Abbiamo messo le mani sul Kindle 4

In questi giorni abbiamo potuto provare il nuovo Kindle di Amazon. Si tratta della versione entry-level dei nuovi ereader a inchiostro elettronico che il retailer statunitense ha presentato poche settimane fa. Ha un display da 6 pollici “Pearl” prodotto da E-INK ed è dotato di connettività wi-fi. E’ davvero un buon prodotto grazie anche a un prezzo ridotto al minimo ma, come vedremo, lascia sul terreno qualche funzionalità nella gestione dei documenti PDF e nella navigazione in Rete.

In collaborazione con Riccardo di Netbooknews.it vi proponiamo la recensione e un breve confronto con il Sony PRT-T1 del quale, tra qualche giorno, pubblicheremo la nostra recensione.

Come accennato nel video lo chassis è in plastica, ma la qualità costruttiva e le rifiniture sono ottime. Al pari di tutti i più recenti ereader l’involucro posteriore è rivestito da un sottile strato di gomma morbida, piacevole al tatto, che ne rende sicura la presa. Si può tenerlo in posizione verticale utilizzando una sola mano (ci è sembrato più semplice con la sinistra rispetto alla destra), mentre in orizzontale si è obbligati a impugnarlo con entrambe le mani.

Ai lati dello schermo Amazon ha posizionato due coppie di tasti che assolvono alla funzione principale di questo dispositivo: sfogliare le pagine dell’ebook.
I due tasti sono precisi, danno un feedback sicuro sull’avvenuta pressione e sono di lunghezza diversa: quello superiore – pagina indietro – è più piccolo, mentre quello inferiore – pagina avanti – è (correttamente) più grande perché più utilizzato.

Lo spazio sotto lo schermo ospita il pulsante di navigazione a cinque funzioni (solido e preciso ma leggermente scomodo per chi ha le mani grandi) e quattro piccoli pulsanti con i quali svolgere tutte le operazioni sul lettore.

La cornice è grigia opaca e a nostro parere è una scelta azzeccata perché annulla completamente i riflessi di luce quando il dispositivo è esposto direttamente a forti fonti luminose. Una cornice di questo colore attenua però il contrasto con lo schermo, che appare meno chiaro di come è in realtà. Si tratta però solo di una sensazione che svanisce non appena si procedere a leggere qualche pagina; i caratteri infatti sono ben contrastati e definiti e anche la lettura con la dimensione minima del carattere e con un’interlinea ridotta non è risultata faticosa.

Qui sotto vediamo il confronto con il Sony PRS-T1, entrambi i dispositivi utilizzano la dimensione più piccola del font.

Per quanto riguarda il refresh di pagina, Amazon ha scelto di effettuare una pulizia completa dello schermo dopo 6 cambi pagina (impostazione che può essere cambiata manualmente dopo aver aggiornato il dispositivo con l’ultimo firmware). Per gli ebook in formato PDF il refresh avviene sempre a ogni cambio.

Kindle offre un’esperienza di lettura confortevole e anche in assenza di touchscreen permette di modificare velocemente il tipo di carattere (originale, ridotto, Sans Serif), la dimensione (8 livelli), l’interlinea e l’orientamento dello schermo, il tutto operando con i tasti comando sotto lo schermo.
Minori sono invece le regolazioni previste per il formato PDF. A tal proposito vediamo ancora un confronto con il PRS-T1 nella visualizzazione di un PDF in formato A4.

Come abbiamo avuto modo di ricordare in svariati nostri articoli, leggere documenti con le dimensioni di un A4 su uno schermo da 6 pollici può risultare in ogni caso scomodo. Il Sony PRS-T1 ha qualche regolazione in più che lo rende più flessibile nell’utilizzo di ebook con questo formato.

Oltre a essere compatibile con PDF il Kindle legge il formato AZW di Amazon, Mobi, TXT, DOCX di Microsoft e i formati grafici JPG, BMP, PNG.
ePub, che è stato scelto come standard ufficile dall’International Digital Publishing Forum (IDPF) ed è adottato dai principali editori italiani e internazionali, non è supportato dal Kindle e forse mai lo sarà, essenzialmente per ragioni commerciali.
Negli store on line italiani si trovano prevalentemente ebook in formato Mobi, ePub e PDF, questi ultimi con e senza le protezioni DRM Adobe. Se acquistiamo un ebook dalle librerie nostrane occorre avere l’accortezza di scegliere ePub o PDF non protetti dai DRM Adobe o, ancora meglio, il formato Mobi.
Nel caso si acquistasse un libro digitale in formato ePub in pochi minuti sarà possibile convertirlo in Mobi usando l’ottimo e gratuito Calibre.

Il Kindle integra un dizionario utilizzabile su tutti i formati: con il pulsante multifunzione si posiziona il cursore su una parola e subito il dispositivo presenta un’anteprima del significato nella parte inferiore (o superiore) dello schermo.
Con il solito pulsante multifunzione si può vedere la definizione completa o estendere la ricerca su Wikipedia e Google.
Data la mancanza della tastiera fisica (che caratterizza i Kindle Keyboard) e di un’interfaccia tattile (sono iniziate in questi giorni le prime consegne del Kindle Touch) la procedura è un po’ macchinosa. Può richiede tempo anche la sottolineatura di parole, frasi o l’inserimento di note e l’esperienza può risultare frustrante se queste operazioni devono essere ripetute diverse volte.

Il browser consente la navigazione libera della Rete. Le regolazioni permesse all’utente sono però minime. Da evidenziare l’impossibilità di aprire più finestre del browser e questo può impedire la corretta consultazione di certi siti web come ad esempio Google News.

Tecnicamente è un buon prodotto, ottimo se consideriamo il prezzo e l’integrazione con l’ “ecosistema” di contenuti e servizi Amazon. In attesa dell’apertura del Kindle Store italiano è possibile acquistarlo su Amazon.com per 109 dollari.
La versione da noi provata è quella con advertising (si vede dalla foto qui sotto) e costa 79 dollari.

Amazon non spedisce in Italia questo modello e quindi chi avesse intenzione di acquistarlo dovrà farlo magari in occasione di un viaggio negli Stati Uniti oppure affidarsi a uno spedizioniere internazionale (in Rete si parla molto bene di consegnato.com).
Come al solito, per un raffronto tecnico con gli altri dispositivi in commercio, vi invitiamo a utilizzare il nostro comparatore di ebook reader.

Tags: , ,
Trovato questo articolo interessante?
Condividilo sulla tua rete di contatti Twitter, sulla tua bacheca su Facebook o semplicemente premi "+1" per suggerire questo risultato nelle ricerche di Google. Diffondere contenuti che trovi interessanti aiuta questo blog a crescere. Grazie!
0 Condivisioni