La recensione dell’Onyx Boox C65 AfterGlow

Sono passati quasi due mesi dalle festività natalizie che anche quest’anno hanno visto gli ebook reader a inchiostro elettronico guadagnare consenso tra i consumatori di tutte le fasce: dai book lovers a chi invece legge solo saltuariamente. A sentire nostri amici e parenti non è difficile ipotizzare che gli acquisti si siano concentrati sugli ereader dei marchi più blasonati e conosciuti in Italia: Kindle PaperWhite di Amazon, i modelli Kobo e i LeggoIBS di IBS.it .

Non trascuriamo per questo di darvi informazioni anche su altri marchi meno conosciuti dai lettori italiani. Oggi parliamo del Boox C65 AfterGlow della cinese Onyx Boox, i cui prodotti sono in vendita in Italia su Amazon.it; potete anche trovarli su altri siti europei come eReader Store e quello della vivace filiale polacca Artatech che ci ha invitato a provare proprio questo Boox C65. Non essendo sugli scaffali di qualche catena commerciale il C65 è poco conosciuto al grande pubblico italiano, ma gli diamo qui visibilità, come per altro abbiamo già fatto con il modello Boox i62 HD FireFly a febbraio dello scorso anno.

L'Onyx Boox C65 After Glow - 6 pollici e-ink

L’Onyx Boox C65 After Glow – 6 pollici e-ink

Il dispositivo

Lo schermo del C65 è costituito da un pannello a inchiostro elettronico E-Ink HD, ovvero ad alta risoluzione 1024×768 pixel, con diagonale di 6 pollici, illuminazione frontale e funzionalità tattile (touchscreen capacitivo): caratteristiche tecniche che ritroviamo anche su Kobo Aura e Kindle PaperWhite. Ci ritorneremo su a breve con alcune considerazioni.

I materiali plastici impiegati per il telaio sono meno pregiati rispetto a quelli scelti da Kobo e Amazon per i rispettivi ereader, ma la qualità costruttiva nel complesso è buona. Tutti gli elementi sono ben raccordati tra loro. Tre sono i tasti meccanici che caratterizzano il design del C65: ai lati dello schermo due tasti solidi e ben rispondenti al tocco, utilizzabili per il cambio pagina, e il tasto centrale sotto lo schermo, con diverse funzioni che dipendono dal contesto: richiamo della pagina principale (home page) o della schermata precedente, ma anche accensione o spegnimento dell’illuminazione frontale se premuto per qualche istante.

Onyx Boox C65 - tasti laterali

Il C65 è uno dei pochi dispositivi con tasti meccanici per il cambio pagina. A nostro parere molto comodi.

Il tasto centrale sensibile al contesto: riporta alla home page o all'azione precedente

Il tasto centrale sensibile al contesto: riporta alla home page o all’azione precedente

Le dimensioni fisiche e il peso sono nella media dei dispositivi di questa categoria.

Le dimensioni sono equivalenti a quelle del Kindle PaperWhite ed. 2014 e di altri ebook reader da 6 pollici

Le dimensioni sono equivalenti a quelle del Kindle PaperWhite ed. 2014 e di altri ebook reader da 6 pollici

La lettura

A nostro parere il comfort di lettura è buono, ovvero i caratteri sono ben contrastati e definiti, l’effetto ghosting è praticamente assente, l’illuminazione frontale rischiara uniformemente l’area di lettura, fatta eccezione in prossimità della cornice inferiore dove si notano tenui coni d’ombra. Non si tratta di quel fenomeno evidente che caratterizza gli ereader illuminati di prima generazione, le ombre qui si notano leggermente e arrivano a lambire l’area di lettura solo se si riducono a zero i margini della pagina del libro.

Onyx Boox C65 e un libro di carta

Il comfort di lettura è buono e la regolazione dell’illuminazione frontale aiuta la lettura in tutte le condizioni.

Durante la lettura è possibile cambiare l’intensità dell’illuminazione, lo si fa con un tap sulla barra degli strumenti superiore ma il procedimento non lo abbiamo trovato molto intuitivo.

Il C65 usa Android (v 2.3) come sistema operativo.
Se da un lato la scelta di usare Android può aver ridotto costi e tempi di sviluppo del C65, dall’altro Onyx sembra aver rinunciato a sfruttare a fondo le capacità offerte da questo sistema operativo limitandosi a una superficiale integrazione con il resto del software che equipaggia il dispositivo. Ci spieghiamo meglio: la localizzazione dell’interfaccia utente nelle principali lingue europee è assente. Dal pannello delle Impostazioni di Android è possibile selezionare la lingua italiana, ma l’interfaccia utente proprietaria di Onyx contempla solo il polacco e l’inglese. Ne consegue che un italiano si trova l’interfaccia utente bilingue. Questa limitazione si estende anche al dizionario e alla sintesi vocale (entrambi disponibili solo in polacco e inglese).

Onyx Boox C65 - sintesi vocale

In questo momento la sintesi vocale (by Ivona) parla solo polacco e inglese. La gestione si fa direttamente sulla pagina del libro.

Formati ebook

Ampio è il supporto ai vari formati ebook: ePub e Pdf (con e senza DRM Adobe), Rtf, Txt (testo), Mobi. Invece Cbr e Cbz non vengono rilevati dal C65, ma non è escluso che installando una apposita App per Android si possa ulteriormente estendere il supporto del dispositivo anche a questi due formati che sono usati per il confezionamento dei fumetti digitali.

A libro aperto, un tap in prossimità del bordo superiore o inferiore della pagina farà apparire una barra degli strumenti con diverse icone. È possibile giocare con il font variando tipo (10 sono quelli preinstallati), dimensione e stile, cercare parole, aggiungere annotazioni e bookmark, regolare i margini di pagina a piacere, ruotare lo schermo, regolare la spaziatura tra le righe del testo. Da questo punto di vista – seppur l’interfaccia sia meno ricercata rispetto ai concorrenti – le capacità del C65 sono molto complete e tali da adeguare l’ebook allo stile di lettura che più gradisce l’utente (che è uno dei vantaggi della lettura digitale su quella a stampa).

La toolbar che consente numerose regolazioni sulla pagina del libro.

La toolbar che consente numerose regolazioni sulla pagina del libro.

Onyx Boox C65 - regolazione carattere

Le numerose regolazioni del carattere del libro.

Chi è interessato alla lettura di ebook Pdf con layout di pagina A4 potrà disporre dello zoom, della funzione di crop e dell’adattamento automatico della pagina ai margini dello schermo (fit to width e to page). Strumenti sicuramente utili, tuttavia leggere un ebook con layout di pagina A4 risulterà comunque difficile, come su qualsiasi altro dispositivo da 6 pollici (il Kobo Aura forse è quello che offre il compromesso migliore, si legga la nostra recensione).

Gli ebook presenti sul dispositivo o sulla scheda di memoria micro-SD aggiuntiva possono essere ordinati per titolo, autore, editore, nome e tipo del file. È utile anche la vista a cartelle, che consente di navigare la memoria del dispositivo come si fa di norma con un sistema Windows o Mac.

Conclusioni

Il nostro giudizio sul Boox C65 ricalca in parte quello che avevamo espresso per il Boox i62 HD FireFly. Tuttavia, rispetto al modello i62, il C65 è un dispositivo migliorato, con un sistema di illuminazione frontale soddisfacente, ricco di funzioni e con un’interfaccia utente più ordinata e meno affollata di icone. In questo senso è evidente l’impegno di Onyx e di Artetech, ma per affrontare il mercato italiano a nostro parere – non ce ne voglia il produttore – è necessario fare di più, dal momento che la competizione avviene con colossi come Amazon e Kobo che hanno sistemi di lettura davvero evoluti.

Che cosa manca a questo Boox C65 per approcciare il mercato italiano? Sicuramente non può prescindere dalla localizzazione nella nostra lingua di tutta l’interfaccia utente, occorrerebbe poi l’integrazione con un negozio ebook tutto italiano, e ultimo, ma non meno importante, fa la differenza un servizio clienti in terra italiana. Richiedono ulteriori sforzi anche la semplificazione di alcune attività frequenti da parte dell’utente, come la regolazione della luminosità direttamente sulla pagina dell’ebook e la modifica delle caratteristiche del font di lettura (che sul Kindle di Amazon si portano a termine con due tap). Apprezziamo invece – e quando c’è la possibilità lo scriviamo, come in questo caso – i tasti meccanici ai lati dello schermo con i quali si sfogliano le pagine del libro senza toccare lo schermo. Questo per concludere che le caratteristiche tecniche del Boox C65 sono buone, il software è stabile, il confort di lettura soddifacente in tutte le condizioni, ma tutte queste sono solo alcune delle componenti di un moderno sistema di lettura digitale che fa della facilità e immediatezza dell’utilizzo e dell’integrazione con servizi Internet evoluti i punti di forza per la conquista del cliente.

.

Tags:
Trovato questo articolo interessante?
Condividilo sulla tua rete di contatti Twitter, sulla tua bacheca su Facebook o semplicemente premi "+1" per suggerire questo risultato nelle ricerche di Google. Diffondere contenuti che trovi interessanti aiuta questo blog a crescere. Grazie!

6 Commenti

  1. fabrizio venerandi says:

    la gestione hyperlink come è?

    • ciao, gli hyperlink funzionano. Ho utilizzato l’ebook la Divina Commedia di Smuuks.
      con la versione epub si navigano con gli hyperlink interni. Invece quelli verso l’esterno (es. sito web) non rispondono al tap; la versione mobi è perfetta per quanto riguarda tutti gli hyperlink, nell’impaginazione si perde qualche stile (molto meglio la epub da questo punto di vista)

  2. Grazie per l’interessante recensione !

    Mi piacerebbe sapere se ci sono differenze (rispetto al Kindle Paperwhite o al Kobo Glo) per quanto riguarda il contrasto del testo sullo sfondo: il nero è nero o grigio scuro ?

    Avrete forse la possibilità di raccontarci qualcosa del modello senza illuminazione, il C65 Storia ?

    Grazie di tutto,

    Pietro

    • ciao Pietro, non abbiamo provato il C65 Storia.
      Ho confrontato il C65 AfterGlow con KPWhite, Kobo Aura e Kobo Aura HD. E’ quello che ha l’intensità luminosa più bassa (intendo il valore massimo).
      In condizioni normali di utilizzo personalmente leggo meglio su KPWhite e Kobo Aura HD rispetto al C65, perché lo sfondo è meno grigio ma può dipendere anche da impostazioni di luminosità differente (regolare alla stessa intensità è difficila). La valutazione è soggettiva ovviamente, ti devi fidare dei miei occhi ;-)
      (il Kobo Aura invece non è il mio ereader preferito…). spero di esserti stato utile.

  3. Ciao, grazie per la recenzione.
    Mi sono imbattuto in questo ereader tramite wikipedia:http://en.wikipedia.org/wiki/Comparison_of_e-book_readers , ma non sono riuscito a trovare molte notizie fino ad ora. Mi chiedevo come fosse la gestione dei pdf, ho avuto un sony prs-t1 e trovavo comode le diverse modalità di layout pagina soprattutto per gli articoli scientifici, inoltre mi interesserebbe sapere se è possibile prendere appunti anche a mano libera. Per la gestione dei dizionari invece, è possibile integrarli con una delle tante app android.
    Ciao

  4. Ciao grazie per la recensione molto utile!
    sono indecisa tra un Onyx C65 e Leggo IBS Touch Lux 2, cosa consiglieresti, soprattutto riguardo il TTS, che è la funzione che mi interessa di più?
    Grazie
    Marina