettronici della Sharp, ossia il PW-E320 per l’inglese ed il PW-E520 per l’italiano … il problema si presenta fuori casa ;)

      P.S. – Visto che siamo in due a chiamarci Maurizio e ad utilizzare tale nome come nickname, per evitare scambi virtuali di persona, da oggi cambio il mio nickname in Maurizio-NA

  42. Ciao maurizio dopo vari tentativi ci sono riuscito ma la cartella da creare è “resource” e nn “. resource”.grazie comunque.Qualcuno ha la cartella dei font da inviarmi ??

    • Simone Bonesini says:

      ciao giacomo, lasciami il tuo riferimento usando il modulo dei Contatti.

    • Maurizio-NA says:

      Ciao Giacomo,

      hai ragione, ti chiedo scusa per l’errore, purtroppo il disguido è nato in quanto nella cartella “.resource” il menù mi visualizzava la voce assistente e dizionario, però la ricerca ho osservato successivamente che si bloccava.

      Io non sono né un esperto né un buon conoscitore del sistema linux, però mi chiedo se sia possibile installare qualche add-on supplementare magari in una apposita cartella in resource … oppure attivare qualche funzione avanzata, tipo l’evidenziazione …
      speriamo solo che il biblet non sia nato già morto !

      Saluti
      Maurizio-NA