La Direttiva europea sul Copyright passa con 348 voti (contro 274)

L’Europarlamento ha votato sì alla Direttiva sul Copyright. I tanto discussi Articolo 15 (ex 11) sulla link tax e Articolo 17 (ex 13) sui filtri ai contenuti da parte delle piattaforme entreranno in vigore a due anni dalla pubblicazione della legge in Gazzetta UE e previo recepimento a livello nazionale.

Tasse sui link e algoritmi

A nulla è valsa la mobilitazione che allertava contro i pericoli di una rete in cui la libertà di espressione sarà controllata da algoritmi e filtri automatici. A niente è servito il precedente nefasto della link tax introdotta anni fa in Spagna: determinando la rimozione dei link alle notizie fece crollare gli accessi ai quotidiani on line. Altre ragioni per non essere contenti di questa legge che imbavaglia il web le trovate nel nostro post Censurare e sorvegliare Internet: passa la proposta Direttiva UE Copyright

#SaveYourInternet

Ieri Wikipedia era oscurata in solidarietà per una rete libera (anche se per fortuna non verrà toccata dalla normativa, perché sono fatte salve le enciclopedie online e altri hub culturali).

Insomma, avete rotto il web, ma ce ne accorgeremo solo navigando.

.

Tags: , ,
Trovato questo articolo interessante?
Condividilo sulla tua rete di contatti Twitter, sulla tua bacheca su Facebook o semplicemente premi "+1" per suggerire questo risultato nelle ricerche di Google. Diffondere contenuti che trovi interessanti aiuta questo blog a crescere. Grazie!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*