Alfabetizzazione digitale: il Fascicolo Sanitario Elettronico (FSE)

Fascicolo sanitario elettronico In un Paese come l’Italia a bassa alfabetizzazione digitale sta avanzando però in molte regioni il Fascicolo Sanitario Elettronico (FSE). Le funzionalità di piattaforma ci sono, ma ora il vero problema è da un lato persuadere i medici a utilizzarlo come luogo online unificante di trasmissione delle documentazioni digitali del paziente e dall’altro alfabetizzare la popolazione restìa al digitale. Lo SPID infatti – l’identità digitale con cui ognuno di noi può accedere ai servizi online della pubblica amministrazione – ha di poco superato la diffusione di 28,5 milioni di cittadini. Una stima ancora troppo bassa per ergere a sistema il fascicolo in tutta Italia.

In questo periodo di pandemia Covid-19 il Fascicolo Sanitario Elettronico diventa il sito online dove ogni persona trova gli esiti per esempio dei tamponi eseguiti, eventuali provvedimenti sanitari a proprio nome (questi arrivano anche sull’app IO) e anche il punto in cui scaricare le ricette elettroniche del medico curante.

La mancata alfabetizzazione digitale porta con sé contraddizioni che il fascicolo non aveva previsto: per esempio, nel caso di un genitore che chieda la delega del fascicolo per i propri figli minori la notifica all’altro genitore (che deve dare il consenso) potrebbe paradossalmente restare in un “limbo” sospendendo la situazione sanitaria del minore qualora appunto l’altro genitore abbia poca dimestichezza con il digitale o sia sprovvisto dello SPID e non avalli la notifica in piattaforma.

Sono situazioni da sanare attraverso una capillare alfabetizzazione digitale che colmi il divario digitale (o digital divide che dir si voglia).

.

Fonte:

fascicolosanitario.gov.it

.

Tags: , ,
Trovato questo articolo interessante?
Condividilo sulla tua rete di contatti Twitter, sulla tua bacheca su Facebook o semplicemente premi "+1" per suggerire questo risultato nelle ricerche di Google. Diffondere contenuti che trovi interessanti aiuta questo blog a crescere. Grazie!
0 Condivisioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*