Affianca l’e-commerce alla tua azienda per scongiurare la crisi


.
 Molte aziende e PMI si sono trovate chiuse per l’emergenza coronavirus. Ora che i tempi di fermo si allungano, alcune imprese che prima non avevano mai affiancato alla loro attività tradizionale un e-commerce sono tenute a iniziare davvero a pensarci. È il caso di molte attività di ristorazione (pizzerie, ristoranti, trattorie), che per scongiurare la crisi possono rimettersi in attività aderendo a piattaforme come Just Eat oppure avviando un e-commerce in proprio, operante a livello di vicinato per renderlo gestibile. Se non è più possibile il servizio ai tavoli all’interno del locale e il take away (che causa assembramenti davanti l’ingresso) si decida di passare alla produzione per sola delivery. La scelta è tra appoggiarsi ad app che gestiscono ordini, pagamenti e consegne (dicevamo appunto Just Eat, Glovo, Deliveroo) oppure allestirsi (o meglio farsi allestire da professionisti) un proprio shop online, nel qualcaso sarà necessaria tutta una logistica di consegna di non facile gestione.

La consegna a domicilio

È il caso di negozi alimentari che possono avviare le consegne di vicinato. Nei primi tempi vi siete affidati all’ordine al telefono, poi a whatsapp, ma sul lungo periodo sono ingestibili e caotici. La scelta più pratica è l’allestimento di uno shop online, semplicemente collegato al vostro sito vetrina dell’attività.

È adatto per piccoli o grandi negozi (pensa a una merceria, un ferramenta o artigiani che lavorano in bottega) che possono grazie alla rete rendere fruibile e ordinabile online il loro catalogo di prodotti.

Prendi questi mesi come un tempo in cui ripensare la tua attività. Aprendola alla rete in questi tempi di urgenza, troverai poi tutta una rubrica di nuovi clienti che non avevi mai avvicinato e un altro modo di lavorare.

Per farti un’idea professionale di che cosa significhi allestire uno shop online ti consigliamo il corso gratuito Crea il tuo e-commerce con Shopify messo a disposizione da Strategia eCommerce Tunca proprio per l’emergenza Covid-19.

.

Tags: , ,
Trovato questo articolo interessante?
Condividilo sulla tua rete di contatti Twitter, sulla tua bacheca su Facebook o semplicemente premi "+1" per suggerire questo risultato nelle ricerche di Google. Diffondere contenuti che trovi interessanti aiuta questo blog a crescere. Grazie!
0 Condivisioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*