Fattura elettronica in Italia: arriva dal 1° gennaio 2019

screenshot_20190103-185916_chrome Il mondo digitale aggiunge un nuovo tassello: dal 1° gennaio 2019 è obbligatoria in Italia la fattura  elettronica.

Esonerate dall’obbligo sono però varie categorie: le partite Iva di strutture e operatori sanitari, medici e farmacie, quanti hanno il regime forfettario e dei vecchi minimi, artigiani ed esercenti che emettono per i consumatori ricevute o scontrini, agricoltori in regime speciale, imprese che cedono beni o servizi a non residenti, enti non profit come le ASD fino a 65.000 euro di fatturato annuo.

Tuttavia per queste partite Iva l’esenzione dalla fatturazione elettronica riguarda soltanto il ciclo  attivo, perché i soggetti esclusi saranno in ogni caso assoggettati all’obbligo di ricezione del cosiddetto ciclo passivo, cioè delle e-fatture acquisti.

Il nuovo formato digitale della e-fattura è .xml ed è facilmente leggibile con software appositi oppure su siti online come per esempio XML Viewer.

 

Fonte:

Agenzia delle Entrate – fatturazione elettronica

.

Tags:
Trovato questo articolo interessante?
Condividilo sulla tua rete di contatti Twitter, sulla tua bacheca su Facebook o semplicemente premi "+1" per suggerire questo risultato nelle ricerche di Google. Diffondere contenuti che trovi interessanti aiuta questo blog a crescere. Grazie!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*