Recensione del LeggoIBS PB912 Wi-Fi

Per noi di eBookReaderItalia.com quella che segue è la terza recensione di un lettore di ebook a inchiostro elettronico marchiato Internet Book Shop, uno dei principali retailer online italiani dedicati alla vendita di prodotti editoriali e audiovisivi. Dopo i due modelli da sei pollici (LeggoIBS PB603 Wi-Fi+3G e LeggoIBS PB612 Wi-Fi) abbiamo avuto modo di provare, con soddisfazione, anche il LeggoIBS PB912 Wi-Fi con schermo da 9.7 pollici, in vendita da fine gennaio sul sito della società milanese.

LeggoIBS PB912: home screen

Come abbiamo detto nell’articolo di unboxing il LeggoIBS PB912 e l’Asus DR900 sono, ad oggi, gli unici ereader a inchiostro elettronico con schermo grande acquistabili direttamente in Italia. All’estero invece come ereader a schermo grande sono disponibili il Kindle DX di Amazon (introdotto negli Usa nel giugno 2009), i modelli M90, M91S, M92 di Onyx e il Pocketbook PB912.

L’intera famiglia dei LeggoIBS ripresenta i dispositivi del produttore ucraino Pocketbook customizzati per il mercato italiano. Non fa eccezione quindi il LeggoIBS PB912 che eredita tutte le principali caratteristiche tecniche del Pocketbook PB912: lo schermo a inchiostro elettronico “Vizplex” da 9.7 pollici (prodotto da E-INK), l’automatismo di visualizzazione (G-sensor) in orizzontale/verticale, l’interfaccia tattile con apposito pennino, la capacità di archiviazione di 2GByte (pari a circa 1500 ebook), la sintesi vocale (anche in italiano) e la gestione on board delle protezioni digitali (DRM) di Adobe.

Come per i modelli da 6 pollici, IBS si è spinta oltre una semplice rimarchiatura del reader di Pocketbook “localizzando” alcune features per il mercato italiano. Ecco allora che il LeggoIBS PB912 è in grado di leggere in “viva voce” il testo italiano, integra il dizionario Zingarelli minore edito da Zanichelli ed è integrato con il negozio online per il catalogo ebook di IBS.
Quest’ultimo aspetto è una parte che completa l’esperienza di lettura su uno qualsiasi dei LeggoIBS. Alla prima accensione, infatti, il dispositivo chiede i dati del conto cliente personale su IBS.it e l’inserimento dell’Adobe ID, informazioni che consentiranno di accedere al catalogo ebook di IBS direttamente dal dispositivo sfruttando la connessione wi-fi.

La sintesi vocale è fornita da SVOX del gruppo Nuance, uno dei leader mondiali nelle tecnologie vocali.
Attualmente l’unica voce disponibile è femminile nelle lingue italiano (preimpostata), inglese, tedesco, francese, spagnolo. La voce italiana ha ancora qualche imprecisione su alcuni accenti, ma le impostazioni consigliate da IBS (velocità di riproduzione “normale” e intonazione pari a valore 125%) consentono, a fronte della punteggiatura presente nel testo, una discreta intonazione e una lettura meno “piatta”, pur senza eccessiva enfasi.
A chi vuole rendersi conto della bontà della sintesi vocale del dispositivo consigliamo la lettura di questo articolo.

L’ascolto della voce o dei brani musicali (in formato Mp3) può essere effettuato con le cuffie o con gli altoparlanti posizionati lungo il profilo inferiore, in corrispondenza dei due angoli.
Tra i due altoparlanti troviamo inoltre lo slot micro-SD per l’espansione della memoria (fino a 32 Gbyte), l’attacco micro-Usb, il led che segnala l’attività del dispositivo o lo stato di ricarica della batteria e il minuscolo tasto di reset (necessario per riavviare il dispositivo in caso di blocco).

Lungo il profilo del dispositivo si trova poi il pulsante di accensione e di spegnimento, l’interruttore wi-fi e il controllo del volume audio affiancato dalla regolazione dell’ingrandimento di pagina. Quest’ultimo si rivela molto comodo perché permette di aggiustare lo zoom di pagina – per il formato Pdf – o la dimensione dei caratteri del testo – per i formati “fluidi” – senza utilizzare l’interfaccia e i menù del dispositivo.

LeggoIBS PB912: tasti per lo zoom di pagine e regolazione del volume dell'audio

LeggoIBS PB912: profilo inferiore

Nonostante il telaio sia realizzato in plastica, la qualità costruttiva è di buon livello. Il design è identico a quello dei modelli da 6 pollici, contraddistinto cioè da una coppia di tasti meccanici posizionati a destra dello schermo (tasto home screen, indice del libro, pagina avanti/indietro) e da un pad multifunzione posizionato sotto lo schermo, che si è rivelato ben dimensionato e sempre privo di indecisioni al tocco.

LeggoIBS PB912: tasti meccanici sul bordo destro

Il vero punto di forza del dispositivo è lo schermo con una diagonale che misura 9.7 pollici. Nonostante si tratti di uno schermo E-INK “Vizplex”, le cui caratteristiche tecniche sono inferiori rispetto al più recente modello “Pearl”, a nostro parere il contrasto tra i neri del testo e il grigio dello sfondo è più che accettabile e tale da non compromettere il confort visivo in ambienti esterni, come negli spazi chiusi alla presenza di luce artificiale.

Con uno schermo di queste dimensioni diventa possibile – finalmente – leggere comodamente riviste, quotidiani e documenti digitali con contenuti grafici anche complessi (in formato Pdf) con layout di pagina A4, materiali che sui lettori da 6 pollici sono visualizzabili (con qualche compromesso) solo ricorrendo a vere e proprie acrobazie: ingrandimenti, panning, modalità ritaglio, tutto un insieme di operazioni che alterano la visualizzazione originale del documento e spezzano il ritmo e la fluidità della lettura.

Una pagina di un quotidiano in formato Pdf - dimensioni A4

Una pagina di un quotidiano in formato Pdf - dimensioni A4

Visto allora che lo schermo ce lo consentiva abbiamo caricato sul LeggoIBS PB912 un ebook scolastico da 100 MByte (lo stesso che abbiamo utilizzato nella prova del JetBook Color e del Kindle DX di Amazon).

Kindle Dx, JetBook Color e LeggoIBS 912 a confronto

Kindle Dx, JetBook Color e LeggoIBS 912 a confronto

In confronto con il Kindle DX il LeggoIBS da 9.7 pollici non sfigura affatto. Le immagini sono ben dettagliate, anche se il rendering e la qualità di visualizzazione del Kindle DX a nostro parere è superiore. La capacità di elaborazione dei due dispositivi sembra essere equivalente: il Kindle DX apre l’ebook in circa 14 secondi, mentre il LeggoIBS PB912 in 23 secondi.
Nel cambio pagina la differenza è meno netta, ma comunque il dispositivo di Amazon prevale ancora (seppur di poco).

Il dizionario integrato nel LeggoIBS PB912 è lo Zingarelli minore di Zanichelli Editore. La ricerca del significato di una parola è un’operazione semplice: utilizzando il controllo multifunzione posizionato sotto lo schermo si attiva il menù contestuale dal qualche si accede al dizionario. E’ possibile selezionare le icone con i tasti freccia del pad stesso oppure toccando lo schermo con il pennino capacitivo in dotazione (lo schermo tattile funziona solo con il pennino).

Il menù contestuale delle funzioni per il formato Acrobat Pdf

Il menù contestuale delle funzioni per il formato Acrobat Pdf

Nel momento in cui verrà selezionata una parola (con i tasti freccia oppure toccandola con il pennino) il LeggoIBS ne proporrà la definizione. All’occorrenza è possibile cercare la definizione di una qualsiasi parola digitandola sulla tastiera virtuale.

LeggoIBS PB912: uso del dizionario durante la lettura

Contrariamente a quanto indicato dal menù contestuale, che indica come “non attive” le Note, durante la lettura è possibile scrivere note direttamente sulla pagina ed evidenziare parole o frasi. L’annotazione è consentita solo a mano libera sotto forma di semplici disegni o schizzi.
Le annotazioni aggiunte ai documenti saranno poi disponibili nella sinossi del libro visualizzabile con l’apposito tasto meccanico o nella sezione Note il cui accesso avviene dalla home screen.

Da notare che quando la modalità annotazione è attiva (segnalata dalla costante presenza della toolbar nella parte superiore dello schermo) è possibile cambiare pagina, ma il ridisegno del testo (refresh di pagina) sarà sempre parziale, indipendentemente dal valore selezionato nelle Impostazioni generali.

A completare la gestione delle note sembra esserci anche l’esportazione della pagina come immagine – o di una parte di essa – , ma sul nostro dispositivo non funzionava.
Dal momento che anche con il LeggoIBS PB612 ci eravamo trovati davanti alla stessa situazione, ci viene da pensare che IBS debba ancora completare questo specifico particolare del software, che potrebbe essere molto utile per chi usa il dispositivo per la correzione di testi o per studiare.
A tal proposito abbiamo usato il dispositivo con dispense e libri universitari di carattere scientifico in formato Pdf, con grafici, formule matematiche e chimiche. Il LeggoIBS ha visualizzato tutto il materiale senza alcun tipo di problema e, in questo contesto, il tasto meccanico che comanda lo zoom di pagina si è rivelato davvero utilissimo, perché ci ha permesso di adattare la pagina del libro alla dimensione dello schermo in modo veloce, senza intervenire sui menù e le opzioni dell’interfaccia utente.

Visualizzazione di una dispensa di analisi matematica

Visualizzazione di una dispensa di analisi matematica

Visualizzazione di una dispensa di chimica

Visualizzazione di una dispensa di chimica

Visualizzazione di una dispensa di geologia

Visualizzazione di una dispensa di geologia

Sono anche altre le doti tecniche che fanno del LeggoIBS un valido supporto elettronico per lo studio: la grande compatibilità con i formati ebook (legge documenti ePub, Pdf, Mobi, Microsoft Word 6.0, Rtf, Txt), la durata della batteria e l’espandibilità tramite scheda di memoria micro-SD.
D’altro canto, proprio per andare incontro alle specifiche esigenze dell’ambiente universitario (al quale crediamo che il PB912 sia orientato), i tecnici di IBS potrebbero ottimizzare (compatibilmente con le capacità hardware del dispositivo) il software di gestione per rendere il lettore più reattivo ai comandi dell’utente (dai cambi pagina alla navigazione nei menù di sistema) supportando anche il multitasking, recente novità introdotta da Pocketbook.
Il multitasking, per come è stato pensato dal produttore ucraino, consentirebbe infatti di tenere aperti contemporaneamente più libri, e il passaggio da uno all’altro sarebbe questione solo di un paio di veloci tocchi sullo schermo.

Anche la biblioteca virtuale del dispositivo, a nostro parere, necessiterebbe di pochi ritocchi per essere perfetta. La catalogazione delle opere digitali avviene per tipologia di formato, per collezioni (nel caso si usi Calibre) o rispettando la struttura gerarchica delle cartelle nelle quali i titoli sono stati archiviati. E’ possibile anche cercare un ebook in base a una parola chiave contenuta nel titolo, ma manca l’ordinamento. Sul nostro LeggoIBS abbiamo caricato più di 100 documenti digitali e la mancanza di una qualche forma di ordinamento (per titolo o per autore), ve lo assicuriamo, si è fatta sentire.

In conclusione, crediamo che il LeggoIBS PB912 sia un buon dispositivo dal punto di vista tecnico e funzionale (al pari dei modelli da 6 pollici). Il prezzo di 299 euro al quale viene proposto è interessante rispetto a quello di dispositivi concorrenti a schermo grande (citati all’inizio di questo articolo), se consideriamo che il LeggoIBS PB912 è l’unico nella propria categoria a integrare un dizionario e uno store online in italiano. Vista la dimensione dello schermo è adatto a chi non cerca un display piccolo, ma oltre alla lettura di ebook in formato “fluido” si vuole dedicare soprattutto a documenti digitali complessi come quelli pdf di cui abbiamo parlato in questo articolo.

Tutte le foto del LeggoIBS PB912 Wi-Fi sono disponibili in alta risoluzione su Google+

Tags: , ,
Trovato questo articolo interessante?
Condividilo sulla tua rete di contatti Twitter, sulla tua bacheca su Facebook o semplicemente premi "+1" per suggerire questo risultato nelle ricerche di Google. Diffondere contenuti che trovi interessanti aiuta questo blog a crescere. Grazie!
0 Condivisioni

94 Commenti