Aiutaci a testare GrammaticaBOT

Aiutaci a testare GrammaticaBOT, il chatbot che con l’intelligenza artificiale fa esercizi di grammatica italiana con soluzioni.

il ChatBot GrammaticaBOT
Se come insegnante o semplice sperimentatore lo proverai, certo, susciterà stupore la velocità con cui GrammaticaBOT sforna risposte. È interessante per docenti e formatori, e perché no anche per genitori che vogliano ampliare l’eserciziario di grammatica per i propri figli (se si è in viaggio senza libri un chatbot che genera esercizi può essere una buona risorsa).
È stato addestrato, ma ci aiuti a testarlo?
Più utenti gli proporranno richieste e più potrà migliorare e imparare (quando fa errori diglielo, ma con gentilezza).
Quando si parla di Intelligenza Artificiale si usano sigle come AI (Artificial Intelligence) o in italiano IA, ma sempre di una sola cosa si parla benché dalle mille sfaccettature. Per incidere sulla confusione che certi mass media alimentano sul tema è necessario provare in prima persona con strumenti alla nostra portata e che ci diano una mano nelle nostre attività quotidiane.
GrammaticaBOT è una risorsa per la scuola e per l’editoria. E anzi vorremmo suscitasse un confronto tra professionisti di entrambi i settori.
Non pensare che le risposte fornite dai chatbot possano essere usate così come vengono generate. È necessario revisionare i testi, trattarli come un canovaccio da correggere e piegare i contenuti alle nostre necessità linguistiche e didattiche. Ma GrammaticaBOT genera già una buona base su cui lavorare.
L’accesso è gratuito da link, con registrazione immediata con profilo Google e numero limitato di domande free (se poi vuoi passare a profilo premium avrai semplicemente potenziate le risorse dell’IA).
È atterrato su piattaforma Poe a questo link
ma per spiccare il volo però serve il tuo aiuto.
Aiutaci a testare GrammaticaBOT e giralo ai tuoi contatti. Ne nascerà un bel confronto, vedrai, anche con chi verso la tecnologia è scettico.
.
Fonte:
.
Tags: , ,
Trovato questo articolo interessante?
Condividilo sulla tua rete di contatti Twitter, sulla tua bacheca su Facebook o semplicemente premi "+1" per suggerire questo risultato nelle ricerche di Google. Diffondere contenuti che trovi interessanti aiuta questo blog a crescere. Grazie!
0 Condivisioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*